Carrera Cup Italia, Vallelunga: sabato di fuoco per Cerqui

Il pilota di AB Racing, arrivato all'apputtamento capitolino con massima determinazione, è chiamato a una prova di sostanza per recuperare sul terzetto Iaquinta-Quaresmini-Fumanelli: "Qui mi è sempre piaciuto e sono fiducioso per la qualifica". Le prove ufficiali scattano in mattinata, mentre gara 1 del quarto round è in programma alle 16.00

Carrera Cup Italia, Vallelunga: sabato di fuoco per Cerqui

Nel lungo sabato del quarto round della Porsche Carrera Cup Italia a Vallelunga, Alberto Cerqui è uno dei temi del giorno. Per lui forse non si tratta di un sabato da "dentro o fuori", ma certamente la qualifica in partenza questa mattina e gara 1 di oggi pomeriggio saranno due occasioni "di fuoco" per esprimere tutta la determinazione con la quale il driver di AB Racing (team che tra l'altro gioca in casa) è arrivato all'appuntamento che apre la seconda metà di stagione.

Una tappa cruciale nel cammino 2020 del 28enne bresciano, che dopo lo spumeggiante inizio al Mugello nei successivi round a Misano e Imola ha rimediato un paio di zeri in classifica che al momento pesano molto sull'economia del suo campionato.

E lui sa benissimo che a Vallelunga è chiamato a una prestazione di spessore per restare in contatto con il terzetto Iaquinta-Quaresmini-Fumanelli: "Sono molto motivato - conferma Cerqui -, il team ha lavorato molto per preparare la vettura al top e sono confidente di poter disputare una gara di livello. Lo scorso anno sono partito in pole position, ho conquistato la vittoria in gara 1 siglando il giro veloce e sono salito sul podio in gara due, quindi sono fiducioso di potermi esprimere al meglio anche in questa occasione. Non nascondo che la pista mi è sempre piaciuta e mi ha regalato delle belle emozioni come una delle mie prime vittorie in Formula Azzurra nel 2009 e la conquista del titolo nel Campionato Italiano Superstars nel 2011".

Questione di feeling, che tutto sommato, anche se tra le tante variabili della free practice ieri la 911 GT3 Cup del vicecampione 2013 della Carrera Cup Italia non è andata oltre al sesto posto, ha ribadito alla luce della stessa sessione: “Le libere sono andate abbastanza bene, mi sembrava di avere un buon passo. Come tempi sapevamo di non avere una gomma fresca e quindi di non poter puntare alle prime posizioni, però sono soddisfatto. Non sono lontanissimo, forse potevo fare qualcosa meglio, ma tutto sommato sono fiducioso per la qualifica. I tempi potranno scendere ancora, quindi sicuramente si dovrà andare stto al muri dell'1 e 34 per stare davanti. E poi con il fresco potrebbero anche esserci delle sorprese”.

Tradotto: il record della pista, che appartiene a Tommaso Mosca sul piede del 35"3, potrebbe anche cadere. Vedremo. La qualifica di stamattina prevede una grande battaglia, anche nel traffico delle 27 vetture iscritte, e nel weekend ci sarà poi occasione, per chi non l'abbia ancora fatto, come proprio lo stesso Cerqui, di usufruire di un set di Michelin "jolly" nuove in gara. Oggi e/o domani la strategia di ciascun protagonista sarà una variabile cruciale in più e azzeccare il momento più propizio probabilmente rappresenta la chiave del fine settimana.

 

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: le libere apparecchiano una qualifica da brividi

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: le libere apparecchiano una qualifica da brividi

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Vallelunga: per Festante prima pole con record!

Carrera Cup Italia, Vallelunga: per Festante prima pole con record!
Carica commenti