GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
41 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
61 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
33 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
89 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
32 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
46 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
53 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
40 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
68 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
25 giorni
Carrera Cup Italia 2017
Topic

Carrera Cup Italia 2017

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Rovera chiama e Pera risponde

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: Rovera chiama e Pera risponde
Di:
25 giu 2017, 12:18

Il capoclassifica emerge da una gara 2 con mille contatti e approfitta del ritiro del rivale varesino per riallungare in vetta, mentre Fulgenzi e Quaresmini si confermano ai vertici. Penalty per Jacoma nella prossima tappa

Riccardo Pera, Ebimotors, taglia per primo il traguardo
Podio Gara 2
Enrico Fulgenzi, Ghinzani Arco Motorsport
Daniele Cazzaniga, Dinamic Motorsport, in lotta con Alessio Rovera, Tsunami RT
Gianmarco Quaresmini, Dinamic Motorsport
Ivan Jacoma, Ghinzani Arco Motorsport
Walter Ben, Bonaldi Motorsport

Riccardo Pera torna a riprendersi la scena della Carrera Cup Italia 2017. Il lucchese di Ebimotors non lascia nulla di intentato in gara 2 e infilando due bei sorpassi sul poleman Jonathan Giacon (bruciato al via) e su Riccardo Cazzaniga si prende una vittoria pesantissima dopo aver resistito anche a Enrico Fulgenzi nel finale. Il capoclassifica torna dunque ad allungare nei confronti di Alessio Rovera. Il varesino di Tsunami RT deve infatti accontentarsi del solo punto del giro più veloce dopo l'hat-trick colto magistralmente in gara 1.

Tutta colpa di un contatto con Cazzaniga mentre i due erano in lotta per il quarto posto momentaneo, con Rovera che, contrariato per il successivo ritiro dopo i danni riportati all'anteriore della 911 GT3 Cup, è convinto che un podio era più che possibile. Da fuori resta la sensazione che sul rivale di Ghinzani Arco Motorsport il vincitore di gara 1 abbia un po' peccato di fretta e che forse avrebbe potuto attendere qualche curva.

Ma i piloti sono piloti e se vedono un varco ci si infilano. Come fatto proprio da Pera (e anche da Gianmarco Quaresmini) in precedenza sempre su Cazzaniga nel momento che ha deciso gara 2. E' raggiante il leader dell prestigioso monomaca a fine gara, anche se ancora cauto sul campionato: "Sono veramente contento e speriamo di continuare così - dice Pera -; Ma il campionato è ancora troppo lungo. Oggi è andata bene anche perché ammetto che qui Rovera ha dimostrato di essere un po' più veloce nell'arco del fine settimana, ma poi è stato sfortunato. L'ennesima dimostrazione che le cose in Carrera Cup Italia cambiano in fretta. E che è davvero troppo presto per parlare di titolo. In gara 2 comunque abbiamo fatto davvero una bella prestazione".

Più punti di tutti, anche se di poco, nell'arco del weekend a Vallelunga li ha marcati Enrico Fulgenzi. Due volte secondo, il marchigiano ha rosicchiato un punticino al capoclassifica e tre a Rovera, notevolmente riavvicinato dopo gara 2: "E' andato un po' tutto come avevo previsto - spiega il marchigiano del Ghinzani Arco Motorsport -. In gara 2 abbiamo completato un weekend sempre in crescendo e gli ultimi affinamenti sul setup hanno davvero funzionato. Avevo una macchina incredibile. Ho infilato i miei rivali e poi duellato con Pera fino al traguardo. Peccato per la safety car iniziale, forse due giri in più nel finale mi avrebbero favorito".

Anche Gianmarco Quaresmini ha colto due podi nel fine settimana laziale. Due terzi posti importanti come il pane e che l'alfiere Dinamic Motorsport rivendica con forza: "Sono molto felice anche oggi. Ho tenuto bene il ritmo ed è fondamentale la costanza di andare sempre a punti. L'obiettivo è quello di puntare sempre al podio e qui ce l'abbiamo fatta entrambe le volte. La macchina va alla grande e con la squadra mi trovo davvero bene".

Nel dopo gara 2, Ivan Jacoma, leader della Michelin Cup e vincitore di categoria in gara 1 è stato ritenuto responsabile del contatto che nelle prime fasi ha costretto al ritiro anche Francesca Linossi (ancora una volta sfortunatissima dopo la top-10 raggiunta ieri) e decretato l'ingresso della safety car, rimasta in pista per un paio di tornate. Per questo lo svizzero del Ghinzani Arco Motorsport ha ricevuto una penalizzazione di quattro posizioni sulla griglia di partenza di gara 1 nel prossimo appuntamento.

Altro provvedimento della direzione gara è stato quello che sempre nel dopo gara 2 ha "promosso" Walter Ben (Bonaldi Motorsport) al 13esimo posto assoluto e sesto di Michelin Cup (fatto che gli è valso il secondo punto stagionale). A retrocedere 14esimo Roberto Minetti, penalizzato di 5 secondi per un sorpasso proprio ai danni del rivale effettuato però sotto regime di bandiere gialle.

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Vallelunga: Pera ripristina la gerarchia in gara 2

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Pera ripristina la gerarchia in gara 2

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Vallelunga: occhio a quei due!

Carrera Cup Italia, Vallelunga: occhio a quei due!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Vallelunga
Location Vallelunga
Autore Gianluca Marchese