Suzuki Rally Trophy: 14 vetture in gara al Rally di Sanremo

Esordio di Lisa Meggiarin e Silvia Gallotti, rientri di Claudio Vallino e Tiziana Desole, di Daniele Chiaudrero e Jessica James, di Sergio Denaro e Roberto Lo Schiavo, ma anche di Paolo Strabello e Davide Bianchi ad elevare le adesioni.

La Suzuki Rally Trophy è sempre più interessante, sempre più coinvolgente, sempre con elevati motivi sportivi, tecnici ed economici. La serie monomarca promossa da Suzuki Italia e gestita sui campi di gara da Emmetre Racing, si segnala ancora una volta come una delle attività sportive più seguite dai giovani. La vigilia del secondo round a calendario, registra un ulteriore record assoluto di adesioni che hanno raggiunto quota quindici iscritti nel suo complesso.

È il risultato derivante dai multiforme plus delle proposte sportive e delle auto costruite da Suzuki, in questo caso le Swift Sport 1600, anche evidenziato in questi giorni da un'inchiesta sulla soddisfazione dei Clienti, svolta dall'Associazione a difesa dei consumatori in cinque differenti Paesi europei, dalla quale risulta che i modelli di serie Suzuki spiccano per i costi medi di manutenzione ordinaria più contenuti, tra le vetture dei principali Marchi del settore. Un dato, che si riverbera anche nelle competizioni, dove Suzuki coniuga competitività, dinamismo ed economicità.

Partita in Toscana con il primo round al Rally il Ciocco, la Rally Trophy si sposta ora in Liguria al prestigioso ed ambito Rally Sanremo. Competizione che si dipana sulle strade dell'entroterra sanremese e imperiese "E' una sorta di prova verità per quanti hanno velleità di affermazione nella serie, ma è anche una palestra per gli esordienti. Insomma, tappa obbligata per gli appassionati". Commenta Massimo Nicoletti di Emmetre Racing. "Ci attendiamo una gara piacevole, ma combattuta da tutti i concorrenti e siamo soddisfatti delle risposte che ci stanno dando gli sportivi che aderiscono alla nostra serie in numero sempre più elevato".

Potrebbe rivelarsi più arduo del previsto il tentativo di Stefano Martinelli, impegnato nella fuga davanti a tutti dopo la perentoria affermazione al "Ciocco". "Devo ancora realizzare che siamo al comando di ben due classifiche che è già tempo di una nuova gara. Non ci siamo adagiati sugli allori, abbiamo già la mente ed il cuore a questa gara di Sanremo, che ho già disputato lo scorso anno. Andremo cauti, allo stesso tempo vorremo cercare subito di attaccare, visto che sono annunciati anche nuovi arrivi che non staranno certo a guardare. Nessuno ci regalerà nulla, anche noi faremo lo stesso con gli altri!".

Nella doppia gara di casa, l'ambasciatore del comune di Barga con la Swift GR Motorsport ha palesato un ritmo superiore ai dieci sfidanti, ma non nella Power Stage. Martinelli, infatti, non ha realizzato lo strike, disunendosi nell'ultimo passaggio delle prova di Coreglia, piesse scelta quale Power Stage, lasciando a Gianluca Rao il miglior crono e i punteggi relativi, che gli hanno permesso d'essere secondo nel ranking generale del trofeo. Il giovane torinese della Meteco Corse, in coppia con Christian Zeppegno, nel finale della gara toscana ha saputo reagire ad un avvio non troppo felice, dovendo sistemarsi l'assetto della Swift, risultando il più veloce nelle ultime frazioni cronometrate, riuscendo a chiudere l'impegno al terzo posto assoluto, alle spalle del toscano Jacopo Lucarelli. Navigato da Alessio Ferrari, l'empolese ha sofferto la seconda parte della gara, piazzandosi secondo al termine, ma sopravanzato ai punti da Rao.

Questi i tre concorrenti che si sono messi maggiormente in luce nel primo round, il Sanremo potrebbe però rivelarsi una gara del tutto diversa con il ritorno del ligure - piemontese Claudio Vallino, che ha sfiorato il titolo lo scorso anno, e l'esordio della veneta Lisa Meggiarin, grazie alla joint Europea Service - Butterfly Motorsport - BRC Brake Racing.

Vallino e Meggiarin, entrano nella rincorsa al trofeo di Suzuki anche con il malcelato interesse alle classifiche del Campionato Italiano R1, al pari del cuneese Daniele Chiaudrero, del messinese Sergio Denaro e del veronese Paolo Strabello, quest'ultimo papà di Stefano sfortunato protagonista al Ciocco. Il giovane veneto ed i vari Simone Moriconi, versiliese, o l'aostano Corrado Peloso, il tedesco Veit Konig, il bellunese Lorenzo Coppe, il valtelinese Nicolas Parolaro, il bresciano Gianluca Saresera meritano la prova d'appello in funzione delle "sfortune" patite nella gara lucchese. Purtroppo non potrà far parte della gara il friulano Filippo Epis.

Il 63. Rallye Sanremo scatterà da Piazzale Adolfo Rava venerdì 8 aprile alle ore 12.32. prima tappa / Gara-1, articolata in 6 frazioni cronometrate pari a 79,340 chilometri, si concluderà sabato 9 aprile alle 0.18. Start seconda tappa / Gara-2 alle 6.18 di sabato 9 aprile, 5 frazioni cronometrate pari a 79,560, arrivo ore 16 sempre in Piazzale Adolfo Rava, nella Città dei Fiori.

Classifica finale assoluta della gara precedente, il Rally del Ciocco

Finale: 1. Martinelli-Botzari (Suzuki Swift) in 2h03'34.7; 2. Lucarelli-Ferrari (Suzuki Swift) a 1'03.4; 3. Rao-Zeppegno (Suzuki Swift) a 1'24.5; 4. Moriconi-Ramacciotti (Suzuki Swift) a 3'06.9; 5. Konig-Zappe (Suzuki Swift) a 3'56.0; 6. Peloso-Ferrari (Suzuki Swift) a 4'18.6; 7. Epis-Di Giusto (Suzuki Swift) a 5'13.6; 8. Coppe-Simioni (Suzuki Swift) a 5'38.4; 9. Parolaro-Spagnolatti (Suzuki Swift) a 12'38.2

Classifiche Suzuki Rally Trophy 2016

Piloti: 1. MARTINELLI Stefano punti 32; 2. RAO Gianluca 25; 3. LUCARELLI Jacopo 22; 4. MORICONI Simone 13; 5. COPPE Lorenzo 12; 6. KONIG Veit 11; 7. PELOSO Corrado 10; 8. EPIS Filippo 7; 9. PAROLARO Nicolas 4; 10. STRABELLO Stefano 1. Navigatori: 1. ZEPPEGNO Christian 25; 2. FERRARI Alessio 22; 3. RAMACCIOTTI Dayana 13

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Articolo di tipo Preview