GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
48 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
40 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
96 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
MotoGP
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
39 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
53 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
60 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Assen
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
26 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
75 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
32 giorni

Monza Rally Show: Valentino Rossi centra il settimo sigillo con la WRC Plus

condivisioni
commenti
Monza Rally Show: Valentino Rossi centra il settimo sigillo con la WRC Plus
Di:
9 dic 2018, 13:19

Il "Dottore" l'ha spuntata su Teemu Suninen e sui Brivio. Bella la lotta tra le WRC di vecchia generazione, con Cairoli che beffa proprio all'ultima prova Bonanomi. In R5 Rossetti viene penalizzato, ma poi la vittoria torna a lui.

Valentino Rossi ha scritto per la settima volta il suo nome nell'albo d'oro del Monza Rally Show. Un'impresa resa sicuramente più semplice del fatto che fossero solamente quattro le WRC Plus in gara (due delle quali affidate ai Brivio ed all'amico "Uccio" Salucci), ma il "Dottore" è stato comunque bravo a spuntarla in maniera netta sull'unico rivale arrivato dal Mondiale, il finlandese Teemu Suninen.

Il pesarese è stato il più veloce in ognuna delle nove prove speciali disputate, con Suninen che è solo riuscito a pareggiare il suo tempo nella PS8. Alla fine, dunque, il distacco tra le due Ford Fiesta WRC Plus è stato di ben 1'07"2 a favore di ROssi.

Più acceso invece il duello tra le altre due Plus per il gradino più basso del podio, nel quale alla fine Roberto e Luca Brivio hanno avuto la meglio su "Uccio" e Mitia Dotta, spuntandola per 15"1.

E' stata accesissima invece la lotta per la palma del primo tra le vetture WRC di vecchia generazione. Un onore che alla fine è andato in volata a Tony Cairoli, che è andato ad artigliare la quinta posizione assoluta con una grande prova nell'ultimo tratto cronometrato, nel quale ha staccato il secondo tempo con la sua Hyundai i20 WRC.

In questo modo il nove volte campione del mondo di motocross ha beffato per appena otto decimi la Ford Fiesta WRC di Marco Bonanomi, che nel finale ha accusato un problema al freno a mano. E' andata anche peggio ad Alessandro Perico, quinto assoluto fino a due prove dal termine, ma poi fermato da una gomma stallonata nel corso della PS8 che quindi lo ha fatto precipitare in classifica.

Leggi anche:

Ad approfittarne è stato quindi Piero Longhi per artigliare il settimo posto assoluto con la sua Hyundai i20 WRC, davanti alla Citroen DS3 WRC di Stefano d'Aste ed alla Ford Fiesta WRC di Rhys Yates. A completare il quadro delle prime dieci posizioni troviamo invece il vincitore della classe R5, che probabilmente è stata la più combattuta.

In questa però c'è stata anche un piccolo giallo, perché proprio sul più bello è stata penalizzata di un minuto per irregolarità tecnica la Hyundai i20 R5 del mattatore Luca Rossetti, legata all'altezza dell'ala posteriore. Dunque, lo scettro è passato nelle mani di Alessandro Re, che aveva addosso tanti sguardi, visto che portava in gara la nuova Volkswagen Polo R5.

La sua gioia però è durata poco, perché mentre era in corso il MasterShow è arrivata la notizia che la penalità di Rossetti era stata rimossa, quindi la classifica ha cambiato nuovamente faccia, con la vittoria di quest'ultimo davanti appunto a Re di 17"2 e la Skoda Fabia R5 di Andrea Crugnola a completare il podio un secondo più indietro. Fuori dal novero dei migliori quindi i veterani Giandomenico Basso e Paolo Andreucci, con il campione tricolore che però è stato tormentato da un problema ad un sensore della sua Peugeot 208.

Per quanto riguarda la classe R3, il successo è andato all'equipaggio Vittalini/Maggioni su una Citroen DS3, mentre nella R2 si è assistito al dominio della Peugeot 208 di De Tommaso/Ascalone. Infine, tra le storiche ha messo tutti in fila la Subaru Legacy di Riolo/Rappa.

L'azione a Monza però non è finita, perché tra poco scatta l'atteso MasterShow, con le sfide uno contro uno sul rettilineo di partenza del tracciato brianzolo.

 Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Rossi/Cassina Ford Fiesta WRC Plus 1.13'08”7
2 Suninen/Salminen Ford Fiesta WRC Plus +1'07"2
3 Brivio/Brivio Ford Fiesta WRC Plus +2'03"0
4 Salucci/Dotta Ford Fiesta WRC Plus +2'18"1
5 Cairoli/Mori Hyundai i20 WRC +2'52"4
6 Bonanomi/Pirollo Ford Fiesta WRC +2'53"2
7 Longhi/Santini Hyundai i20 WRC +3'15"1
8 D'Aste/D'Aste Citroen DS3 WRC +3'26"1
9 Yates/Giraudet Ford Fiesta WRC +3'36"8
10 Rossetti/Minchella Hyundai i20 WRC +4'11"1
Prossimo Articolo
Monza Rally Show, PS7: Valentino firma anche "Grand Prix 2", Perico scavalca Bonanomi

Articolo precedente

Monza Rally Show, PS7: Valentino firma anche "Grand Prix 2", Perico scavalca Bonanomi

Prossimo Articolo

Il Monza Rally Show guarda al futuro: si punterà di più sulla gara e meno su Valentino?

Il Monza Rally Show guarda al futuro: si punterà di più sulla gara e meno su Valentino?
Carica commenti