Il Suzuki Rally Trophy all'appuntamento con gli sterrati del San Marino

Con il maggior numero di affermazioni, dopo quattro round effettivamente disputati e l’annullamento della Targa Florio, il lucchese Martinelli conduce la serie, che si corre con le Suzuki Swift Sport 1600 in versione R1B.

Il Rally di San Marino è un appuntamento di prestigio della stagione rallistica, spettacolare per la partenza, prevista da Viale Ceccarini di Riccione, nel bel mezzo della movida estiva del centro turistico, ed anche di elevata importanza per i trofeisti che puntano a piazzamenti nella classifica generale, o per vincere la quarta annata del monomarca.

Gara che vedrà il toscano della GR Motorsport, Stefano Martinelli, mettere in pratica la più classica delle prove in difesa della leadership che ha in mano dalla prima gara: “Sarà una gara nella quale ci dovremo difendere, ma allo stesso tempo dovremo pure attaccare gli avversari; chi ne uscirà indenne, dal “San Marino” potrà guardare la parte finale della stagione con un occhio diverso” afferma Martinelli, che con le strade sterrate non vanta lo stesso feeling di guida che invece sfoggia in occasione delle gare in asfalto e dovrà, comunque, mantenere a distanza il veneto Stefano Strabello.

È, infatti, secondo nella classifica generale, il giovanissimo veronese della Destra4, sensibilmente distaccato rispetto al toscano, ma con ancora intatta la possibilità di ridurre il gap facendo leva proprio sulla sua istintiva sensibilità di guida sui fondi con precaria aderenza. Acquisita fiducia nei propri mezzi, Strabello ha inanellato una serie di ottime prestazione a podio nella stagione, arrivando ad aggiudicarsi la gara sugli sterrati dell'Adriatico, che lo ha lanciato all'inseguimento del vertice assoluto di campionato.

Lorenzo Coppe è terzo nella classifica generale e dei tre piloti a podio e guarda con positività le strade bianche della gara di San Marino. Nonostante le sue maggiori affermazioni di tappa, il giovane della Millenium Sport Promotion ha molte meno possibilità di aggancio alla leadership rispetto a Strabello, a causa dell'ingente ritardo dei quarantatré punti di svantaggio determinato, per contro, da un più elevato numero di battute a vuoto.

Più credibile appare la sua rincorsa al secondo posto assoluto ed alla prima piazza tra gli Junior, under 25, che lo vede impegnato nel duello con il veneto.

Al primo anno di gare con la compatta Swift Sport 1600 R1 B, il vicentino Andrea Scalzotto è quarto della graduatoria generale, terzo tra gli Junior.

Si è più volte messo in luce con velocissime prestazioni parziali, sui fondi asfaltati del Sanremo ed anche su quelli sterrati dell'Adriatico. Con la Swift nei colori della Funny Team, Scalzotto non potrà che far sempre meglio nelle ultime due prove della stagione.

Alle ore 22 di venerdì 14 luglio, Il Rally San Marino vivrà la cerimonia di partenza da Piazzale Ceccarini a Riccione e si svilupperà nelle due tappe successive. L'arrivo è previsto a Borgo Maggiore di San Marino alle ore 16.30 di domenica 16 luglio. Quattordici le prove speciali distribuite nei due giorni di gara, 811 i chilometri totali del tracciato di gara.

Gli iscritti Suzuki Rally Trophy al Rally San Marino: 71 Martinelli Stefano - Rosignoli Luri (G.R. Motorsport); 72 Strabello Stefano - Scardoni Paolo (Destra 4); 73 Coppe Lorenzo - Poloni Giacomo (Millenium Sport Promotion); 74 Scalzotto Andrea - Andrian Fabio (Funny Team); 75 Antonucci Roberto - Antonucci Herbert (Winners Rally Team).

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Evento Suzuki Rally Trophy: San Marino
Articolo di tipo Preview