Porsche Esports Carrera Cup Italia, Baio firma la prima a Vallelunga

Il 21enne sim racer brianzolo, rookie del lotto, fa sua gara 2 del quarto round del monomarca virtuale di Porsche Italia e AK e ora insegue Battistella e Santoro in classifica. Tra i piloti reali ritorna in vetta Caglioni che anche grazie a Ciriello permette a Ombra Racing di comandare fra i Team in una lotta al titolo davvero serrata. Lunedì 3 gennaio alle 21.00 la trasmissione della quinta tappa al PEC Franciacorta su Sky Sport Arena

Porsche Esports Carrera Cup Italia, Baio firma la prima a Vallelunga
Leonardo Caglioni
Partenza di gara 2
Partenza di gara 2
Partenza di gara 2
Michele Malucelli
Partenza di gara 2
Partenza di gara 2

E’ stato ancora un round all’insegna di sorpassi e controsorpassi in classifica il quarto 2021 della Porsche Esports Carrera Cup Italia, il monomarca virtuale di Porsche Italia e AK Esports la cui tappa di Vallelunga è andata in onda nella serata di lunedì su Sky Sport Arena.

L’appuntamento al simulatore ha impegnato sul circuito capitolino fedelmente riprodotto in Assetto Corsa i protagonisti della serie che dal 2017 “affianca” la Carrera Cup Italia e sul traguardo hanno fatto festa Leo Caglioni nella gara 1 dei piloti “reali” e il rookie Matteo Baio nella gara 2 riservata ai sim racer, tra i quali la classifica è sempre più incerta, con Battistella, Santoro, lo stesso Baio e Nerbi racchiusi in soli 12 punti.

Gara 1

Ma iniziamo dalla prima corsa di Vallelunga, che ha segnato il ritorno al successo di Caglioni. Il pilota bergamasco classe 2003 si conferma anche tra i migliori interpreti della guida simulata e dopo il miglior tempo in prova ha colto la seconda vittoria stagionale facendo il vuoto davanti a Giorgio Amati.

Reduce dal successo di Imola, a sua volta il giovane riminese è stato autore di un nuovo exploit sul podio e il secondo posto colto sopravanzando di un soffio Michele Malucelli, buon terzo e sempre in battaglia tra i migliori, gli consente di rinsaldare la terza posizione in classifica generale.

Al comando è tornato lo stesso Caglioni, che ha scavalcato Simone Cunati, agevolato anche dal fatto che stavolta il forte kartista del Team Glo si è dovuto accontentare della quarta piazza. Fra i primi è rimasto tutto in gioco, mentre sul circuito romano è stata ancora una volta consistente la prova di Giammarco Levorato, rientrato in top-5 di fronte a Matteo Malucelli, Daniele Cazzaniga, Simone Iaquinta, Risto Vukov e Diego Cassarà, che hanno completato la top-10.

Gara 2

La corsa riservata ai sim racer ha invece portato alla ribalta un nome nuovo della serie, quello del 21enne brianzolo Matteo Baio, il quale, alla prima stagione, a Vallelunga è stato formidabile in gara dopo il nono tempo in qualifica, riuscendo a spezzare la recente egemonia di Stefano Battistella e Danilo Santoro, ai quali Baio si è notevolmente avvicinato in classifica.

Per l’attuale leader torinese è stata una gara 2 da dimenticare, terminata addirittura fuori dai punti dopo il quinto tempo delle prove. Per il campione 2019, che ora insegue il rivale a soli 2 punti, sul traguardo della pista di casa è arrivato soltanto il quarto posto dopo essersi distinto come autore del miglior tempo in qualifica. Alle spalle di Baio, quindi, sul podio è tornato il 26enne partenopeo Corrado Ciriello, mentre il bergamasco Michele Nerbi ha concluso terzo in scia.

Scorrendo la classifica di una corsa come di consueto combattutissima, ha confermato i progressi visti già a Imola il campione in carica Gianfranco Giglioli, il bolognese di origine venezuelana entrato per la seconda volta consecutiva in top-5 dopo un inizio più a singhiozzo. Soltanto nono, invece, Luca Vernole, il quale è paradossalmente più vicino alla vetta in una classifica che grazie allo “zero” rimediato da Battistella si è fatta ancora più interessante.

Team in bagarre

A livello di team, a fronte dei risultati globali, nella tappa di Vallelunga sono stati Ombra Racing e Dinamic Motorsport a recitare la parte del leone e a provare a scappare in classifica, con il duo Ciriello/Caglioni ora al comando in solitaria con 5 lunghezze sulla coppia Baio/Amati, in grande spolvero.

Rovescio della medaglia, perde la vetta il team Glo, pur restando in scia e quindi in piena lotta, mentre lo Tsunami RT dell’equipaggio Battistella/Levorato sull’autodromo romano non ha raccolto quanto sperato, perdendo terreno prezioso anche rispetto agli inseguitori del Team Malucelli con la coppia formata da Vernole e Malucelli jr.

Il quinto appuntamento della serie al simulatore, di scena sul circuito del Porsche Experience Center Franciacorta, sarà trasmesso lunedì 3 gennaio alle 21.00 sempre su Sky Sport Arena.­

Le classifiche di Vallelunga

Gara 1 (piloti): 1. Caglioni in 29’57”121; 2. Amati a 4”821; 3. Malucelli Mic. a 5”024; 4. Cunati a 14”586; 5. Levorato a 14”785; 6. Malucelli Mat. a 16”166; 7. Cazzaniga a 27”817; 8. Iaquinta a 29”170; 9. Vukov a 31”333; 10. Cassarà a 35”752; 11. Baccani a 52”741.

Gara 2 (sim racer): 1. Baio in 30’05”040; 2. Ciriello a 2”925; 3. Nerbi a 3”335; 4. Santoro a 3”777; 5. Giglioli a 5”700; 6. Siddi a 7”438; 7. Principi a 19”053; 8. Famulari a 21”402; 9. Vernole a 22”903; 10. Preti a 25”403; 11. Battistella a 30”661; 12. Carrara a 33”899; 13. Boddi a 44”466; 14. Tonizza a 1’26”822.

Campionato. Sim racer: 1. Battistella 40; 2. Santoro 38; 3. Baio 31; 4. Nerbi 28; 5. Vernole 23; 6. Ciriello 22. Piloti: 1. Caglioni 65; 2. Cunati 60; 3. Amati 50; 4. Malucelli Mic. 38; 5. Levorato 30; 6. Iaquinta 27. Team: 1. Ombra Racing (Ciriello/Caglioni) 87; 2. Dinamic Motorsport (Baio/Amati) 82; 3. Team Glo (Giglioli/Cunati) 79; 4. Tsunami RT (Battistella/Levorato) 70; 5. Team Malucelli (Vernole/Malucelli Mic.) 61.

condivisioni
commenti
Porsche Esports Carrera Cup Italia, Battistella fa il bis a Imola
Articolo precedente

Porsche Esports Carrera Cup Italia, Battistella fa il bis a Imola

Prossimo Articolo

Porsche Esports Carrera Cup Italia, in tre per la corona a Monza

Porsche Esports Carrera Cup Italia, in tre per la corona a Monza
Carica commenti