Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
Carrera Cup Italia 2017
Topic

Carrera Cup Italia 2017

Carrera Cup Italia, Pera e Rovera alla resa dei conti

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Pera e Rovera alla resa dei conti
Di:
2 ott 2017, 15:21

Al Mugello è definitivamente "esplosa" la lotta per il titolo fra i due grandi protagonisti della stagione del monomarca tricolore, che a Monza vivrà il duello decisivo, quando conteranno anche i nervi saldi

Partenza Gara 2
Alessio Rovera, Tsunami RT
Riccardo Pera, Ebimotors, splitter danneggiato
Alessio Rovera, Tsunami RT
Riccardo Pera, Ebimotors
Alessio Rovera, Tsunami RT, Gianmarco Quaresmini, Dinamic Motorsport
Riccardo Pera, Ebimotors

Gara 2 della Carrera Cup Italia al Mugello ha fatto letteralmente "esplodere" la lotta per il titolo. Partito bene allo start ma poi finito sui coni che delimitano la pista con danni a splitter anteriore e radiatore, Riccardo Pera ha cercato in ogni modo di mantenere la posizione su Alessio Rovera, che nel frattempo gli era piombato subito alle spalle.

Con la vettura danneggiata il leader della serie, forse pagando a quel punto un eccesso di nervosismo dovuto anche al fatto che per la prima volta in stagione avrebbe potuto perdere punti davvero pesanti sul rivale varesino dopo aver già dovuto difendersi in gara 1, ha mantenuto una condotta sempre aggressiva, anche dopo che gli era stata esposta la bandiera bianconera.

Qualcosa che non si era mai visto in precedenza. Niente a che vedere neppure con la prima gara 2017 a Imola, quando la sua splendida difesa su Rovera era stata sì decisa, ma senza eccessi né contatti rischiosi, e soprattutto redditizia fino in fondo. Perché francamente veder sfilare pure da diversi gentlemen i migliori due della classifica con quella facilità non è stato esattamente uno spettacolo edificante sotto il profilo più prettamente “tecnico”.

Il rookie di Ebimotors – Centro Porsche Verona, per il quale è opportuno ricordare pure i 18 anni da poco compiuti e quindi anche il fatto che a certi livelli non è sempre facile gestire le tensioni naturali di una battaglia sportiva così ravvicinata senza un ampio background di esperienze, pagherà questa condotta con la penalizzazione di 10 posizioni sulla griglia di partenza della prossima gara.

Per sua fortuna sarà gara 1 a Monza, dove i sorpassi non sono certo proibitivi e dove per le due corse conclusive del 21 e 22 ottobre (ecco, forse la lotta è “esplosa” almeno una gara prima del dovuto) Pera arriverà con 13 punti di vantaggio sul portacolori Tsunami RT – Centro Porsche Padova.

Dal canto suo, Rovera al Mugello è apparso “spiazzato” di fronte alle manovre del capoclassifica toscano. E non l'ha presa bene. Nonostante tutto, alla fine lo score finale del suo weekend al Mugello recita +9 rispetto al rivale. Potrebbe non bastare per Monza questo bottino recuperato mantenendo sempre sangue freddo, per alcuni fin troppo durante il duello con Pera, ma magari, anche alla luce dei 25 secondi di penalizzazione poi presi per il non rispetto dell'esatta procedura prima della partenza, la calma in quei concitati frangenti potrebbe anche averlo ben consigliato.

Insomma, forse proprio il mantenimento dei nervi saldi, che spesso è il passaggio decisivo per laurearsi campione, sarà per i due la chiave dell'ultimo round. Più dell'adrenalina, più dell'ambizione di vincere, più del calcolo matematico. E, più degli stessi nervi saldi, conterà dare tutto ma sempre nel rispetto dell'avversario. Perché quasi sempre nello sport sono questi due aspetti insieme il reale metro del livello di serenità che ognuno prova quando è in pace con se stesso.

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Jacoma chiude i conti Michelin Cup al Mugello!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Jacoma chiude i conti Michelin Cup al Mugello!

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Quaresmini-record è diventato imprendibile!

Carrera Cup Italia, Quaresmini-record è diventato imprendibile!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Mugello II
Location Mugello
Piloti Alessio Rovera , Riccardo Pera
Autore Gianluca Marchese