Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
FP1 in
13 Ore
:
18 Minuti
:
24 Secondi
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Iaquinta gode, Fulgenzi ci pensa

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: Iaquinta gode, Fulgenzi ci pensa
Di:
15 set 2019, 17:33

Ecco le classifiche di campionato dopo i colpi di scena e le emozioni vissute sul circuito romano, da dove il driver di Ghinzani Arco Motorsport se ne va con una preziosa leadership in tasca e quello di Tsunami RT con la consapevolezza che forse si puà ancora lottare anche per il titolo...

Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Partenza
Atmosfera
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Podio Gara 2 Silver Cup
Podio Gara 2
Marco Cassarà, Ombra Racing
Podio Gara 2 Michelin Cup
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport

E' stato davvero per cuori forti il quinto round della Porsche Carrera Cup Italia conclusosi a Vallelunga con la vittoria in gara 2 di Enrico Fulgenzi, la nuova leadership di Simone Iaquinta, Marco Cassarà e Federico Reggiani che allungano in Michelin e Silver Cup, gli incredibili ritiri di Patrick Kujala e Diego Bertonelli e la penalty post-gara inflitta a Jaden Conwright. E il tutto era iniziato con il dominio di Alberto Cerqui.

Insomma, un menu speciale quello che il circuito romano ha potuto vivere grazie ai protagonisti del prestigioso monomarca tricolore. E non è che ci sia molto da fare i calcoli, in realtà. Anche se poi tutti li fanno. La classifica assoluta resta molto ravvicinata, si sono invertite soltanto alcune posizioni. Mentre viene su forte proprio Fulgenzi, sempre più "Dobermann" della serie. Avesse vinto quella gara 2 del Mugello dove invece si è dovuto fermare a pochi chilometri dal termine a causa di una probabile foratura, il portacolori di Tsunami RT sarebbe davvero rientrato in pieno nella corsa al titolo.

Felicissimo per il "garone" domenicale, e ci mancherebbe, davanti al "suo" pubblico e a quello del Centro Porche Latina, proprio sulla possibilità di recriminazione commenta così: "Questa vittoria me la godo tutta perché in tanti anni qui in Carrera Cup ho imparato a non pensare troppo al passato perché questo campionato è così. Abbiamo visto piloti perdere il titolo con 70 punti di vantaggio a due gare dalla fine, non bisogna guardare indietro, bisogna solo essere concentrati e cercare di ottenere il meglio gara dopo gara."

Quindi, anche se Fulgenzi paga ancora 26,5 punti rispetto alla vetta, forse non è poi così impossibile provare a lottare ancora per il titolo visti i continui colpi di scena di Vallleunga: "Assolutamente. Anche perché vedo degli animi molto caldi. Kujala e Conwright oggi si sono eliminati, tra l'altro in posizioni in cui non c'era bisogno visto che erano secondo e terzo, credo che a Misano e Monza potrebbe succedere qualcosa. Vedremo. Io punterò solo a fare il meglio".

Se Fulgenzi cova ancora qualche speranza è naturale che chi gli è davanti nella rincorsa a Iaquinta debba soltanto ritrovare un po' di lucidità. La pressione sale con l'avvicinarsi delle ultime gare e si è visto: Bertonelli che si prende un drive-through per un contatto è merce rara; Kujala che tampona Conwright che a sua volta poco prima era stato autore di una partenza anticipata pure.

L'unico che ha continuato a tenere la testa "dritta", pur non rinunciando ad alcuni lati da "mastino" tipici della sua guida è proprio Iaquinta. Considerando anche la sfortunata gara 2 di Monza è lecito anche definire stra-meritata questa leadership per l'alfiere di Ghinzani Arco Motorsport, che ha rimontato punto su punto.

E il driver cosentino, giustamente, se la gode dopo il secondo posto di gara 2: "Sono partito agguerrito con gomme nuove perché avevo voglia di recuperare. Diversamente dal solito ho puntato tutto sulla prima parte di gara per fare una mossa che gli altri non si aspettavano. E la mossa ha pagato. Bellissimo il duello con Cerqui, al quale ho resistito e ora me ne vado da Vallelunga con una leadership bellissima dopo che ieri era andata male e oggi invece non poteva andare meglio. A Misano avremo tutti alle spalle, è una bella pressione ma quando sei davanti forse è più facile!".

Appunto, forse...

Le classifiche dopo Vallelunga.

Assoluta: 1. Iaquinta p.102,5; 2. Conwright 98; 3. Bertonelli e Kujala 89; 5. Fulgenzi 76.

Michelin Cup: 1.Cassarà p.79; 2. De Giacomi 69,5; 3. Mardini 57; 4. Reggiani 27,5; 5. Pastorelli 23.

Silver Cup: 1. Reggiani p.52; 2. Galassi 41; 3. Mercatali 35,5 ; 4. La Marca e Monforte 8.

Team: 1. Dinamic Motorsport p.118; 2. Ghinzani Arco Motorsport 88,5; 3. Bonaldi Motorsport 85; 4. Tsunami RT 74; 5. Ombra Racing 69.

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Vallelunga: Conwright penalizzato, Iaquinta "respira"!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Conwright penalizzato, Iaquinta "respira"!

Prossimo Articolo

Nella Porsche Esports Carrera Cup Italia Ciriello vince a Vallelunga ma Santoro va in fuga

Nella Porsche Esports Carrera Cup Italia Ciriello vince a Vallelunga ma Santoro va in fuga
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Vallelunga
Location Vallelunga
Autore Gianluca Marchese