Carrera Cup Italia, Cassarà e De Giacomi all'attacco di Mardini in Michelin Cup

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Cassarà e De Giacomi all'attacco di Mardini in Michelin Cup
Di:
21 mag 2019, 11:14

I portacolori di Ombra Racing e Tsunami RT hanno approfittato al meglio delle insidiose condizioni del secondo round a Misano per mettersi in scia del campione in carica canadese, al quale stavolta non riesce la fuga

Podio Gara 2 Michelin Cup
Alex De Giacomi, Tsunami RT
Marco Cassarà, Ombra Racing
Marco Cassara, Ombra Racing
Bashar Mardini, GDL Racing

Non c'è solo bagarre nell'assoluta in Carrera Cup Italia. Anche Michelin e Silver Cup sono pienamente entrate nel vivo nelle insidiose condizioni di Misano. In particolare in Michelin Cup il secondo round del monomarca di Porsche Italia ha detto chiaramente che stavolta per il campione in carica Bashar Mardini sarà più difficile trovare la fuga decisiva.

Il portacolori canadese di GDL Racing dopo gara 1 (conclusa troppo presto e malamente con un fuoripista, è "umano" anche lui che raramente si è trovato così in difficoltà in Carrera Cup Italia) aveva per la prima volta perso la leadership da quando è protagonista della serie tricolore. Poi l'ha ripresa grazie al secondo posto in gara 2, ma con un solo punto di vantaggio su Marco Cassarà, vincitore della categoria per Ombra Racing in gara 1, e appena tre sul già due volte titolato Alex De Giacomi, autore di un fine settimana ultra-competitivo fin dalla sorprendente top-5 assoluta delle qualifiche e poi finalmente tornato al successo in classe in gara 2 per Tsunami RT.

Parola dunque agli inseguitori in questo post-Misano che segna una mini-svolta nella storia recente della Michelin Cup. Così la vede Cassarà: Ho vinto una gara molto difficile per le condizioni meteo e ne sono particolarmente fiero, mentre il piazzamento a podio nella seconda gara va benissimo in ottica campionato: non c’è che dire, è l’inizio di stagione che speravo!.

Dopo il successo in gara 2, questo invece è il bilancio del rilancio di De Giacomi: “Siamo riusciti a riprenderci quello che già sabato avrebbe potuto essere nostro e l’abbiamo fatto nonostante un danno allo splitter anteriore! Nel corso del primo giro sono stato colpito da Laurini e il contatto, oltre ad avermi spedito indietro in classifica, costringendomi alla rimonta, mi ha quasi mandato nella ghiaia. E’ stato difficile perché avevo meno direzionalità all’anteriore, ma abbiamo comunque centrato la vittoria e sono molto felice!".

Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, su Kujala e Bonaldi splende già... l'arcobaleno

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, su Kujala e Bonaldi splende già... l'arcobaleno

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, per AB Racing weekend "da combattimento" a Misano

Carrera Cup Italia, per AB Racing weekend "da combattimento" a Misano
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Autore Gianluca Marchese
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie