Carrera Cup Italia, Cerqui mette il sigillo sui test di Imola

Il nuovo driver di Q8 Hi Perform è il più veloce nello shakedown collettivo del monomaca di Porsche Italia, che in attesa del primo round a Misano in giugno è ripartito con numeri da record: 42 piloti, 37 vetture e 14 team presenti sul circuito del Santerno. In evidenza anche Quaresmini (malgrado un problema al cambio), Malvetiti e Moretti. Cassarà (Raptor Engineering) guida il gruppo in Michelin Cup, mentre in Silver Cup il miglior tempo è di Negra (Ebimotors)

Carrera Cup Italia, Cerqui mette il sigillo sui test di Imola
Atmosfera nel paddock
Alberto Cerqui, Team Q8 Hi Perform
Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT
Marco Cassarà , Raptor Engineering
Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport
Marco Cassarà , Raptor Engineering
Aldo Festante, Ombra Racing ai box
Garage Ebimotors
Atmosfera nel paddock
Caschi ai box AB Racing

Alberto Cerqui è il pilota più veloce al termine dello shakedown collettivo della Porsche Carrera Cup Italia, andata in scena a Imola con meteo perfetto anche nella sessione pomeridiana che ha concluso la giornata. Il nuovo alfiere del team Q8 Hi Perform, già risultato il più veloce in mattinata, ha ulteriormente migliorato il "best lap" assoluto girando nel finale (quando in molti hanno montato Michelin nuove) in 1'43"333, crono sui livelli della pole position 2020 e che gli è valso il primato in un test con numeri da record: 42 piloti su 37 auto e 14 team presenti, davvero un inizio "a tutta" per il monomarca di Porsche Italia.

Alle spalle di Cerqui si è istallato nel pomeriggio Gianmarco Quaresmini, staccato di 3 decimi ma certo di poter ulteriormente migliorare non fosse stato per un problema al cambio che ha costretto il pilota di Tsunami RT e campione 2018 a fermarsi anzitempo ai box. A meno di 4 decimi dalla vetta si è invece fermato Federico Malvestiti. All'esordio nella Carrera Cup Italia e con Ghinzani Arco Motorsport il pilota brianzolo ex F.3 e F.4 ha concluso i test con il terzo tempo che gli vale il primato fra i giovani under 24 che andranno a formare il programma di coaching Scholarship Programme.

Alle sue spalle altri due giovani di talento come Marzio Moretti, confermato in Bonaldi Motorsport dopo un convincente 2020 e a un soffio da Malvestiti, e un'altra new-entry come Alessandro Giardelli. Leggermente più staccato, il rookie di Colico classe 2002 ha completato la top-5 con la prima 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport precedendo il trio Ombra Racing formato da Stefano Gattuso, anche lui all'esordio nel monomarca, Leonardo Caglioni, 17 anni e in costante progressione rispetto allo scorso anno, e Aldo Festante, ottavo e ultimo dei piloti scesi sotto al muro dell'1 e 44.

In top-10 è entrato quindi Daniele Cazzaniga. Al portacolori brianzolo al rientro con Ghinzani Arco Motorsport è bastato il crono fatto segnare in mattinata, con il quale ha preceduto Giorgio Amati. il pilota riminese classe 1999, all'esordio nella serie con Dinamic Motorsport ha riscattato al meglio la propria giornata dopo l'uscita di pista che l'aveva visto protagonista in mattinata al Tamburello.

A tallonarlo Benedetto Strignano, altro giovane promettente, 11esimo con la prima 911 GT3 Cup di AB Racing nonostante un piccolo problema a un bullone di un semiasse che lo ha costretto per alcuni minuti ai box. Alle sue spalle, il 12esimo crono assoluto vale a Marco Cassarà il miglior riscontro fra i protagonisti della Michelin Cup al rientro nel monomarca di Porsche Italia e all'esordio con Raptor Engineering.

In classe, il pilota romano ha preceduto Gianluca Giorgi (Ebimotors) e Federico Reggiani (Krypton Motorsport), mentre in Silver Cup il "best lap" è stato fatto segnare dal rientrante Pietro Negra (Ebimotors) davanti a Max Montagnese (Team Malucelli) e Davide Scannicchio (ZRS Motorsport).

Al momento la entrylist della serie tricolore è composta da 31 iscritti, numero che anche alla luce di quanto vissuto a Imola promette grandi bagarre per tutta la stagione 2021, ormai pronta a prendere il via al Misano World Circuit il 4-6 giugno prossimo.

I tempi dello shakedown

POS. Pilota Team Tempo/distacco
01. Alberto Cerqui Q8 Hi Perform 1'43”333
02. Gianmarco Quaresmini Tsunami RT +0"353
03. Federico Malvestiti Ghinzani Arco Motorsport +0"380
04. Marzio Moretti Bonaldi Motorsport +0"418
05. Alessandro Giardelli Dinamic Motorsport +0"614
06. Stefano Gattuso Ombra Racing +0"625
07. Leonardo Caglioni Ombra Racing +0"640
08. Aldo Festante Ombra Racing +0"665
09. Riccardo Cazzaniga Ghinzani Arco Motorsport 1'44”061
10. Giorgio Amati Dinamic Motorsport +0"736
11. Benedetto Strignano AB Racing +0"773
12. Marco Cassarà Raptor Engineering +0"881
13. Riccardo Pera Ebimotors +0"974
14. Giammarco Levorato Tsunami RT +1"174
15. Risto Vukov GDL Racing +1"306
16. Gianluca Giorgi Ebimotors +1"752
17. Federico Reggiani Krypton Motorsport +1"781
18. Piero Randazzo AB Racing +1"868
19. Alex De Giacomi Tsunami RT +1"890
20. Diego Locanto Krypton Motorsport +1"903
21. Matteo Malucelli Team Malucelli +1"955
22. Leonardo Moncini Ghinzani Arco Motorsport +2"070
23. Dziugas Tovilavicius Ombra Racing +2"192
24. Andreas Corradina Huber Racing +2"314
25. Alessandro Baccani Ebimotors +2"513
26. Samuele Bosio GDL Racing +2"848
27. Alessandro Poli TDE Motorsport +3"017
28. Francesco Maria Fenici AB Racing +3"049
29. Matteo Rovida TDE Motorsport +3"105
30. Gianluigi Piccioli Ebimotors +3"397
31. Pietro Negra Ebimotors +4"083
32. Paolo Venerosi Ebimotors +4"288
33. Marco Galassi Team Malucelli +4"310
34. Max Montagnese Team Malucelli +4"763
35. Max Donzelli Team Malucelli +4"850
36. Luigi Peroni Ebimotors +5"133
37. Davide Scannicchio ZRS Motorsport +5"563
38. Roberto Bosio GDL Racing +5"940
39. Roberto Fecchio GDL Racing +7"373
40. Roderick Christie Dinamic Motorsport +8"740
41. Marco Parisini Team Malucelli +11"995
42. Simone Iaquinta Dinamic Motorsport no time
condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, test a Imola: Cerqui il più veloce a metà giornata
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, test a Imola: Cerqui il più veloce a metà giornata

Prossimo Articolo

La Porsche Carrera Cup Italia diventa monomarca sostenibile certificato ISO 20121

La Porsche Carrera Cup Italia diventa monomarca sostenibile certificato ISO 20121
Carica commenti