Postiglione, Rino Mastronardi/“Spidey” e Scanzi i vincitori di Monza

Postiglione, Rino Mastronardi/“Spidey” e  Scanzi i vincitori di Monza

Per loro successi rispettivamente in Gt3 Cup, Gt Open Cup e Cayman Cup

Una bella giornata di sole ha fatto da cornice alla quarta tappa della Targa Tricolore Porsche a Monza. Il campionato organizzato da Italiamotorsport e Porsche Club Italia in collaborazione con Pirelli è giunto al giro di boa, esprimendo ancora una volta un apprezzabile livello tecnico e agonistico. Con una perentoria affermazione sul circuito monzese, il potentino Vito Postiglione (Petri Corse) si aggiudica la gara del Trofeo GT3 Cup, ed è quindi il quarto vincitore della stagione, dopo i successi di Proietti al Mugello, di Villa a Vallelunga e di Bianconi al Paul Ricard. La vittoria di Postiglione non è mai stata in discussione, ma la gara è stata caratterizzata da diversi episodi degni di nota, come la bella performance di Giorgio Venica (Wheels Racing), terzo e autore della migliore prestazione stagionale. A metà gara Venica ha dovuto cedere la seconda posizione a Fabrizio Bignotti (Autorlando), che l'ha conservata fino alla bandiera a scacchi. Alle spalle del trio Postiglione, Bignotti e Venica ha terminato Stefano Bianconi (Ebimotors), autore di un'ottima rimonta che l'ha portato dal nono al quarto posto. Dietro Bianconi si è scatenata un'appassionante bagarre per la quinta posizione, che ha visto impegnati Ivan Costacurta (Ebimotors), Federico Borrett (Borrett Motorsport) e Paolo Gaiotto (Antonelli Motorsport), quest'ultimo costretto al ritiro per un testa coda alla Roggia nel corso del giro finale. L'ha spuntata Costacurta, che ha preceduto Borrett, “Gioga”, Loris Ruggi e Francesco Giustiniani. In classe Gt3r2 vittoria di Alessandro Lovato (Bonaldi Motorsport), autore di una gara regolare. Dopo quattro tappe Bianconi è il nuovo leader del campionato con 43 punti, e precede di sole due lunghezze Costacurta e di 11 Castellacci, assente a Monza. La lotta per il titolo si fa sempre più serrata e il finale di stagione si preannuncia incandescente, a tre appuntamenti dal termine. In classe Gt3r2 Lovato (88 punti) consolida il proprio vantaggio su Terenzi (45 punti). Emozioni nelle primissime battute della GT Open Cup, con Fausto Broggian subito fuori per una carambola in variante. La vittoria assoluta e di classe Gt2r1 è andata all'equipaggio Rino Mastronardi-“Spidey” (GDL Racing), autori di una gara molto regolare, soprattutto dopo l'uscita di pista al 10° giro del leader Luigi Lucchini (BMS Scuderia Italia). Molto bella la lotta per la seconda posizione assoluta fra Giovanni Caligaris (Caligaris Racing) e Davide Roda–Alberto Brambati (Antonelli Motorsport), che hanno concluso rispettivamente al secondo e al terzo posto; per Roda–Brambati si tratta della prima vittoria di classe Gt3r1 della stagione. La gara ha vissuto anche della spettacolare rimonta dei piloti della Ebimotors Stefano Bianconi–Giacomo Scanzi (sesti assoluti e quarti di classe Gt3r1) dopo che Bianconi aveva dovuto percorrere un giro ad andatura ridotta a causa di un problema alla vettura. La Gt3r1 ha perso nel finale anche Nasorri–Bignotti, fermati dal cedimento del cambio a 2 giri dalla fine mentre occupavano la terza posizione di classe. Secondo di Gt3r1 ha concluso l’ottimo Pierluigi Veronesi (Wheels Racing), che ha preceduto Marco Magli–Renato Di Amato. In Gt2r2 vittoria di Marco Cassera–Stefano Pozzi (GDL Racing), mentre in Gt5r hanno ottenuto il successo Alessandro Scotti e Loris Ruggi (Autosport Ruggi). In Gt2r1, Luigi Lucchini conduce con 74 punti, appena 6 in più di “Spidey”-Mastronardi. Appassionante la lotta per la classe Gt3r1, con Bianconi-Scanzi a quota 67, seguiti da Brambati (46), Magli e Di Amato (44) e Venica-Soravito (40). In Gt2r2 Cassera è al comando con 67, mentre in Gt3r2 continua la leadership di Rodio-Tanzi (44 punti). Quarto successo su quattro gare per Giacomo Scanzi (Ebimotors) nella Cayman Cup (Trofeo Pirelli), che ha preceduto un convincente Marco Macori (Starcars), partito dal fondo dello schieramento dove è stato retrocesso per taglio di variante nel corso delle prove ufficiali del sabato. Al quinto giro Macori era già secondo, posizione cha ha mantenuto fino alla bandiera a scacchi. Attardato Marco Masutti, che nelle prime tornate occupava la seconda posizione assoluta: il pilota della Starcars ha perso la posizione dopo le prime battute della gara, fino a concludere in nona posizione e quarta di classe. Terzo posto assoluto e primo della Selection Cup per Vincenzo Donativi (Starcars), che ottiene il secondo centro stagionale dopo quello di Vallelunga. Sfortuna per Gianluigi Piccioli (Ebimotors), rivale di Donativi nella corsa al titolo della Selection Cup, costretto a rallentare nel finale e retrocesso fino al settimo posto di classe. Nella classifica del Trofeo Pirelli, Scanzi allunga ulteriormente sugli inseguitori, e ora ha un vantaggio di 29 punti su Macori, 43 su Bravetti e 50 su Masutti. Nella Selection Cup, Donativi guida la classifica con 72 punti, seguito da Piccioli e Tempestini (oggi quarto di classe) a 50. La Targa Tricolore Porsche tornerà in pista il 17-19 settembre sul circuito del Mugello.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Porsche Targa Tricolore
Articolo di tipo Ultime notizie