Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta penalizzato e.... in pole!

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta penalizzato e.... in pole!
Di: Gianluca Marchese
16 giu 2018, 18:37

Ancora un dopogara di lungo lavoro per i commissari di gara, che hanno deciso due penalty di 5 secondi per il driver di Ombra Racing, che a quel punto è classificato sesto e strappa la partenza al palo per gara 2, e Bertonelli.

Podio gara 1
Podio Michelin Cup
Alessio Rovera, Tsunami RT, al comando alla partenza
Podio Gara 1 Michelin Cup
Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport
Diego Bertonelli, Dinamic Motorsport

Sono arrivate ancora penalizzazioni post-gara a cambiare l'esito di gara 1 del quarto round della Carrera Cup Italia a Misano. Dopo i 25 secondi inflitti immediatamente a Daniele Cazzaniga per la carambola causata tra Diego Bertonelli e Luca Segù, lo stesso Bertonelli ha ricevuto una penalty di 5 secondi per un contatto con Alex De Giacomi avvenuto nella seconda parte di gara. Il 20enne toscano di Dinamic Motorsport è così stato retrocesso da nono al traguardo a 12esimo e quindi fuori dalla zona punti.

Altra penalty all'ormai "abbonato" Simone Iaquinta, anche se in questo caso nettamente più soft dell'ultima di Monza. E soprattutto con un effetto ben diverso. Infatti, il pilota di Ombra Racing è stato penalizzato anche lui di 5 secondi, retrocedendo da quarto al traguardo a sesto, posizione che però lo porrà in pole position per la gara 2 di domani (domenica) alle 12.20, con in prima fila anche Simone Pellegrinelli, ora quinto in gara 1.

Per effetto di tutte le penalty, questa è la classifica definitiva di gara 1 del monomarca di Porsche Italia a Misano:

1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 17 giri in 29'51”146 media di 144,394 km/h; 2. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 0”421; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 4”249; 4. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 7”945; 5. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 10”518; 6. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 10”581; 7. Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport) a 10”758; 8. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 11”398; 9. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 14”989; 10. Mardini (GDL Racing) a 16”034; 11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 16”586; 12. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 19”325; 13. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 20”260; 14. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 25”288; 15. Lorenzini (Shade Motorsport) a 26”421; 16. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 31”971; 17. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 33”723; 18. Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 38”195; 19. Pellegrini (Guest Car) a 1'09”792; 20. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 1 giro; 21. Palazzo (Ghinzani Arco Motorsport) a 1 giro.

Prossimo articolo Carrera Cup Italia
Carrera Cup Italia, uno... Tsunami a Misano

Previous article

Carrera Cup Italia, uno... Tsunami a Misano

Next article

Carrera Cup Italia, Misano: Rovera resiste a Mosca e vince gara 1

Carrera Cup Italia, Misano: Rovera resiste a Mosca e vince gara 1

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Location Misano Adriatico
Autore Gianluca Marchese
Tipo di articolo Ultime notizie