Monza Rally Show: uno strepitoso Cairoli batte Valentino nella finalissima del MasterShow

condivisioni
commenti
Monza Rally Show: uno strepitoso Cairoli batte Valentino nella finalissima del MasterShow
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
09 dic 2018, 16:17

Il pilota siciliano è riuscito ad annullare la differenza tecnica tra la sua Hyundai i20 WRC 1.6 e la Ford Fiesta WRC Plus del "Dottore", battendolo per poco più di sei decimi nella finalissima.

Ieri aveva polemizzato, dicendo che Valentino Rossi aveva "ucciso" il Monza Rally Show presentandosi al via con una WRC Plus. Oggi Tony Cairoli però è riuscito a prendersi il suo riscatto in pista, perché il 9 volte campione del mondo di motocross ha ribaltato tutti i pronostici nel MasterShow.

Sul rettilineo del tracciato brianzolo era prevista una super finale tra i vincitori della gara ad eliminazione riservata alle WRC Plus ed alle WRC 1.6. Il grande favorito sulla carta era proprio Rossi, ma il "Tonino Nazionale" non ne ha voluto sapere di darsi per sconfitto in partenza.

La finalissima prevedeva ben quattro giri del percorso e nel primo è stato il "Dottore" il più veloce, anche se poi nel secondo ha visto calare il suo vantaggio, con il sorpasso di Cairoli che si è materializzato nel terzo passaggio. Sotto alla bandiera a scacchi poi la Hyundai i20 del siciliano è passata con un margine poco più di sei decimi sulla Ford Fiesta del pesarese.

Leggi anche:

Come detto, i due si erano qualificati per questa super finale spuntandola nei rispettivi raggruppamenti: Valentino aveva piegato piuttosto nettamente l'altra Ford di Suninen nella finale riservata alle WRC Plus, staccandolo di poco più di due secondi. Cairoli invece aveva avuto la meglio sulla i20 di Piero Longhi, precedendolo di 1"12.

Passando alle altre categorie, nella R5 è arrivata la vittoria di Andrea Crugnola, che con la sua Skoda Fabia R5 ha bissato il successo ottenuto nel MastersShow dello scorso anno. La sorpresa è che ad affrontarlo in finale ha trovato Luca Tosini, che nella fase "a gironi" era stato bravissimo a realizzare un tempo migliore di mostri sacri del calibro di Paolo Andreucci, Luca Rossetti e Giandomenico Basso.

Infine ci sono state le vittorie di Vittalini tra le R3 e di De Tommaso tra le R2, mentre tra le storiche nelle varie categorie sono arrivate le affermazioni di Musti, Caffi, Brusori e Riolo.

Prossimo Articolo
Carica commenti