Carrera Cup Italia 2017
Topic

Carrera Cup Italia 2017

Al Mugello spicca la nuova 911 GT3 Cup per la Carrera Cup Italia 2018

Durante il sesto round stagionale nell'ambito del Porsche Festival due sono i workshop sull'evoluzione dell'auto, che, sempre più potente e intrigante, animerà il monomarca futuro, che apre alla possibilità del doppio pilota per vettura

Al Mugello spicca la nuova 911 GT3 Cup per la Carrera Cup Italia 2018
 La nuova Porsche GT3 Cup per il 2018
Foto di gruppo con la nuova Porsche GT3 Cup per il 2018
 La nuova Porsche GT3 Cup per il 2018
 La nuova Porsche GT3 Cup per il 2018
Foto di gruppo con la nuova Porsche GT3 Cup per il 2018
Pass Porsche Festival 2017

Nel bel mezzo del "villaggio Porsche" allestito in occasione del Porsche Festival del Mugello fa bella mostra di sé la nuova Porsche 911 GT3 Cup che debutterà nella Carrera Cup Italia il prossimo anno. L'ultima edizione vettura, già impiegata nella Porsche Mobil1 Supercup, è stata presentata nell'Area Workshop dell'evento, che è pure sesto round 2017 proprio del monomarca tricolore.

Basata sulla versione evoluta del modello 991 attualmente in uso, caratteristiche e novità della vettura saranno di nuovo illustrate in un secondo workshop domenica 1° ottobre alle 14.00 sempre al Mugello con Alessio Taricco, responsabile tecnico per Porsche Italia, e le descrizioni di Christoph Werner, Product Manager 911 GT3 Cup, e Silvio Campigli, responsabile tecnico della Carrera Cup Italia.

Nel workshop di oggi hanno introdotto la nuova auto Mattia Drudi, pilota che la utilizza abitualmente in Supercup, e Valentina Albanese. La responsabile Motorsport di Porsche Italia è consapevole dello step in avanti messo in atto da Porsche: “Con questa innovativa versione del modello 991 la Carrera Cup Italia diventerà ancora più veloce. Già quest'anno più volte i protagonisti sono riusciti a segnare tempi record, nel 2018 il monomarca farà un ulteriore step evolutivo, sia sotto il profilo della performance sia per efficienza e appeal: è il primo e fondamentale mattone per costruire una stagione davvero esaltante sotto tutti i punti di vista”. A proposito della prossima annata, annunciata anche un'altra novità in definizione: "Nel 2018 potranno alternarsi anche due piloti per vettura, uno in gara 1 e l'altro in gara 2".

Panorama tecnico

Werner, tecnico arrivato appositamente dalla Germania, ha invece così introdotto novità e allo stesso tempo finalità del nuovo modello: “Abbiamo aumentato molto la durata delle componenti, in particolare di motore e cambio, e così facendo abbiamo ridotto notevolmente i costi di esercizio e questo influirà positivamente sulla gestione dell'auto e sulla soddisfazione dei clienti. Abbiamo un motore del tutto nuovo e più potente, ma abbiamo migliorato anche le performance di sicurezza. Grazie ai numerosi test effettuati su tutte le componenti e coinvolgendo dieci piloti differenti siamo inoltre in grado di fornire una vettura molto affidabile”.

Sono dunque numerose le evoluzioni e le migliorie apportate alla versione 2018. Oltre a incrementare le prestazioni, l'efficienza aerodinamica e la guidabilità, Porsche ha in effetti puntato decisamente sulla riduzione dei costi di esercizio (diminuiti di oltre il 30%) e sulla semplificazione della gestione e del funzionamento.

Il posteriore della nuova GT da corsa più prodotta al mondo, oltre 3000 esemplari in 20 anni, ospita un compatto motore boxer 6 cilindri da 4 litri (3996 cm³) con iniezione diretta ulteriormente potenziato e ora capace di sviluppare una potenza massima di 357 kW (485 CV) e di girare fino a un regime più alto che tocca gli 8500 giri.

Le maggiori prestazioni sono accompagnate dall'aumento dell'efficienza grazie all'impiego di soluzioni che assicurano maggiore durata al motore aspirato nell'impiego in pista e anche una riduzione dei costi di manutenzione. Anche alla trasmissione, con cambio Porsche elettro-pneumatico sequenziale a 6 marce e paddle-shift al volante, è stata assicurata una maggiore durata. L'alloggiamento presenta un nuovo design e un differenziale ottimizzato.

Come quella attuale, la 911 GT3 Cup per la Carrera Cup Italia 2018 monterà un sistema ABS per l'impianto frenante. Tra gli accorgimenti ottimizzati, sulla vettura sono stati adottati un sistema aggiornato di acquisizione dati e gestione dell'auto, un display grafico migliorato, nuove funzionalità all'interno dell'abitacolo e su elementi come sospensioni e carrozzeria e un design generale ancora più accattivante, funzionale anche per usufruire di un'aerodinamica più evoluta.

Un nuovo paraurti anteriore e un rinnovato retrotreno migliorano la deportanza aumentando di conseguenza l'aderenza al suolo e la performance. L'imponente alettone posteriore largo 184 centimetri è stato ripreso dal modello precedente. Anche le dimensioni dei cerchi non sono cambiate: sono previsti cerchi da competizione da 18 pollici in un unico pezzo con serraggio centrale che montano pneumatici slick Michelin da gara da 270 millimetri all'asse anteriore e con ampio battistrada da 310 millimetri all'asse posteriore.

La costruzione intelligente in struttura composita di acciaio e alluminio garantisce la massima rigidità e una carrozzeria leggera. La nuova 911 GT3 Cup pronta per la gara pesa appena 1200 chilogrammi. Nello sviluppo della vettura, gli ingegneri hanno posto nuovamente particolare attenzione sulla sicurezza del guidatore, che è protetto da una robusta gabbia di sicurezza e da un innovativo sedile a guscio da corsa con contorni particolarmente marcati nella zona di appoggio delle spalle e della testa. Il portello di salvataggio allargato sul tetto, conforme con i più recenti standard FIA, facilita gli interventi di pronto soccorso e di recupero in caso di incidente.

La 911 GT3 Cup nasce nella stessa linea di produzione dello stabilimento centrale Porsche di Stuttgart-Zuffenhausen dalla quale escono anche le 911 stradali. Nel Centro Motorsport di Weissach la vettura è sottoposta alla messa a punto di base per l'impiego in pista e a una serie di test approfonditi prima di essere consegnata al cliente.

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Mugello: Rovera su Quaresmini nelle libere da show

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Mugello: Rovera su Quaresmini nelle libere da show

Prossimo Articolo

Carrera Cup Italia, Mugello: Jacoma e Pastorelli riparano, Cazzaniga out

Carrera Cup Italia, Mugello: Jacoma e Pastorelli riparano, Cazzaniga out
Carica commenti