Carrera Cup Italia, il sabato di Misano consuma il primo strappo

Dieci punti di vantaggio su Iaquinta dopo un avvio equilibrato e con gap centesimali: Cerqui prova la mini-fuga? Gara 2 alle 13.20 su Sky Sport Arena e Cielo con una griglia di sicuro interesse dopo la stupenda notturna di ieri.

Carrera Cup Italia, il sabato di Misano consuma il primo strappo

Non era scontato che, visti i gap minimi della vigilia, sia nei test sia nelle libere, avesse un dominatore il sabato del primo round della Porsche Carrera Cup Italia a Misano. Alberto Cerqui è stato invece perfetto in qualifica (con record) quanto in partenza e in gara (con “best lap”), dovendo tra l’altro gestire un trio scatenato alle sue spalle, formato da Simone Iaquinta, Gianmarco Quaresmini e un brillante Marzio Moretti.
Facendo due rapidi conti, il pilota bresciano, nuovo ufficiale Q8 Hi Perform, ha concretizzato il primo “strappo” in classifica. Quasi una mini-fuga. Il nuovo sistema punteggi, con 3 punti per la pole, 30 per la vittoria di gara 1 e sempre 1 per il giro più veloce, permette a Cerqui di guardare tutti dall’alto con 34 punti, 10 in più rispetto a Iaquinta, secondo ieri.

"Dopo la qualifica - ha commentato dopo il podio notturno il pilota bresciano - pensavo di avere qualcosina in più a livello di passo dopo un'ottima partenza, ma in 5-6 giri sono andato un po' in crisi e ho dovuto gestire gli attacchi di Iaquinta e Quaresmini, che devo dire sono stati molto corretti. Una bella battaglia con gli ultimi giri che di fatti sono stati di nuovo una qualifica con tutti a spingere al 100%. Un inizio spettacolare, sono davvero felice. Ora cercheremo di guadagnare almeno qualche posizione in gara 2".

Per Iaquinta un secondo posto che prende di buon grado e molto "praticamente": "Era importante concretizzare, era la prima e bisogna fare più punti possibile. C'è un po' di rammarico perché sapevo di essere leggermente più veloce e volevo attaccare. Però ogni tanto forzavo e andavo un po' in oversteer con le gomme e Alberto aveva comunque quasi il mio stesso passo quindi era difficile superarlo. Gara 2 sarà un'altra gara d'attacco".

Il campione in carica ha vino un bel duello con Gianmarco Quaresmini, che in gara 1 ha pagato un non perfetto start dalla prima fila: “Come inizio alla fine è ottimo, resta del rammarico perché purtroppo ho sbagliato la partenza. Mi sono un po’ piantato perché mi sono abituato alla nuova 992 nel monomarca francese, non mi sono ritrovato subito con la frizione della 991 e questo ha condizionato il mio via. Poi una grande battaglia, a metà gara volavo e ho provato ad attaccare ma Cerqui ha chiuso, fa parte del gioco. Ora l’obiettivo è partire bene e fare più punti possibile in gara 2“.

Gara 2 che vedrà i tre favoriti schierarsi subito dietro a una prima fila tutta composta da rookie: sesto ieri grazie a una concreta rimonta, in pole position ci sarà Giammarco Levorato, compagno di Quaresmini nel team Tsunami; al suo fianco Alessandro Giardelli, a sua volta compagno di Iaquinta in Dinamic e convincente quinto in gara 1.

Dalla terza casella in griglia scatterà Moretti, che già in gara 1 ha sfiorato il podio. Lì davanti sarà l’obiettivo di tutti. Start alle 13.20 con diretta tv su Sky Sport Arena (Sky 204) e Cielo (26 digitale terrestre), oltre che via web su www.carreracupitalia.it.

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: Cerqui emerge dal buio di gara 1
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Misano: Cerqui emerge dal buio di gara 1

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Misano: penalty per Amati e Malvestiti dopo gara 1

Carrera Cup Italia, Misano: penalty per Amati e Malvestiti dopo gara 1
Carica commenti