Suzuki Rally Trophy: sugli sterrati dell'Adriatico spunta Lorenzo Coppe

Il monomarca riservato alle Swift Sport 1600 ha trovato un nuovo protagonista, che alla fine ha battuto di 6"3 il leader di campionato Lucarelli. Sul podio è salito anche Vallino, distanziato di 12"4.

Sempre più incerta. Sempre più appassionante. Sempre più difficile e formativa. Succede nella Suzuki Rally Trophy che, quando t'aspetti che tutto possa svolgersi entro i canali della ovvietà data dai risultati delle gare precedenti, la serie vada a disputare il quarto round sulle strade bianche marchigiane del Rally Adriatico e molto, se non tutto, prende una nuova forma, cambia. C'è qualcosa di nuovo nel monomarca delle Swift Sport 1600, un nome nuovo: Lorenzo Coppe.

Terzo in Gara 1, penalizzato di 20" per la riparazione della sua Swift dopo una toccata nella terza piesse; primo in Gara 2 e primo ancora nella Power Stage, il bellunese della Millenium Sport Promotion ha centrato una sonora affermazione nella gara più difficile ed unica sulla "terra" del calendario, la prima da quando corre nella Rally Trophy. Alle sue spalle s'è piazzato secondo Jacopo Lucarelli. Non ha studiato articolati tatticismi il toscano della Scuderia Etruria e leader della classifica generale della serie: arrivato a Cingoli in un invidiabile stato di forma ha badato ad affondare il piede sull'acceleratore da subito e la cosa gli ha detto bene, tanto da permettergli di vincere la prima parte della competizione quasi in scioltezza.

 

Gianluca Saresera, Andrea Tumaini, Suzuki Swift Sport R R1B
Gianluca Saresera, Andrea Tumaini, Suzuki Swift Sport R R1B

Photo by: acisportitalia.it

Lucarelli ha infatti rischiato di non farcela a firmare la prima frazione, quando nell'ultima e spettacolare prova di Città di Cingoli, la sua Swift ha perso aderenza nel passaggio terra-asfalto ed ha toccato piegando il ponte posteriore, perdendo buona parte dei venti secondi e due che aveva di vantaggio su Claudio Vallino, secondo in quel momento. Il driver della Etruria navigato da Alessio Ferrari, nella seconda giornata di gara è stato poi rallentato nell'azione a seguito della sospensione di tre prove speciali disposta dalla Direzione Gara ed i distacchi dal vertice sono derivati dai tempi imposti applicati dai Commissari Sportivi. Lucarelli ha così chiuso Gara 2, al terzo posto, mantenendo la leadership nella classifica assoluta della serie, con trentatre lunghezze di vantaggio su Coppe.

Non è stato un fine settimana nel quale il ligure della Meteco Corse, Claudio Vallino, sia riuscito a far valere l'esperienza e l'innata velocità. Terzo al traguardo, sulla terra marchigiana ha vinto tre speciali, ma sulle restanti ha faticato a tenere alto il ritmo, penalizzato con dieci secondi per una partenza anticipata e condizionato anch'egli dall'interruzione delle prove, chiudendo l'impegno con due secondi posti nelle due gare. Piazzamenti che gli consentono di occupare la terza piazza nella generale, ad un solo punto da Coppe, secondo.

 

Jacopo Lucarelli, Alessio Ferrari, Suzuki Swift R R1B 101
Jacopo Lucarelli, Alessio Ferrari, Suzuki Swift R R1B 101

Photo by: acisportitalia.it

"Corro poco sulle strade in terra, prediligo l'asfalto e all'Adriatico penso di averlo ampiamente dimostrato" spiega Gianluca Saresera. "Coppe aveva una marcia in più, non l'ho inseguito da vicino, ma corso cercando di non commettere errori". Soddisfatto a metà quindi il bresciano della Leonessa e navigato dal veneto Andrea Tumaini. Non ha preso rischi il lombardo, portando a casa la gara e i relativi punteggi del quarto e del settimo piazzamento, piazzandosi secondo nella gara dell'Under 25, vinta da Coppe. In bella evidenza è stato il friulano, Filippo Epis: quinto al termine dopo aver centrato la quinta piazza in entrambe le tappe, ma in grado di far segnare prestazioni di livello assoluto.

Si è distinto con il secondo crono assoluto nella Power Stage il messinese Sergio Denaro. Vanta da sempre buon feeling con le strade sterrate il siciliano, sesto al termine della prova marchigiana e settimo della graduatoria assoluta, dietro a Gianluca Rao, fermo al sesto posto. Il torinese non riesce a tornare veloce come un tempo, "Non riesco a far scorrere la vettura come dovrei e poi commetto alcuni errori di troppo". Sesto al termine della prima giornata, impreziosita dal terzo crono nella Power Stage, il piemontese della Meteco Corse esce di strada nella seconda frazione, ritirandosi.

 

Andrea Pisani, Nicolo Gonella
Andrea Pisani, Nicolo Gonella

Photo by: acisportitalia.it

Settimo della classifica assoluta del Rally Adriatico, è il veronese Stefano Strabello della Destra 4, a precedere uno Stefano Martinelli stoppato dalla rottura di un dado di serraggio degli apparati di lubrificazione, con conseguente perdita dell'olio del cambio in gara 1; si è poi piazzato al quarto posto in gara 2 difendendo strenuamente la propria posizione in classifica, ora quinto a cinquanta nove punti dal leader.

Classifica Finale

1. Coppe - Simioni (Millennium Sport Promotion) in 1h37'06"3; 2. Lucarelli - Ferrari (Scuderia Etruria) a 6"3; 3. Vallino - Desole (Meteco Corse) a 12"4; 4. Saresera - Tumaini (Leonessa Corse) a 1'47"4; 5. Epis - Ialungo (Destra 4) a 1'55"2; 6. Denaro - Milicia (Scuderia Messina R T) a 2'13"7; 7. Strabello - De Colle (Destra 4) a 4'45"6; 8. Martinelli - Corso (G.R. Motorsport) a 15'33"6 Tutti a bordo di Suzuki Swift Sport 1600 R1B

Classifica Gara 1

1. Lucarelli - Ferrari (Scuderia Etruria) in 49'22"; 2. Vallino - Desole (Meteco Corse) a 9"8; 3. Coppe - Simioni (Millennium Sport Promotion) a 11"2; 4. Saresera - Tumaini (Leonessa Corse) a 48"7; 5. Epis - Ialungo (Destra 4) a 1'15"7; 6. Rao - Zeppegno (Meteco Corse) a 1'27"8; 7. Denaro - Milicia (Scuderia Messina R T) a 1'28"5; 8. Strabello - De Colle (Destra 4) a 3'00"4

Classifica Gara 2 dopo P.S. 11

1. Coppe - Simioni (Millennium Sport Promotion) in 40'12"; 2. Vallino - Desole (Meteco Corse) a 11"7; 3. Lucarelli - Ferrari (Scuderia Etruria) a 14"8; 4. Martinelli - Corso (G.R. Motorsport) a 15"4; 5. Epis - Ialungo (Destra 4) a 18"8; 6. Denaro - Milicia (Scuderia Messina R T) a 47"7; 7. Saresera - Tumaini (Leonessa Corse) a 59"1; 8. Strabello - De Colle (Destra 4) a 1'38"4.

Power Stage, PS 6 "Città di Cingoli": 1. Coppe in 4'06"9 (punti 3); 2. Denaro a 7"7 (punti 2); 3. Rao a 8"2 (punti 1).

 

Jacopo Lucarelli, Alessio Ferrari, Suzuki Swift R R1B 101
Jacopo Lucarelli, Alessio Ferrari, Suzuki Swift R R1B 101

Photo by: acisportitalia.it

Classifica Suzuki Rally Trophy, Conduttori

1. LUCARELLI Jacopo punti 109; 2. COPPE Lorenzo 74; 3. VALLINO Claudio 73; 4. SARESERA Gianluca 52; 5. MARTINELLI Stefano 50; 6. RAO Gianluca 44; 7. DENARO Sergio ed EPIS Filippo 25; 9. KOENIG Veit 22; 10. PELOSO Corrado 18; 11. MORICONI Simone 13; 12. STRABELLO Paolo 11; 13 STRABELLO Stefano 9; 14. MEGGIARIN Lisa e CHIAUDRERO Daniele 5; 15. PAROLARO Nicolas 4.

UNDER 25

1. COPPE Lorenzo 74; 2. SARESERA Gianluca 52; 3. RAO Gianluca 43; 4. EPIS Filippo 25; 5. STRABELLO Stefano 9; 6. PAROLARO Nicolas 4. Navigatori: 1. FERRARI Alessio 109; 2. TUMAINI Andrea 52; 3. ZEPPEGNO Christian 43; 4. RAMACCIOTTI Dayana 13; 5. WICHURA Henry 11

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Evento Suzuki Rally Trophy: Rally Adriatico
Sub-evento Domenica
Articolo di tipo Gara