Carrera Cup Italia, Monza: Fumanelli-pole, sorpresa Barri!

Il pilota Q8 Hi Perform si è guadagnato la partenza al palo di gara 1 delle 16.10 (diretta Sky Sport Collection) svettando in una qualifica a suon di record e incerta fino all'ultimo. Il 29enne pilota bolognese porta invece Raptor Engineering per la prima volta in prima fila battendo per un solo millesimo Iaquinta, mentre Quaresmini è solo 7°. Mardini e Biolghini/Scarpellini al top in Michelin e Silver Cup.

Carrera Cup Italia, Monza: Fumanelli-pole, sorpresa Barri!

David Fumanelli guadagna di forza la pole position di gara 1 dell'ultimo round della Porsche Carrera Cup Italia a Monza al termine di una qualifica tiratissima che ha visto diversi protagonisti alternarsi nelle primissime posizioni e una battaglia finale da antologia. E a suon di record. Due i giri sul piede dell'1'48"8 firmati dall'alfiere del Team Q8 Hi Perform, uno cancellato per track limit, l'altro buonissimo e importantissimo per il driver brianzolo, che con il tempo di 1'48"838 fa il nuovo record del tracciato e nella per lui comunque difficile lotta al titolo intanto si mette davanti a tutti a caccia del massimo risultato possibile.

Grazie alla pole position sono due al momento i punti rosicchiati al leader Simone Iaquinta, che ora ne ha sempre 17 su Gianmarco Quaresmini (che in gara 1 scatterà dalla quarta fila) e 20 appunto su Fumanelli. Il portacolori di Ghinzani Arco Motorsport aveva già fatto il record in PQ1 in 49"1, ma in PQ2 non è riuscito a dare la zampata finale, ritrovandosi terzo a un soffio da dal poleman e ad ancora meno da Giacomo Barri, che lo ha battuto all'ultimo giro per un solo millesimo!

E' proprio il driver bolognese la grande sorpresa di queste qualifiche, nelle quali prima ha rischiato di non passare il taglio della PQ1, poi ha infilato un giro quasi perfetto terminando a soli 68 millesimi da Fumanelli e regalando la prima prima fila al team Raptor Motorsport, accolta con la dovuta soddisfazione nella squadra diretta da Andrea Palma.

Insieme a Fumanelli, Barri e Iaquinta, ad abbattere il muro dell'1 e 49 è quindi riuscito anche Riccardo Pera, che si accomoderà in quarta piazza sulla griglia di partenza a un solo decimo dalla pole position all'esordio suo e di Ebimotors con la 911 GT3 CUp da 4000cc. Anche in casa del team comasco la soddisfazione non è mancata al termine delle sfide della PQ2.

A seguire, terza fila a tre decimi dal poleman per il duo di giovanissimi della Scholarship Programme formato da Marzio Moretti, quinto con Bonaldi Motorsport e sempre sui limiti dei migliori, e da Aldo Festante, sesto con Ombra Racing dopo aver superato di un soffio Quaresmini. Al portacolori di Tsunami RT, settimo, è mancato l'ultimo settore dopo gli ottimi split inziiali.

Con l'ottavo riscontro (nello stesso decimo di Moretti, Festante e Quaresmini!) ha concluso Emil Skaras, secondo alfiere di Ombra Racing in top-10 (un problema alla cinghia ha invece rallentato Leonardo Caglioni) davanti ad Alberto Cerqui, nono con AB Racing, e a Stefano Monaco, decimo. Il 22enne pilota di Dinamic Motorsport ha cercato di rimediare alla quasi totale mancanza di prove libere dopo il problema alla centralina riscontrato ieri e ha girato fin dal primo minuto disponibile della PQ1.

Proprio nella prima sessione, non erano riusciti a superare di poco il "taglio" ed entrare nei dieci Benny Strignano (11esimo  a un solo decimo dall'impresa con AB Racing), Risto Vukov (12esimo con GDL Racing) e Nicola Baldan (13esimo con Dinamic Motorsport). Sfortunato nel suo miglior giro il rookie macedone: proprio mentre aveva fatto segnare il miglior intertempo assoluto nel T1 e si stava ben comportando anche nel secondo settore, Vukov è stato fermato da una bandiera rossa a 5 minuti dal termine della prima sessione. La causa è stata l'uscita di pista della 911 GT3 Cup di Diego Mercurio, finita contro le barriere dell'Ascari .

Il gentleman driver di Ghinzani Arco Motorsport ha perso la vettura quando si è scomposta nell'eccessivo taglio interno sopra un dissuasore, andando a colpire le protezioni con la fiancata sinistra. Pilota ok ma lavori di riparazione per il team. Un fuoripista in zona prima variante aveva invece visto protagonista Marco Parisini (Team Malucelli) nelle prime fasi.

Il 14esimo riscontro della generale pone Bashar Mardini in pole position della Michelin Cup. Posizione di vantaggio dunque per il gentleman driver canadese di Tsunami RT, che ha rifilato quasi sei decimi al rivale per il titolo Luca Pastorelli (Krypton Motorpsort), 16esimo (anche lui rallentato dalla bandiera rossa nel giro migliore) e in più penalizzato di 4 posizioni in griglia per una penalty rimediata nel post-Mugello.

Nella Silver Cup sarà la 991 GT3 Cup gen.I di Pablo Biolghini e Carlo Scarpellini (Tsunami RT) a scattare davanti alle rivali di categoria dopo aver battuto di pochi millesimi il leader della classifica Stefano Bianconi (Ghinzani Arco Motorsport), comunque a un passo dal titolo.

Oggi pomeriggio alle 16.10 il via di gara 1 di questo vibrante sesto round: diretta tv satellitare su Sky Sport Collection (205 di Sky) e live streaming su www.carreracupitalia.it.

I tempi delle qualifiche

POS. Pilota Team Tempo/distacco
01. David Fumanelli Q8 Hi Perform 1'48”838
02. Giacomo Barri Raptor Engineering +0"052
03. Simone Iaquinta Ghinzani Arco Motorsport +0"053
04. Riccardo Pera Ebimotors +0"138
05. Marzio Moretti Bonaldi Motorsport +0"326
06. Aldo Festante Ombra Racing +0"339
07. Gianmarco Quaresmini Tsunami RT +0"345
08. Emil Skaras Ombra Racing +0"350
09. Alberto Cerqui AB Racing +0"468
10. Stefano Monaco Dinamic Motorsport +0"511
       
11. Benedetto Strignano AB Racing 1'49”882
12. Risto Vukov GDL Racing 1'50”083
13. Nicola Baldan Dinamic Motorsport 1'50”196
14. Bashar Mardini Tsunami RT 1'50”317
15. Luca Pastorelli Krypton Motorsport 1'50”903
16. Lodovico Laurini Dinamic Motorsport 1'51”115
17. Gianluca Giorgi Ebimotors 1'51”368
18. Diego Mercurio Ghinzani Arco Motorsport 1'52”420
19. Marco Galassi Team Malucelli 1'52”617
20. Leonardo Caglioni Ombra Racing 1'52”760
21. Max Donzelli GDL Racing 1'53”815
22. Pablo Biolghini / Carlo Scarpellini Tsunami RT 1'53”895
23. Stefano Bianconi Ghinzani Arco Motorsport 1'53”938
24. Alessio Bacci Raptor Engineering 1'54”402
25. Max Montagnese GDL Racing 1'54”910
26. Diego Locanto SVC No time
27. Marco Parisini Team Malucelli No time
condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Monza: si accende anche il duello di Michelin Cup
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: si accende anche il duello di Michelin Cup

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia a Monza, Fumanelli: "Il nostro l'abbiamo fatto!"

Carrera Cup Italia a Monza, Fumanelli: "Il nostro l'abbiamo fatto!"
Carica commenti