Suzuki Rally Trophy al Rally di Roma Capitale: sarà sfida tra Cogni e Martinelli

condivisioni
commenti
Suzuki Rally Trophy al Rally di Roma Capitale: sarà sfida tra Cogni e Martinelli
Redazione
Di: Redazione
18 lug 2018, 10:40

Il quinto round della serie monomarca delle Suzuki SWIFT Sport 1.6 e Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 si corre, questo fine settimana, nella Capitale. Dopo quattro tappe disputate, il piacentino Giorgio Cogni guida la classifica con tre vittorie.

Stefano Martinelli, Massimiliano Bosi, Suzuki SWIFT1.0 Boosterjet RSTB 1.0 - G.R.Motorsport
Stefano Martinelli, Massimiliano Bosi, Suzuki SWIFT 1.0 Boosterjet Rstb1.0, G.R. Motorsport
Stefano Martinelli, Massimiliano Bosi, Suzuki SWIFT 1.0 Boosterjet Rstb1.0, G.R. Motorsport
Andrea Scalzotto, Daniele Cazzador, Suzuki SWIFT Sport 1.6 R1B, Funny Team
Andrea Scalzotto, Daniele Cazzador, Suzuki SWIFT Sport 1.6 R1B, Funny Team
Giorgio Cogni, Gabriele Zanni, Suzuki Swift Sport 1.6 R1B, Meteco Corse
Andrea Scalzotto, Fabio Andrian, Suzuki Swift Sport 1.6 R1B, Funny Team
Giorgio Cogni, Gabriele Zanni, Suzuki Swift Sport 1600 R/R1B, Meteco Corse
Giorgio Cogni, Gabriele Zanni, Suzuki Swift Sport 1600 R/R1B, Meteco Corse
Giorgio Cogni, Gabriele Zanni, Suzuki Swift Sport 1600 R/R1B, Meteco Corse

Questo fine settimana la Suzuki Rally Trophy affronta la sua quinta prova, entra nella fase conclusiva e inizia, di fatto, il suo rush finale.

Sarà il Rally di Roma Capitale la prova nella quale si sfideranno sette ambiziosi e preparati equipaggi. Ambizioso è sicuramente il piacentino Giorgio Cogni, che punta a incrementare il vantaggio che gli deriva dalla prima posizione in classifica generale. Con tre affermazioni consecutive, il giovane piacentino ha superato una severa selezione tra i pretendenti al titolo 2018. A tre gare dal termine, sarà l'imminente impegno capitolino a decretare se Stefano Martinelli e Fabio Poggio potranno ancora sperare di contrastare la corsa, sin qui vincente, del pilota della Meteco Corse.

Il campionato fin qui disputato si sta rivelando un confronto di piloti, ma anche un confronto dal punto di vista tecnico: se, sino ad ora, la tradizionale SWIFT Sport 1.6 in versione R1B ha espresso il meglio delle prestazioni, permettendo a Cogni in primis, ma anche a Rivia, di imporsi nelle singole gare, appare ormai certo che la tecnologia messa in campo dalla nuova SWIFT 1.0 Boosterjet rallisticamente in versione Racing Start, sia ormai a pari livello, se non addirittura superiore.

La compatta della Casa di Hamamatsu ha superato a pieni voti tutti gli esami ed ha pienamente dimostrato di aver colmato l'iniziale gap con la precedente versione. La seconda posizione del toscano della GR Motorsport non è, infatti, frutto del caso, bensì la conferma del costante sviluppo e crescita prestazionale della vettura equipaggiata con motore 1.0 Boosterjet.

E, a riprova, emergono i risultati di Poggio che si attesta rookie dell'anno: il ligure della Almaracing è terzo della generale e, proprio nell'ultima tappa elbana ha dimostrato di aver raggiunto un buon feeling con la vettura e con l'utilizzo migliore delle gomme Toyo.

Anche il giovane Andrea Scalzotto ha dimostrato ottimo valore: è stato più volte nell'anno protagonista di ottime "partenze", parzialmente confermate poi nell'esito al traguardo delle gare e dalla quinta posizione in classifica. Il vicentino ha però l'innegabile possibilità di migliorarsi anche in virtù del fatto che Simone Rivia, grande atteso degli inizi di stagione, non parteciperà a questa prova del Rally di Roma. Sugli asfalti romani sono attesi alla verifica delle prestazioni il rientrante versiliese Marco Caldani, Rino Lunelli e Andrea Iacconi, il toscano che nel 2014 chiuse al terzo posto la prima edizione della Suzuki Rally Trophy, diventando il primo Campione Italiano R1.

Gli iscritti Suzuki Rally Trophy al Rally di Roma Capitale:

101 Giorgio Cogni - Gabriele Zanni (Suzuki SWIFT Sport 1.6 R1B); 102 Andrea Scalzotto - Christian Buccino (Suzuki SWIFT Sport 1.6 R1B); 103 Stefano Martinelli - Sara Baldacci (Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 RSTB); 104 Fabio Poggio - Alessandra Cavallotto (Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 RSTB); 105 Marco Caldani - Joe D'Alessandro (Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 RSTB); 106 Rino Lunelli - Valentino Morelli (Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 RSTB); 107 Andrea Iacconi - Marina Bertonasco (Suzuki SWIFT Boosterjet 1.0 RSTB).

Suzuki Rally Trophy dopo Rally Elba:

Piloti: Cogni Giorgio TOT 70; Martinelli Stefano 52; Poggio Fabio 49; Rivia Simone 42; Scalzotto Andrea 36; Denaro Sergio 12; Peloso Corrado 10; Caldani Marco e Cazzola Martino 8; Soliani Marco e Strabello Paolo; Pollarolo Andrea 6.

Navigatori: Zanni Gabriele TOT 70; Baldacci Sara 52; Cavallotto Alessandra 31; Faettini Nicolò 28; Andrian Fabio 22; Iguera Massimo 10; D'Alessandro Joe 8; De Paoli Marta e Pozzoni Alessandra 6.

Prossimo articolo Rally
IRCup Pirelli: anche quest'anno la Coppa Valtellina deciderà chi sarà il vincitore della categoria

Previous article

IRCup Pirelli: anche quest'anno la Coppa Valtellina deciderà chi sarà il vincitore della categoria

Prossimo Articolo

Suzuki Rally Trophy: Giorgio Cogni e Gabriele Zanni conquistano Roma

Suzuki Rally Trophy: Giorgio Cogni e Gabriele Zanni conquistano Roma
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Rally
Evento Suzuki Rally Trophy: Rally Roma Capitale
Autore Redazione
Tipo di articolo Preview