Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
22 nov
Libere 1 in
1 giorno
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
2 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Carrera Cup Italia a Monza: Iaquinta "riabilitato", ma la pole per gara 1 è sub judice!

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia a Monza: Iaquinta "riabilitato", ma la pole per gara 1 è sub judice!
Di:
19 ott 2019, 12:05

Situazione incredibile nell'ultimo round della serie: al pilota di Ghinzani Arco Motorsport è stato riattribuito il miglior crono delle qualifiche, ma poi tutti i tempi gli sono stati cancellati a seguito delle verifiche tecniche; il team ha annunciato appello e quindi tutto il weekend di fatto rischia di restare "congelato" visto che il pilota calabrese oggi pomeriggio si schiererà effettivamente davanti a tutti.

E' Simone Iaquinta il poleman di gara 1 dell'ultimo round della Carrera Cup Italia a Monza, ma il risultato è sub judice. E a questo punto rischia di rimanere sub judice l'intero weekend, visto che il pilota calabrese si schiererà effettivamente in pole position oggi per gara 1 delle 16.20 nonostante i commissari sportivi abbiano deciso di cancellarne i tempi delle qualifiche.

Una situazione quasi paradossale figlia di due decisioni arrivate a breve distanza l'una dall'altra dopo il termine di PQ1 e PQ2. Andiamo con ordine. In un primo momento non appena terminate le prove ufficiali a Iaquinta era stato tolto il miglior tempo di 2'03"118 per un presunto non rispetto delle bandiere gialle dopo che Jovan Lazarevic era finito in ghiaia poco prima del suo passaggio. Più tardi quel tempo, che gli è valso appunto la pole position, è stato quindi riattribuito al portacolori di Ghinzani Arco Motorsport, riposizionandolo in pole.

"Rianalizzato il fatto e in particolare la telemetria della vettura 38", si legge nella decisione dei commissari sportivi, "emerge che in corrispondenza delle bandiere gialle non c'è stato un incremento di velocità ma bensì un sensibile decremento"; inoltre, è stato sottolineato che quel miglior giro è in pratica scaturito dai migliori riscontri ottenuti dal driver calabrese nei due settori precedenti, non soggetti al regime di bandiere gialle.

Nel frattempo, però, la 911 GT3 Cup numero 38 era in verifica tecnica e finita di fatto sotto investigazione dopo che i commissari tecnici avevano riscontrato la mancanza dei tappini delle valvole sulle ruote posteriori durante la PQ1, in violazione di quanto previsto dall'articolo 2.7 del regolamento tecnico. Da qui l'annullamento di tutti i tempi fatti segnare da Iaquinta.

Una decisione che però Ghinzani Arco Motorsport non ha evidentemente condiviso: dopo aver presentato una breve dichiarazione in cui ha cercato di spiegare il fatto, a decisione arrivata il concorrente ha quindi dichiarato di ricorrere in appello.

Così la classifica scaturita dalle qualifiche è sub judice e Iaquinta potrà schierarsi davanti a Jaden Conwright, Patrick Kujala e Diego Bertonelli, ovvero gli altri pretendenti al titolo (il quinto è Enrico Fulgenzi, che scatterà un po' più indietro dall'ottava casella della griglia). Vedremo che cosa succederà, intanto grazie alla pole position Iaquinta ha guadagnato due punticini pesanti che gli permettono di scavalcare di appena mezzo punto Bertonelli e arrivare alla prima corsa del weekend a 3,5 punti dal leader Kujala.

Nonostante la pioggia e la pista bagnata, dunque, il fine settimana di Monza è stato rovente fin dalle prove ufficiali e i commissari hanno dovuto sbrigare del lavoro anche in relazione a un paio di infrazioni riscontrate durante i 5 minuti di full course yellow in PQ1. Per aver sorpassato sotto quel regime, nelle retrovie dovranno scontare due posizioni in griglia sia Andres Mendez sia Michele Malucelli. Moritz Sager, autore di un ottimo sesto tempo sul bagnato, ne deve invece scontare quattro dallo scorso round a Misano ed è per questo che Fulgenzi (9° in qualifica) guadagnerebbe l'ottava piazza della griglia.

La classifica sub judice delle qualifiche

POS. Pilota Team Tempo/distacco
01. Simone Iaquinta Ghinzani Arco Motorsport 2'03”118
02. Jaden Conwright Dinamic Motorsport +0"491
03. Patrick Kujala Bonaldi Motorsport +0"866
04. Diego Bertonelli Q8 Hi Perform +1"122
05. Aldo Festante Ombra Racing +1"530
06. Moritz Sager Dinamic Motorsport +1"589
07. Alberto Cerqui Dinamic Motorsport +1"703
08. Jovan Lazarevic Duell Race +1"842
09. Enrico Fulgenzi Tsunami RT +2"730
10. Lodovico Laurini Dinamic Motorsport +3"338
       
11. Hugo Chevalier AB Racing 2'06”553
12. Mickael Grosso Ghinzani Arco Motorsport 2'07”127
13. Marco Cassarà Ombra Racing 2'07”267
14. Stefano Monaco AB Racing 2'07”617
15. Bashar Mardini GDL Racing 2'08”158
16. Luca Pastorelli Dinamic Motorsport 2ì08”222
17. Andres Mendez Dinamic Motorsport 2'08”345
18. Francesco Massimo De Luca AB Racing 2'08”502
19. Gianmarco Quaresmini Tsunami RT 2'08”926
20. Marco Galassi / Michele Malucelli Team Malucelli 2'10”106
21. Federico Reggiani / Diego Mercurio Ghinzani Arco Motorsport 2'14”446
22. Alex De Giacomi Tsunami RT 2'15”110
23. Habib Fadel Dinamic Motorsport 2'17”354
24. Marco Parisini / Danilo Santoro Team Malucelli 2'19”738
Prossimo Articolo
Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta-Conwright pole con il "giallo"!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta-Conwright pole con il "giallo"!

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta resiste in gara 1 e passa al comando su Kujala

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta resiste in gara 1 e passa al comando su Kujala
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Monza II
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Gianluca Marchese