Tripletta di Ledogar al Mugello nella Carrera Cup Italia

Una serie di penalità dopo la bandiera a scacchi cambiano la classifica di Gara 3

Una terza gara ricca di colpi di scena, quella proposta dalla Carrera Cup Italia che al Mugello archivia definitivamente il quarto weekend della stagione 2016.
A passare per primo sotto la bandiera a scacchi è stato Come Ledogar (Tsunami – RT Centro Porsche Padova), nonostante una penalizzazione inflitta nei suoi confronti proprio nelle ultime tornate, che ha messo in dubbio la sua vittoria fino al termine della gara. Al lionese sono stati dati cinque secondi per sosta irregolare ai box, in cui sono stati visti quattro meccanici lavorare sulla sua vettura, mentre il regolamento ne prevede massimo tre.

Piazza d’onore per Enrico Fulgenzi (TAM Racing), abile nel condurre una gara dalla condotta perfetta che gli ha permesso di conquistare punti importanti. Il terzo posto è andato virtualmente a Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), anche lui penalizzato per la stessa motivazione del compagno di squadra Ledogar. Il canadese inizialmente escluso dal podio ha ricevuto la coppa sotto la tenda.

Amaro in bocca per Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona), che dopo la penalità del francese aveva assaporato la sua prima vittoria nel Campionato tricolore, ma la direzione di gara a motori spenti ha deciso di infliggere anche a lui cinque secondi per un contatto di gara con Eric Scalvini (Dinamic Motorsport), facendolo retrocedere quarto. Posizione sufficiente al varesino che sale secondo nella classifica assoluta alle spalle del transalpino.

Quinto responso per Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport), autore di un’uscita di pista mentre era in lotta per la terza piazza proprio con Rovera, mentre a chiudere sesto è stato Scalvini.

Sfortunato Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) nella mini-endurance della domenica, in cui a seguito della rottura del radiatore causata da un sasso, è stato costretto al ritiro. La vettura del romagnolo durante la sosta è stata parzialmente sistemata per permettergli di fare il giro veloce e di portare a casa almeno un punto.
Acceso il duello anche nella Michelin Cup, con Marco Cassarà primo dopo i cinque secondi assegnati a Stefano Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) che lo ha sopravanzato nelle battute finali della corsa spingendolo fuori pista. Terzo Alex De Giacomi, che nonostante un buon passo di gara ha dovuto scontare 25” per non aver rispettato i tempi imposti al pit-stop.

La Classifica di Gara 3
1. Come Ledogar (Tsunami RT - Centro Porsche Padova) 24 giri in 47’20”962, alla media di 159,512 Km/h;
2. Enrico Fulgenzi (TAM Racing – Centro Porsche Latina) a 0”218;
3. Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 3”729;
4. Alessio Rovera (Ebimotors - Centro Porsche Verona) a 4”241;
5. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 11”355;
6. Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 24”244;
7. Eric Scalvini (Dinamic Motorsport) a 39”764;
8. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 50”731;
9. Stefano Zanini (Dinamic Motorsport - Centro Porsche Bologna) a 50”962;
10. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 53”731;
11. Walter Ben (Dinamic – Centro Porsche Varese) a 1 giro;
12. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport - Centro Porsche Modena) a 8 giri

Giro veloce il 7. di Drudi in 1’53”524 alla media di 166,326 Km/h.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Carrera Cup Italia
Evento Mugello
Sub-evento Gara 3
Circuito Mugello
Articolo di tipo Gara