Incidente Ba...Relli Ronde: c'è il nulla osta ai funerali

Incidente Ba...Relli Ronde: c'è il nulla osta ai funerali

La Procura di Como ha dato il via libera alle famiglie di Campana e Munz. Autopsia poco chiarificatrice

L'inchiesta aperta dalla Procura di Como in seguito all'incidente mortale avvenuto al Ba...Relli Ronde 2015, disputato nel fine settimana appena trascorso, sembra poter essere avviata all'archiviazione in tempi piuttosto brevi. 

Nella giornata di ieri si sono tenute le autopsie dei cadaveri di Stefano Campana, ticinese di trentanove anni e Robin Munz, anch'egli elvetico ma molto più giovane: appena ventiduenne, morti in seguito a un incidente avvenuto in un tratto veloce della Prova Speciale 4 che collegava Cusino a San Bartolomeo Val Carvagna, vicino Carlazzo. La vettura del team Elleesse numero 30 è andata a sbattere contro a un muro, prima di essere sbalzata contro il guard rail dalla parte opposta della sede stradale e finire la propria corsa ancora contro il muro, per poi incendiarsi.

Stando a quanto affermato dal quotidiano La Provincia di Como l'autopsia non avrebbe chiarito se i due abbiano perso la vita al momento dell'impatto contro al muro o nel successivo rogo che ha avvolto le lamiere della Clio R3. Quel che risulta certo, così come affermato da un commissario testimone dell'incidente, i due avrebbero immediatamente perso conoscenza nel primo dei tre impatti.

Intanto, nelle ultime ore, la Procura lariana ha dato il nulla osta alle famiglie dei due deceduti per procedere con i funerali

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Articolo di tipo Ultime notizie