Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
89 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
34 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
Gara in
12 Ore
:
32 Minuti
:
05 Secondi

Podio tutto Suzuki al Baja Rally di Gallura. Trionfa Codecà!

condivisioni
commenti
Podio tutto Suzuki al Baja Rally di Gallura. Trionfa Codecà!
Di:
14 mag 2018, 15:27

Lorenzo Codecà e Matteo Lorenzi dominano il secondo round del Campionato Italiano Cross Country, Claudio Petrucci e Paolo Manfredini chiudono secondi davanti a Andrea Tomasini e Mauro Toffoli. Podio tutto griffato Suzuki.

Andrea Tomasini, Mauro Toffoli, Suzuki Gran Vitara
Andrea Tomasini, Mauro Toffoli, Suzuki Gran Vitara
Marino Gambazza Chinti, Sandra Castellani, Suzuki New Gran Vitara, Cram Racing Team
Andrea Luchini, Piero Bosco, Suzuky Gran Vitara
Margherita Lops, Alberto Marcon, Suzuki Gran Vitara, Collodel 4x4
Alfio Bordonaro, Marcello Bono, Suzuki Gran Vitara, Cram Raing Team
Andrea Alfano, Carmen Marsiglia, Suzuki Gran Vitara, Ramingo 4x4
Giuseppe Ananasso, Alessio Cancelli, Suzuki Gran Vitara

Chi se non Lorenzo Codecà poteva mettere il sigillo su questa prima edizione della Baja Terre di Gallura? Il pluricampione Italiano Cross Country Rally, in coppia con Matteo Lorenzi, si aggiudica una gara molto selettiva che ha messo a dura prova gli equipaggi e le loro vetture.

I dieci settori selettivi della gara gallurese, organizzata da Rassinaby Racing, hanno esaltato la tecnologia 4WD ALLGRIP dei Grand Vitara, permettendo ai piloti di mettersi in grande evidenza.

Alle spalle di Codecà e di Lorenzi arrivano, a completare un podio tutto Suzuki, Petrucci e Manfredini, i quali hanno difeso agevolmente la posizione sull’equipaggio composto da Tomasini e Toffoli; questi ultimi, con un finale tutto all'attacco, riescono ad agguantare al fotofinish il terzo gradino ai danni di Bordonaro e Bono, che si devono arrendere al portacolori della Emmetre Racing proprio sull'ultimo tratto cronometrato.

Per l'occasione, ad accogliere i piloti sulla pedana finale di Berchidda, Massimo Nalli, presidente Suzuki Italia, raggiante per il risultato ottenuto:

"Suzuki corre in prima persona per due ragioni: per provare le soluzioni tecniche delle vetture di serie in gara e per far crescere nuovi piloti. Oggi torniamo ad una top five tutta Suzuki, con Lorenzo Codecà nuovamente davanti a tutti. Un complimento ad Andrea Tomasini, che sta dimostrando maturità, equilibrio e buon piede. Per Suzuki è un orgoglio averlo tra le sue fila."

Il Presidente analizza al meglio le prestazioni:

"La robustezza e l'esperienza in questo campionato sono determinanti, a volte anche più delle prestazioni assolute. Le nostre Vitara, proverbiali per la loro affidabilità, performanti e supercollaudate, vincono e fanno divertire, con budget tutto sommato contenuti. Questo aiuta anche le nostre vendite, che traggono grande beneficio di immagine dal venir fuori vincenti da gare così dure."

Più distanziati, con la loro Gran Vitara di gruppo T1, Ferroni e Fiorini, che terminano la gara tenendo a debita distanza Ananasso, in coppia con Cancelli, che chiude la top five assoluta.

Oltre alla soddisfazione del secondo posto assoluto, Petrucci si può fregiare di una grande vittoria nel trofeo riservato ai fuoristrada della Casa di Hamamatsu, davanti a Bordonaro, affiancato da Bono e da un costante Ananasso. Seguono, in classifica, Margherita Lops, che chiude anche al decimo posto della classifica assoluta e l’equipaggio Alfano-Marsiglia. Assieme a Bosco, Luchini è al traguardo di Berchidda nonostante la difficoltà del guidare il mezzo senza l'ausilio dell'idroguida; a chiudere la compagine dei fuoristrada giapponesi l’equipaggio Marino-Castellani.

Classifica dopo 10 settori selettivi: 1. Codecà-Lorenzi (Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1) in 1:44'47; 2. Petrucci-Manfredini (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS) a 1'58; 3. Tomasini-Toffoli (Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1) a 2'49; 4. Bordonaro-Bono (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS) a 2'53; 5. Ferroni-Fiorini (Suzuki Proto Grand Vitara) a 6'42;

Classifica Suzuki Challenge, gara 2: 1. Petrucci - Manfredini (Poillucci Team) in 1:46'45; 2. Bordonaro - Bono (Cram Racing Team) a 55"; 3. Ananasso - Cancelli a 9'08; 3. Lops - Marcon (Collodel 4x4) a 18'02" 4. Alfano - Marsiglia (Team Ramingo 4x4) a 1:26'26; 5. Luchini - Bosco a 2:21'47; 6. Marino - Castellani (Cram Racing Team) - Tutti su Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS.

Classifica Suzuki Challenge dopo Baja Terre di Gallura:

Piloti: 1. Petrucci Claudio punti 109; 2. Bordonaro Alfio punti 51; 3. Ananasso Giuseppe punti 48; 4. Marino Gambazza Chinti 46; 5. Alfano Andrea punti 36; 6. Luchini Andrea punti 24.

Navigatori: 1. Manfredini Paolo punti 109; 2. Bono Marcello 51; 3. Cancelli Alessio punti 48; 4. Castellani Sandra punti 46; 5. Marsiglia Carmen punti 36; 6. Bosco Piero punti 24

Prossimo Articolo
Suzuki Rally Trophy: Giorgio Cogni sempre più leader dopo la Targa Florio

Articolo precedente

Suzuki Rally Trophy: Giorgio Cogni sempre più leader dopo la Targa Florio

Prossimo Articolo

Suzuki Rally Trophy: al Rally Elba sfida aperta tra Cogni, Martinelli e Rivia

Suzuki Rally Trophy: al Rally Elba sfida aperta tra Cogni, Martinelli e Rivia
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Rally
Autore Redazione Motorsport.com