Formula 1
06 dic
Gara in
22 Ore
:
18 Minuti
:
27 Secondi
MotoGP WRC
19 nov
Cancellato
01 dic
Giorno 4 in
11 Ore
:
23 Minuti
:
27 Secondi
WSBK
17 ott
Evento concluso
Formula E
G
ePrix I di Londra
24 lug
Prossimo evento tra
230 giorni
G
ePrix di Londra II
25 lug
Prossimo evento tra
231 giorni
WEC
14 nov
Evento concluso
GT World Challenge Europe Sprint GT World Challenge Europe Endurance

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Iaquinta nel terzetto di campioni in gara 2

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: Iaquinta nel terzetto di campioni in gara 2
Di:

Il driver di Ghinzani Arco Motorsport brucia Fumanelli in partenza e non sbaglia in una gara pazzesca in lotta continua con Fulgenzi e Quaresmini, saliti entrambi sul podio. Tanti i contatti sotto investigazione, mentre Mardini e Bianconi allungano in Michelin e Silver Cup. Prossima tappa al Mugello dal 2 al 4 ottobre

Gara dalle mille emozioni e dalle tante investigazioni che stanno tuttora impegnando i commissari. Restando a quanto vissuto in pista, in gara 2 del quarto round della Porsche Carrera Cup Italia a Vallelunga pazzesca lotta a tre in un terzetto di campioni che sul traguardo ha premiato Simone Iaquinta (campione 2019), tornato al successo e riavvicinatosi al leader Gianmarco Quaresmini (campione 2018), dopo la vittoria di ieri terzo alle spalle di Enrico Fulgenzi (campione 2013), salito a sua volta di nuovo sul podio.

Gara asciutta dopo la leggera pioggia caduta pochi minuti prima della partenza e start animato fin da subito con Iaquinta che brucia la pole di David Fumanelli e passa subito al comando. Il driver di Ghinzani Arco Motorsport cerca una fuga immediata, ma alle sue spalle emergono Quaresmini e Fulgenzi. Quest'ultimo, al primo weekend con il team che porta il suo nome, compie un doppio sorpasso mozzafiato all'uscita della curva Roma sullo stesos Quaresmini e Fumanelli e sale secondo.

Quaresmini lo segue poco dopo, al giro 5, quando passa Fumanelli ai Cimini. Il driver del team Q8 Hi Perform, che per l'intero weekend non è riuscito a tenere il ritmo scatenato del terzetto di testa, resterà quarto fino al traguardo, mentre l'alfiere di Tsunami RT raggiunge Fulgenzi e Iaquinta.

Da quel momento il terzetto di campioni fa gara a sé e la lotta è al limite in ogni curva. Quaresmini e Fulgenzi si sorpassano e controsorpassano mente continuano a insidiare anche Iaquinta. Il campione in carica però resiste fino al traguardo, nonostante anche il traffico dei doppiati nel frattempo sopraggiunti, e festeggia il terzo successo stagionale consapevole del'importanza dei punti recuperati su Quaresmini. Il capoclassifica conclude terzo alle spalle di Fulgenzi ma riesce a conservare 5 lunghezze sul rivale calabrese recuperando il punto aggiuntivo del giro più veloce.

Per il driver jesino, invece, la grande soddisfazione di aver migliorato il terzo posto di gara 1 ed essere quindi salito due volte sul podio al rientro dopo quasi un anno e alla prima con il suo team.

Alle spalle dei tre e di Fumanelli, la lotta per la top-5 ha coinvolto più piloti, anche qui con tanti duelli mozzafiato. Dopo la pole e il podio di ieri, Aldo Festante ha concluso quinto con la 911 GT3 Cup di Ombra Racing davanti ad Alberto Cerqui (AB Racing) e Marzio Moretti (Bonaldi Motorsport), più volte in battaglia fra loro.

Dalla lotta a metà gara è uscito Emil Skaras, ritirato per un largo sui dissuasori che probabilmente hanno danneggiato la sua vettura nel tentativo di sorpasso tentato sul compagno di squadra Festante.

La top-10 è completata dai portacolori Dinamic Motorsport, anche loro in grande lotta fra loro: Stefano Monaco è ottavo dopo aver avuto la meglio su Lodovico Laurini e Nicola Baldan è decimo in scia al driver parmense.

In Michelin Cup allungo di Bashar Mardini in classifica. Il gentleman driver canadese di Tsunami RT, 13esimo assoluto, ha vinto la categoria con margine su Luca Pastorelli (Krypton Motorsport), e Walter Palazzo, ma anche qui contatti e investigazioni non sono mancati. Lo stesso pilota siciliano di Ghinzani Arco Motorsport ha concluso terzo nonostante la penalty di 5 secondi comminatagli dopo aver causato il testacoda di Piero Randazzo (AB Racing) al Tornantino.

Allungo, infine, anche nella Silver Cup, dove Stefano Bianconi torna alla vittoria con Ghinzani Arco Motorsport contenendo all'inizio la verve di Max Donzelli (GDL Racing) e regolando Gianfranco Bronzini (Enrico Fulgenzi Racing), che ha di nuovo concluso a podio all'esordio. Uscito di scena, invece, Carlo Scarpellini (Tsunami RT), ritirato dopo una fase concitata di doppiaggio con Iaquinta.

La Porsche Carrera Cup Italia tornerà in pista per il quinto e penultimo round al Mugello nel weekend del 4 ottobre.

La nebbia di Vallelunga non ferma la Carrera Cup italia, ma piove!

Articolo precedente

La nebbia di Vallelunga non ferma la Carrera Cup italia, ma piove!

Prossimo Articolo

Carrera Cup italia, Iaquinta dopo Vallelunga: "Eravamo obbligati a vincere!"

Carrera Cup italia, Iaquinta dopo Vallelunga: "Eravamo obbligati a vincere!"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Vallelunga
Location Vallelunga
Autore Gianluca Marchese