Carrera Cup: weekend positivo per Giardelli ad Imola

Il lombardo della Dinamic centra la prima Pole Position e con il podio conquistato sale in testa della classifica.

Carrera Cup: weekend positivo per Giardelli ad Imola

Per Alessandro Giardelli è stato un ottimo weekend, dove è mancata solamente la prima vittoria in Porsche Carrera Cup Italia.

Un circuito, quello di Imola, sicuramente tecnico e difficile, dove il pilota della Dinamic Motorsport si è espresso sempre al meglio. Partito bene fin dalle libere, ha dato il meglio in qualifica, dopo una buona prima parte è riuscito a portare a casa una fantastica Pole Position in 1’43”024, avvicinandosi al record della pista in qualifica che appartiene a Fulgenzi (1'42"9 stabilito nel 2018).

Dopo una buona partenza, Giardelli è riuscito a rimanere in testa alla gara, che però è stata caratterizzata anche da problemi di sovrasterzo, soprattutto nella parte della Variante Alta.

Non sono mancate le battaglie, tra queste anche con il Campione in carica. Un piccolo errore alla Rivazza lo ha fatto retrocedere di qualche posizioni, poi recuperate alla grande. Gara che ha visto poi l’ingresso di una Safety Car.

Nonostante questo è arrivata la terza posizione e la leadership in campionato.

In Gara 2 sono state due le Safety Car e una bandiera rossa, tre partenze, dove Giardelli ha mantenuto tutta la lucidità necessaria.

Anche in questa frazione, non sono mancate le battaglie e sotto la bandiera a scacchi è arrivata la terza posizione e ulteriori punti in classifica che gli permettono di arrivare a 118 punti, ossia cinque lunghezze di margine sul diretto avversario.

Adesso una lunga sosta, per poi ritornare in pista nel weekend del 17-19 settembre al Piero Taruffi di Vallelunga.

"Weekend fantastico, non mi aspettavo questi risultati, anche se pensavo potessero arrivare - ha detto Giardelli - Un weekend dove tutto è girato alla grande, sono leggermente deluso da gara 1 dove ho sofferto un fastidioso sovrasterzo. La ripartenza dopo la Safety Car è andata bene, senza nessun problema. Nonostante questo è arrivato al podio, credo che la vittoria ci poteva stare".

"Gara 2 molto difficile, due ripartenze e una bandiera rossa. Allo scattare dell’ultimo semaforo verde ho pensato solo a portare a casa punti, ho provato ad attaccare per la seconda posizione, ma alla fine va bene così. Il vantaggio non è tanto, la classifica è molto corta e ancora mancano diversi appuntamenti".

"Ora è il momento per un po’ di vacanza, poi penserò a Vallelunga. Devo ringraziare i miei sponsor, il mio coach Max Pigoli, il mio ingegnere Bruno Chiazzaro e tutto il Team Dinamic Motorsport".

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Imola: benvenuti nel weekend più pazzo del mondo

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Imola: benvenuti nel weekend più pazzo del mondo

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Cassarà-Raptor piombano sulla Michelin Cup

Carrera Cup Italia, Cassarà-Raptor piombano sulla Michelin Cup
Carica commenti