Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
NASCAR Cup Kentucky

La strategia premia Brad Keselowski al Kentucky Speedway

Il team ha vietato al pilota di effettuare l'ultima sosta, costringendo Keselowski a guidare in modalità risparmio di carburante. Una scelta corretta che ha regalato a Brad la quarta vittoria stagionale.

Brad Keselowski, Team Penske Ford
Kevin Harvick, Stewart-Haas Racing Chevrolet
Kevin Harvick, Stewart-Haas Racing Chevrolet
L'auto di Brad Keselowski, Team Penske Ford
Kevin Harvick, Stewart-Haas Racing Chevrolet
David Ragan, BK Racing Toyota
Aric Almirola, Richard Petty Motorsports Ford
Ryan Blaney, Wood Brothers Racing Ford

E' Brad Keselowski il vincitore sul Kentucky Speedway, ma il pilota deve ringraziare il proprio capo tecnico Paul Wolfe per questo successo.

Quando mancavano infatti sette giri alla conclusione, Wolfe ha imposto a Keselowski di non rientrare per rifornire e di guidare in maniera conservativa. Nel corso dell'ultimo giro si è assisto ad un finale thrilling con Edwards alle spalle della vettura #2 ma costretto anch'egli ad alzare il piede per risparmiare carburante.

Keselowski ha così colto la quarta vittoria stagionale e la ventunesima in Sprint Cup, mentre Edwards si è dovuto accontentare della seconda posizione precedendo Ryan Newman, Kurt Busch e Tony Stewart.

Il nuovo asfalto del Kentucky Speedway ha spinto i piloti a superare i limiti. Il primo incidente si è verificato al giro 27 con Ricky Stenhouse jr andato a sbattere in curva 3, mentre la seconda interruzione è avvenuta al giro 32 a seguito del crash di Jimmie Johnson in curva 4.

Johnson è riuscito a ritornare in pista al giro 74, mentre meno fortunato è stato Joey Logano che, a causa di un problema tecnico sulla propria vettura, è andato a sbattere in curva 4 al giro 54.

Ulteriori incidenti si sono poi verificati al giro 88 con Ryan Blaney che è andato a colpire Chase Elliott, mentre la settima caution della gara è stata dichiarata pochi giri dopo per un incidente innescato da un contatto tra Brian Scott e Kyle Larson.

Pesantemente penalizzato Martin Truex Jr. nel momento in cui ha superato il leader della gara in ingresso di pit lane. E' stato abile a risalire rapidamente dalla ventitreesima alla tredicesima posizione, per poi superare Harvick al giro 238 e prendere così la terza piazza, ma una sosta obbligata al pit lo ha rispedito in decima posizione.

Greg Biffle ha completato la gara in top six, replicando il miglior risultato stagionale, mentre Harvick è riuscito ad ottenere i punti necessari per mantenere la prima posizione in classifica precedendo proprio Keselowski. Kurt Busch, Edwards e Logano, dopo il risultato odierno, escono dalla top 5 del campionato.

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Brad Keselowski domina e trionfa a Daytona
Prossimo Articolo Jimmie Johnson conquista la prima pole stagionale

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia