Scott Speed fa causa alla Red Bull

Scott Speed fa causa alla Red Bull

Secondo il pilota americano, il suo contratto era valido anche per il 2011

Alla fine si è dovuti arrivare agli avvocati anche in un rapporto che sembrava consolidatissimo. Scott Speed ha infatti fatto causa alla Red Bull per 6,5 milioni di dollari in seguito alla rottura di contratto avvenuta qualche settimana fa. Il marchio della bibita energetica ha fatto tanto per la carriera del pilota statunitense, portandolo fino in Formula 1 con la Toro Rosso, ma la storia si è chiusa veramente male. Negli ultimi due anni Speed ha corso nella NASCAR, senza riuscire però a raccogliere i risultati sperati. Per rinforzarsi, dunque, il Red Bull Racing ha deciso di ingaggiare Kasey Kahne per la prossima stagione, dovendo quindi scegliere chi confermare tra Scott e Brian Vickers. Posta davanti ad una decisione di questo tipo i dubbi sono stati pochi. E qui arriva il fatto che ha portato alla contesa: Speed sostiene infatti di avere un contratto valido anche per la stagione 2011, mentre la squadra sostiene che nell'accordo fossero presenti delle clausule relative alle prestazioni che non sono state soddisfatte. Toccherà alla Corte Superiore della North Carolina fare chiarezza...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Piloti Scott Speed
Articolo di tipo Ultime notizie