Carrera Cup Italia, Imola: Caglioni in gara 2 dopo il crash Iaquinta-Levorato

Come Amati ieri, anche il 18enne di Ombra Racing coglie il primo successo personale nel monomarca di Porsche Italia dopo l'incidente fra i due battistrada (ok entrambi) al Tamburello che ha costretto a una ripartenza da safety car dopo l'esposizione della bandiera rossa. Nel dominio dei giovani dello Scholarship Programme, sul podio salgono Moretti e Giardelli, che rinsalda la leadership in campionato. Cassarà non molla la presa in Michelin Cup, bis anche del "silver" Montagnese. Ora la pausa estiva e ritorno in pista per il quarto round a Vallelunga nel weekend del 20 settembre

Carrera Cup Italia, Imola: Caglioni in gara 2 dopo il crash Iaquinta-Levorato

Nel terzo round della Porsche Carrera Cup a Imola, Leonardo Caglioni vince una gara 2 divisa in due manche perché interrotta proprio a metà da bandiera rossa per permettere il ripristino dlele condizioni di sicurezza in zona Tamburello dopo il brutto incidente che ha coinvolto Simone Iaquinta e Giammarco Levorato (per fortuna entrambi ok), venuti a contatto in approccio alla prima curva di Imola mentre il campione in carica cercava di superare il rookie padovano all'esterno.

Levorato era partito molto bene dalla pole position sulla griglia di gara 2, mentre Iaquinta aveva rimontato in pochi giri da ottavo (dopo la penalty di 5 secondi rimediata ieri) fino alla zona podio. Poi il pilota calabrese aveva superato Leonardo Caglioni proprio al Tamburello giusto un paio di tornate prima di riprovare la manovra, ma in questo caso all'esterno, su Levorato.

Il tentativo si è però concluso, dopo il contatto, con l'improvviso scarto di entrambe le 911 GT3 Cup verso l'esterno (ala loro destra) e quindi rovinosamente contro le barriere poste nella via di fuga, che però in quel punto è piuttosto breve, anche perché il punto in questione è leggermente prima dell'"imbuto" vero e proprio della prima sinistra del Tamburello.

A quel punto prima è stato deciso di impegare la safety car e poco dopo di esporre bandiera rossa e prevedere una ripartenza dietro safety car dopo il ripristino di tutte le condizioni di sicurezza. Dopo lo spavento, dunque, Caglioni è ripartito davanti a tutti, resistendo bene al pressing di Marzio Moretti. Per ben due volte. C'è stato infatti anche un secondo re-start che ha caratterizzato la seconda manche di gara. Un'altra safety car è stata immediatamente impiegata per recuperare la 911 GT3 Cup di Gianluca Giorgi, finito in testacoda sempre al Tamburello dopo un contatto con Piero Randazzo.

All'ultima ripartenza della giornata (e di un weekend in cui è davvero successo di tutto), Caglioni ha di nuovo mantenuto il comando e senza commettere errori negli ultimi due giri è andato a cogliere il suo primo successo personale in Carrera Cup Italia, arrivato alla seconda stagione con Ombra Racing. E un po' come accaduto in gara 1 con Amati, i giovani dello Schoalrship Programme sono stati di nuovo i protagonisti da copertina.

Monopolizzato il podio: Moretti è infatti sfilato secondo per Bonaldi Motorsport, mentre Alessandro Giardelli (Dinamic Motorsport) è terzo e sempre più leader nella classifica generale al termine di una corsa molto accorta anche viste le bagarre createsi prima davanti e poi dietro di lui, con Ginamarco Quaresmini (Tsunami RT) che le ha provate tutte per superarlo e recuperare punti sul capoclassifica, rischiando quasi di perdere il quarto posto su Benny Strignano, ottimo quinto con AB Racing, ed Enrico Fulgenzi (EF Racing), sesto al traguardo.

Per Amati, vincitore come detto ieri, è invece arrivato il settimo posto, complice una non ottimale partenza al primo via. Il rookie riminese del team Dinamic ha preceduto nell'ordine Alberto Cerqui, il portacolori del team Q8 Hi Perform ha rimontato fino all'ottava posizione dopo la sfortunata gara di ieri, Federico Malvestiti con la 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport e Aldo Festante (Ombra Racing), anche lui riuscito a entrare in top-10, precedendo il compagno di sqaudra Stefano Gattuso

Il 12esimo posto assoluto ha permesso a Marco Cassarà di bissare il successo in Michelin Cup. Ora il portacolori del team Raptor è in vetta solitaria nella classifica generale di categoria. Naturalmente in attesa che torni in azione Alex De Giacomi. Sul podio anche un pimpante Andreas Corradina (Huber Racing) e Piero Randazzo (AB Racing), che però è al momento under investigation per il contatto con Giorgi alla partenza della seconda  manche. Un eventuale penalty favorirebbe Diego Locanto, quarto al traguardo per Krypton Motorsport.

Anche nella Silver Cup è questione di bis. Max Montagnese si è confermato con la 991 GT3 Cup gen.I del Team Malucelli dopo un non ottimale inizio di gara, quando Davide Scannicchio, poi secondo con ZRS Motorsport davanti a Marco Parisini, era riuscito a sopravanzarlo.

La Porsche Carrera Cup Italia va ora in vacanza. Si tornerà in pista a Vallelunga nel weekend del 19 settembre per il quarto round 2021.

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Imola: Levorato “mi manda il... Porsche Festival”
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Imola: Levorato “mi manda il... Porsche Festival”

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Imola: Caglioni si invita al festival-Scholarship

Carrera Cup Italia, Imola: Caglioni si invita al festival-Scholarship
Carica commenti