Porsche Esports Carrera Cup Italia, Iaquinta e Giglioli si assicurano il titolo

L’ultimo appuntamento di Monza ha incoronato il campione in pista e l'emergente sim driver italo-venezuelano come vincitori della terza edizione del monomarca al simulatore promosso da Porsche Italia e Ak Informatica. Duello spettacolare con Nerbi e Malucelli, al top in gara 1, mentre De Salvo torna al successo in gara 2 e agguanta il podio assoluto.

Porsche Esports Carrera Cup Italia, Iaquinta e Giglioli si assicurano il titolo
Giovanni De Salvo
Malucelli
Alberto Cerqui, AB Racing
Azione in pista
Andrea Ottomani
Azione in pista
Nicola Baldan, Dinamic Motorsport
Malucelli, Valori, Baldan

Simone Iaquinta e Gianfranco Giglioli sono l’equipaggio vincitore della Porsche Esports Carrera Cup Italia 2020, il cui ultimo atto di Monza, disputato in precedenza rigorosamente dai rispettivi simulatori, è stato trasmesso ieri sera su Sky Sport Arena, che ogni lunedì ha seguito tutti i quattro round del monomarca virtuale promosso da Porsche Italia e Ak Informatica, giunto alla terza edizione e nel 2018 primo al mondo a seguire e riprodurre in parallelo la serie in pista.

Sulla fedele simulazione dell’Autodromo Nazionale la coppia che comandava la 911 GT3 Cup in livrea virtuale del team Ghinzani Arco Motorsport, quella numero 38 che Iaquinta ha utilizzato in pista nella vincente campagna 2020 della Carrera Cup Italia, ha conquistato il titolo grazie a un ottavo e un quinto posto ottenuti nelle due gare in programma.

Ai due bastavano 8 punti per aggiudicarsi l’alloro, ma le cose si sono complicate dopo l’ottavo posto del “real” driver calabrese in gara 1, che invece nei precedenti round a Imola, Mugello e Vallelunga aveva fatto filotto. Un titolo arrivato dunque soltanto all’ultima corsa grazie alla top-5 agguantata da Giglioli, 23enne italo venezuelano in continua ascesa che ha rappresentato anche la sorpresa fra i sim driver emergenti.

Il duello finale di Monza si era riacceso dopo la vittoria di Michele Malucelli in gara 1. Un successo che, con Iaquinta soltanto ottavo, aveva riavvicinato il pilota forlivese e il sim driver suo compagno di squadra Michele Nerbi all’equipaggio di testa.

In gara 2, però, Nerbi non è riuscito ad andare oltre la decima posizione, mentre Giglioli non si è lasciato sfuggire l’occasione che da tempo sognava e inseguiva, visto che anche in precedenza aveva provato a qualificarsi per la Porsche Esports tricolore, che grazie a questo titolo ora gli permetterà di vivere una Porsche Experience su un’auto “vera”.

Così ha commentato il sim driver classe 1997: “Non vedo l’ora di vivere la possibilità di sedermi a bordo di una Porsche e potermi divertire. Da bambino lo sognavo giocando a Gran Turismo. Vedremo quando sarà il momento, di sicuro già ora sento l’emozione. Già seguivo il monomarca virtuale Porsche ma in passato non mi era andata bene. Forse i tempi non erano maturi e non ero riuscito ad accedere alle fasi finali. Stavolta l’obiettivo era chiaro, cioè fare bene e dare del filo da torcere a rivali come De Salvo e Santoro. Con Iaquinta abbiamo fatto un lavoro eccezionale, così come con il mio amico ingegnere di pista Andrea Tufariello, con il quale abbiamo preparato la macchina in tutte e quattro le piste già prima della gara di qualificazione a inizio dicembre. Poi, quando alla prima gara abbiamo visto quanto Iaquinta andasse forte anche al simulatore, l’obiettivo è diventato vincere”.

Il campione della Carrera Cup Italia ha da par suo aggiunto: “E’ stata una bella esperienza e ci siamo divertiti. Con Giglioli abbiamo composto una buona coppia fin dalla prima gara, poi quando sei lì, anche se è un ‘gioco’, quando vedi i nomi dei rivali in pista ti sale il tasso di competitività e fai sempre il massimo per arrivare davanti! Inoltre è un’esperienza utile per allenarsi, mantenere sempre attivi sia i riflessi sia la mente”.

Con il secondo posto conquistato in campionato insieme a Michele Malucelli, per Michele Nerbi arriverà in premio un kit con volante e pedaliera Fanatec. Per il terzo classificato, Giovanni De Salvo (in equipaggio con Giovanni Altoè), tornato al successo in gara 2 sul campione uscente Danilo Santoro (quarto della classifica finale insieme a Risto Vukov) in palio c’era un kit da sim racing Logitech G923.

Infine, oltre ai premi ai protagonisti sul podio è prevista l'estrazione di 5 cuffie gaming Logitech G da assegnare ad altrettanti giocatori che non hanno raggiunto il podio assoluto.

Le classifiche di Monza

Gara 1 (piloti): 1. Malucelli in 31’38”670; 2. Cerqui a 2”072; 3. Altoè a 3”345; 4. Baldan a 6”992; 5. Fumanelli a 7”402; 6. Caglioni a 7”860; 7. Spavone a 11”611; 8. Iaquinta a 17”626; 9. Valori a 38”643; 10. Quaresmini a 42”634; 11. Baccani a 49”348; 12. Vukov a 1’11”019.

Gara 2 (sim racer): 1. De Salvo in 31’13”734; 2. Santoro a 6”791; 3. D’Alcamo a 8”291; 4. Tozzato a 8”750; 5. Giglioli a 9”302; 6. Di Lorenzo a 26”524; 7. Bianchi a 29”815; 8. Murè a 30”407; 9. Cattaneo a 33”367; 10. Nerbi a 35”156; 11. Battistella a 41”754; 12. Miraglia a 46”724; 13. Capitanio a 1’09”182; 14. Ottomani a 2 giri.

Classifica finale di campionato: 1. Iaquinta / Giglioli 94 p.; 2. Malucelli / Nerbi 78; 3. Altoè / De Salvo 68; 4. Vukov / Santoro 57; 5. Cerqui / Tozzato 48; 6. Fumanelli / Bianchi 37; 7. Baldan / D’Alcamo 36; 8. Caglioni / Battistella 31; 9. Spavone / Miraglia 30; 10. Quaresmini / Capitanio e Valori / Pellegrini 27; 12. Cunati / Ottomani 24; 13. Randazzo / Di Lorenzo 17; 14. Baccani / Murè 14; 15. Festante / Cattaneo 4.

condivisioni
commenti
A Monza si decide la Porsche Esports Carrera Cup Italia
Articolo precedente

A Monza si decide la Porsche Esports Carrera Cup Italia

Prossimo Articolo

Definito il calendario della Porsche Carrera Cup Italia 2021

Definito il calendario della Porsche Carrera Cup Italia 2021
Carica commenti