Carrera Cup Italia, Raptor leader in Michelin Cup ma è corsa contro il tempo

La squadra diretta da Andrea Palma resta al comando grazie al successo in gara 1 a Vallelunga con Cassarà, poi protagonista in gara 2 di un rovinoso capottamento che costringe il team al cambio di scocca sulla 911 GT3 Cup del Centro Porsche Catania: “Dobbiamo lavorare senza sosta per essere pronti alle prossime tappe”

Carrera Cup Italia, Raptor leader in Michelin Cup ma è corsa contro il tempo

Weekend dai due risvolti per Raptor Engineering nella Porsche Carrera Cup Italia, che lo scorso weekend sull’Autodromo di Vallelunga ha disputato il quarto dei sei round 2021. Il team modenese resta al comando della Michelin Cup con Marco Cassarà al volante della 911 GT3 Cup “targata” Centro Porsche Catania malgrado una rovinosa uscita di pista in gara 2 abbia fermato a tre la striscia di successi consecutivi ottenuti fino a quel momento in stagione.

Con la squadra diretta da Andrea Palma reduce dalla doppietta di Imola prima della pausa estiva, infatti, il pilota romano aveva messo a segno proprio sul circuito di casa la terza vittoria di fila nella gara 1 di sabato, dopo avere anche ottenuto il miglior tempo di categoria in qualifica. Un successo molto importante in ottica rincorsa al titolo e che infatti conferma il team Raptor leader di Michelin Cup nonostante il ritiro in gara 2, terminata contro le barriere di protezione nel tratto immediatamente seguente al Curvone, con tanto di doppio capottamento, ma con un Cassarà, qualche acciacco a parte, praticamente illeso.

“Innanzitutto l’importante è che Marco stia bene - ha dichiarato Palma -, per il resto siamo già al lavoro a testa bassa. Dispiace ancora di più per l’uscita di gara 2 perché questo episodio è accaduto proprio nella tappa di casa, dove sicuramente era più bello festeggiare il weekend, che fra l’altro era iniziato benissimo sabato, piuttosto che tornare con delle preoccupazioni in vista del penultimo round a Franciacorta. Abbiamo pochi giorni per ripristinare in perfette condizioni la nostra auto. Ci attende una full immersion di lavoro. Siamo però ancora primi in campionato e questo è uno stimolo in più per l’intera squadra. Sentiamo particolarmente l’impegno e ce la metteremo tutta."

 

Da canto suo Cassarà ha così ripercorso il fine settimana casalingo, terminato quasi "sottosopra" ma senza dubbio anche competitivo: "In qualifica ho sfruttato al meglio la conoscenza della pista, ottenendo la pole di classe ma soprattutto permettendomi il lusso di inserirmi nelle posizioni di vertice. Sono molto soddisfatto per aver vinto un duello accesissimo con De Giacomi in gara 1, grande rammarico invece per come si è conclusa gara 2: avevamo tutto quanto per tentare una nuova doppietta...".
condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, per Cerqui weekend ok a Vallelunga
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, per Cerqui weekend ok a Vallelunga

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, svelata anche in Italia la nuova 911 GT3 Cup

Carrera Cup Italia, svelata anche in Italia la nuova 911 GT3 Cup
Carica commenti