Carrera Cup Italia, Le Castellet: Quaresmini, Campana e Iaquinta mettono la freccia

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Le Castellet: Quaresmini, Campana e Iaquinta mettono la freccia
Di:
12 mag 2018, 13:36

Risalgono le quotazioni e le aspettative dei tre protagonisti che si sono qualificati alle spalle di Rovera e Mosca e che rappresentano al momento i primi "attaccanti" dei team Dinamic, Ghinzani Arco e Ombra.

Sergio Campana, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ombra Racing
Gianmarco Quaresmini, Dinamic Motorsport
Sergio Campana, Ghinzani Arco Motorsport
Marco Cassara, Ombra Racing e Simone Iaquinta, Ombra Racing, in pit lane
Luca Pastorelli, Dinamic Motorsport e Gianmarco Quaresmini, Dinamic Motorsport
Sergio Campana, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ombra Racing

Rispetto a quanto visto nel primo round di Imola, dove per diversi motivi al termine nessuno dei tre è riuscito a brillare, i riflettori della Carrera Cup Italia stanno illuminando il fine settimana di alcuni protagonisti che a Le Castellet sembrano decisamente in risalita.

Ancora alle prese con il dover migliorare l'interpretazione del giro secco rispetto a gomme e nuova vettura, Gianmarco Quaresmini è riuscito a dare una zampata importante a pochi secondi dal termine delle qualifiche, quando ha conquistato il terzo tempo e guadagnato così la seconda fila, anche se un po' staccato dagli Tsunami boys.

Il bresciano pilota di Dinamic Motorsport ha così ritrovato uno spunto di sorriso dopo il complicato weekend in riva al Santerno e ora prepara una gara 1 che potrebbe pesare molto sul prosieguo del suo campionato.

Quaresmini troverà al suo fianco in una seconda fila molto "calda" Sergio Campana. Proprio i due erano arrivati al contatto che ha di fatto condizionato tutto il weekend di Imola dello stesso Quaresmini ma pure del già campione italiano di F3, finito penalizzato.

Anche Campana ha dunque bisogno di un risultato di rilievo "Ci stiamo avvicinando - spiega il driver emiliano -. La qualifica è andata abbastanza bene, con il primo set di gomme ho visto che comunque eravamo competitivi. Gli altri vanno forte e non posso fare errori., piuttosto ogni volta devo sempre imparare qualcosa e in effetti inizio a scoprire sempre cose nuove che a mano a mano mi aiutano. Ad esempio sul veloce era una fase in cui i movimenti della 911 GT3 Cup mi mettevano un po' in crisi mentre ora ho imparato a isolare quali sono le sensazioni giuste del grip".

Nei primi cinque della qualifica, a conferma anche del positivo lavoro svolto nelle libere, di cui era particolarmente soddisfatto, anche Simone Iaquinta potrà giocare le sue carte al tavolo dei migliori, a patto di non incappare in qualche "corpo a corpo" di troppo come accadutogli a Imola.

Sempre sorridente, così il 27enne pilota calabrese di Ombra Racing, tornato quest'anno nella Carrera Cup Italia ritrovando nuova vettura e nuovo team, sta vedendo questo intenso sabato al Paul Ricard: "Siamo partiti con il piede giusto, il team ha lavorato bene e poi durante la qualifica siamo stati sempre tra i migliori e solo alla fine ci hanno privato della seconda fila sperata (per merito appunto di Quaresmini, ndr). Però qui per me è tutto nuovo, soprattutto la pista e stiamo progredendo come speravamo. E' un quinto tempo importante e in partenza cercherò concretezza, attaccherò solo se sarà possibile perché l'obiettivo è arrivare al traguardo senza problemi".

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Le Castellet: per Mosca è uno... Tsunami "pazzesco"

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Le Castellet: per Mosca è uno... Tsunami "pazzesco"

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Le Castellet: Rovera imprendibile in gara 1

Carrera Cup Italia, Le Castellet: Rovera imprendibile in gara 1
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Le Castellet
Location Circuit Paul Ricard
Autore Gianluca Marchese
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie