Carrera Cup Italia, Monza: ancora penalty in gara 2

Retrocesso Strignano, escluso Baldan, ecco la classifica definitiva dell'ultima corsa della stagione.

Carrera Cup Italia, Monza: ancora penalty in gara 2

Con le ultime penalty decretate dagli stewards va in archivio a Monza la finale gara 2 della Porsche carrera Cup Italia 2020. Decisioni che vanno a condizionare pesantemente la top-10, anche se non vanno a incidere sul podio assoluto e quindi sulla vittoria di Aldo Festante e il titolo assoluto di Simone Iaquinta.

In un primo momento classificato quarto al traguardo (dopo similare penalty comminata già in gara a Riccardo Pera), Benedetto Strignano (AB Racing) è stato penalizzato di 5 secondi per il sorpasso effettuato oltre i limiti della pista nei confronti di Stefano Monaco. Strignano, autore di una prestazione comunque competitiva, è così retrocesso 11esimo e fuori dalla zona piunti, mentre il portacolori di DInamic Motorsport, che poi è stato indiato come eventuale wild card nell'ambito dello Scholarship Programme, è risalito in quarta piazza, che corona comunque una bella rimonta.

Escluso dalla classifica dopo il decimo posto conquistato pur scattando dalle retrovie, invece, Nicola Baldan, altro alfiere di Dinamic Motorsport. Decisione dovuta al fatto che sulla 911 GT3 Cup del driver veneto sono stati montati degli pneumatici "jolly" che in realtà erano stati punzonati per l'evento del Mugello.

Il tutto permette a Bashar Mardini, campione in Michelin Cup, di entrare in zona punti (classificato nono), così come a Pera, il cui nome completa la top-10. Ecco dunque la classifica definitiva della gara che ha concluso la stagione:

1. Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) 14 giri in 30'45”195 alla media di 158,2 km/h; 2. Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 0”235; 3. Fumanelli (Q8 Hi Perform) a 0”939; 4. Monaco (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 3”717; 5. Skaras (Ombra Racing – Centro Porsche Torino) a 4”094; 6. Vukov (GDL Racing – Centro Porsche Bari) a 4”549; 7. Cerqui (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 4”567; 8. Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 4”674; 9. Mardini (Tsunami RT – Centro Porsche Verona) a 6”443; 10. Pera (Ebimotors) a 6”680; 11. Strignano (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 8”713; 12. Caglioni (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 8”907; 13. Galassi (Team Malucelli – Centro Porsche Varese) a 9”508; 14. Pastorelli (Krypton Motorsport) a 10”066; 15. Donzelli (GDL Racing) a 12”250; 16. Bacci (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania) a 15”584; 17. Montagnese (GDL Racing) a 19”734; 18. Scarpellini (Tsunami RT) a 21”430; 19. Barri (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania) a 30”977.

Giro più veloce: il 3° di Simone Iaquinta in 1'49”557 alla media di 190,4 km/h.

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Monza: Festante si prende anche lo Scholarship Programme
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: Festante si prende anche lo Scholarship Programme

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta-campione l'ha fatto di nuovo!

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta-campione l'ha fatto di nuovo!
Carica commenti