Carrera Cup Italia, Fulgenzi il grande assente: "Solo un arrivederci!"

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Fulgenzi il grande assente: "Solo un arrivederci!"
Di:
22 lug 2020, 17:41

Il campione 2013 non si è iscritto al monomarca di Porsche Italia dopo 10 anni di presenza, impegnato nel completamento dell'ambizioso progetto Enrico Fulgenzi Racing: "A settembre torno a Vallelunga, poi tutto il 2021 con tre 911 GT3 Cup sempre con il supporto del team Tsunami".

Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT
Enrico Fulgenzi, Tsunami RT

E' stato un inizio di caratura con tanti duelli quello vissuto dalla Porsche Carrera Cup Italia 2020 al Mugello, ma nel paddock, seppure spoglio di tifosi e appassionati (e quindi anche fuori dal paddock), ha fatto rumore l'assenza di Enrico Fulgenzi. Dopo 10 anni di presenza fissa e attiva nel monomarca tricolore quest'anno il driver jesino, campione nel 2013, non è iscritto al campionato.

Raggiunto al telefono, lui stesso spiega il perché e che, fermi tutti, "quando rientreremo si sentirà". In serbo c'è un progetto ambizioso: "Non parteciperò alla Carrera Cup Italia ma in realtà... parteciperò, nel senso che è un arrivederci a settembre per la gara di Vallelunga", dice Fulgenzi, che prosegue: "A parte i problemi che ci sono stati con l'emergenza covid-19, è una decisione presa perché ho portato avanti nel contempo un grande investimento per far crescere il mio progetto della Enrico Fulgenzi Racing. Stiamo ristrutturando una sede di 600 metri quadri, abbiamo preso un nuovo bilico e una terza 911 GT3 Cup, più tutte le attrezzature per un team all'avanguardia".

Dunque investimenti importanti sulla sua nuova struttura che tra l'altro "hanno portato via una marea di tempo". Il covid-19 ha fatto il resto, anche proprio per il fatto che all'improvviso i vari programmi e le attività si sono andati ad accavallare.

Il rientro a settembre non resterà comunque un episodio isolato. Tutt'altro, perché è ambizioso il progetto che Fulgenzi sta sviluppando: "A Vallelunga rientreremo con tutta la mia struttura diretta che però tecnicamente continuerà a collaborare con il team Tsunami (per il quale ha corso e lottato per il titolo nel 2019, ndr). Porteremo tre macchine, una per me e le altre con due gentlemen driver molto competitivi per la Michelin Cup. E non è escluso che proseguiremo con le restanti gare del 2020. Quello che è certo è che proseguiremo nel 2021 per tutta la stagione".

Insomma, le ambizioni non mancano, anzi, si confermano come una delle caratteristiche distintive del personaggio: "Tornerò per vincere e preparare quello che sarà un 2021 nel quale la partecipazione della Enrico Fulgenzi Racing sarà di primo livello non solo come pilota, ma anche come struttura di proprietà. Un arrivederci a breve che ne vale davvero la pena. E' un progetto ambizioso e già molto solido. Era giusto che in questo momento mi concentrassi lì, ma, appunto, al fine di tornare e farci sentire...".

Carrera Cup Italia, salgono le azioni di Raptor Engineering

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, salgono le azioni di Raptor Engineering

Prossimo Articolo

A Misano la Carrera Cup Italia torna bella di notte: orari e tv del weekend

A Misano la Carrera Cup Italia torna bella di notte: orari e tv del weekend
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Mugello
Autore Gianluca Marchese