GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
59 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
81 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
73 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
129 giorni
Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
30 giorni
WRC
12 feb
-
16 feb
Evento concluso
G
Rally del Messico
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
23 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
10 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
24 giorni
Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
9 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
4 giorni
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
29 giorni
Carrera Cup Italia 2017
Topic

Carrera Cup Italia 2017

Carrera Cup Italia, Vallelunga in agrodolce per lo Tsunami RT

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga in agrodolce per lo Tsunami RT
Di:
27 giu 2017, 09:36

Il team ucraino e Alessio Rovera tornano sulle controversie del terzo round dello scorso fine settimana prima di tuffarsi nell'omologo monomarca francese a Digione. Podi ed esperienza per i fratelli Curti

Alessio Rovera, Tsunami RT
Daniele Cazzaniga, Dinamic Motorsport, in lotta con Alessio Rovera, Tsunami RT
Carlo Curti, Tsunami RT
Podio Gara 2 Michelin Cup
Alessio Rovera, Tsunami RT, taglia per primo il traguardo
Lino Curti, Tsunami RT
Azione di gara
Box Tsunami RT

Dopo l'hat-trick in gara 1 e il contatto con Daniele Cazzaniga che gli è costato il ritiro in gara 2, sono più che comprensibili i sentimenti contrastanti di Alessio Rovera e del team Tsunami RT al rientro dal terzo round della Carrera Cup Italia disputato a Vallelunga. La squadra ucraina con base a San Marino e il suo driver di punta saranno impegnati già il prossimo weekend a Digione (dove Rovera è all'esordio assoluto) nel terzo appuntamento dopo Spa e Le Mans dell'omologo monomarca francese, ma resta ancora un occhio rivolto a quanto successo sul circuito laziale.

Il giovane pilota inserito anche nello Scholarship Programme di Porsche Italia è sempre secondo in classifica alle spalle di Riccardo Pera (Ebimotors), ma ora i punti di distacco sono 17. Un peccato per il team e il 22enne varesino, che aveva dominato gara 1 e che, ancora deluso, ritiene tuttora giusta la manovra di sorpasso tentata ai danni del brianzolo di Ghinzani Arco Motorsport nella corsa successiva (la direzione di gara l'ha in effetti rubricata come normale contatto di gara): “Dopo il rientro della safety car - racconta Rovera - con le gomme nuove ho fatto il giro più veloce e subito dopo ho sorpassato Giacon. Poi ho provato a superare Cazzaniga, che era più lento dappertutto. Poi all'ultima curva, la Roma, ero all'interno con tutta la macchina e lui ha voluto forzare anche li. Quindi ci siamo toccati e si è rotto il radiatore. Gara finita...".

Anche per Carlo Curti le due gare hanno avuto esito diverso, ma nel suo caso il ritiro è arrivato in quella del sabato: ”Mi stavo divertendo e facevo dei tempi abbastanza buoni - dice il 28enne milanese -, ero attaccato al gruppetto davanti. Negli ultimi giri alla Roma (curva davvero maledetta per lo Tsunami RT, ndr) sono andato in testacoda e Stefano Zanini non ha potuto evitarmi e siamo finiti fuori entrambi. Peccato, pero èun'esperienza anche questa. In gara 2 (12° al traguardo, ndr) sono partito bene e mi sono ritrovato in mezzo al gruppo con qualche rischio al Curvone, dove ho evitato una vettura che si era girata in piena curva. Dopo pochi giri, però, sono andato in crisi con gli pneumatici e ho dovuto ritrovare il mio ritmo. Ora non vedo l'ora di correre al Mugello”.

Nel caso del fratello Lino, invece, entrambe le gare, concluse al nono e all'ottavo posto assoluto, sono state positive, con tanto di due podi e punti pesanti per la classifica della Michelin Cup: “Sono contento - spiega Curti -. In ogni gara facciamo un passettino in avanti. Abbiamo fatto una bella battaglia con Alex De Giacomi in entrambe le corse. Manca ancora qualcosa per poter vincere, ma mi sono divertito".

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Vallelunga: occhio a quei due!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: occhio a quei due!

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Fulgenzi: "Con l'auto a posto difficile battermi"

Carrera Cup Italia, Fulgenzi: "Con l'auto a posto difficile battermi"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Vallelunga
Location Vallelunga
Team Tsunami RT
Autore Gianluca Marchese