Zarco spiega i motivi del suo no al vaccino contro il COVID

Il pilota francese della Ducati Pramac, che ha preso la decisione di rimanere in Qatar tra i test e le gare, ha spiegato cosa lo ha portato a rifiutare per il momento il vaccino contro il COVID-19.

Zarco spiega i motivi del suo no al vaccino contro il COVID

Mentre quasi tutti i membri del team factory Ducati e di Pramac hanno lasciato il Qatar al termine dei test pre-stagionali, andati in scena dal 5 al 12 marzo, Johann Zarco ha deciso di rimanere nel paese in attesa dell'inizio della stagione, fissato per il weekend.

Zarco, che quest'anno farà il suo debutto nel team satellite Ducati e guiderà una moto factory, che avrà anche il supporto della Casa di Borgo Panigale, ha scelto di non tornare a casa durante la pausa di quasi due settimane tra i test e le prime due gare, che si svolgeranno entrambe a Losail.

"Sono rimasto in Qatar, così non ho dovuto prendere degli aerei ed ho evitato di stare negli aeroporti. Non volevo rifare tutti i controlli a causa del problema del COVID, ci sono troppe scartoffie. Ho scelto di rimanere qui, nell'hotel di Doha", ha spiegato Zarco durante un evento di presentazione del Gran Premio di Francia, al quale ha partecipato in videoconferenza.

"Siamo nella bolla. Ci sono altri ospiti nell'hotel, non solo membri della MotoGP, ma siamo separati, non abbiamo nemmeno gli stessi ascensori. Abbiamo accesso alla piscina, ma non entriamo dalla stessa parte degli altri ospiti. Lo stesso vale per la palestra, ce ne sono due diverse. Possiamo allenarci bene, alcuni giorni sono andato in circuito a correre. Siamo tra i 38 ed i 40 grandi, è una piccola preparazione per il caldo che dovremo sopportare. Mi piace così", ha detto il pilota di Cannes.

Gli organizzatori del campionato, oltre a riuscire a creare una bolla con tutti i membri del paddock in Qatar, sono riusciti a raggiungere un accordo con le autorità sanitarie locali per offrire la vaccinazione contro il COVID-19 a tutta la famiglia della MotoGP.

Dello stesso autore, leggi anche:

Zarco, tuttavia, ha declinato l'offerta e per il momento non è stato vaccinato.

"Molte persone l'hanno fatto, ma personalmente ho preferito aspettare, per prendere un po' di tempo con questo vaccino", ha detto.

"Sicuramente non ci saranno effetti collaterali, ma preferisco aspettare. Finché facciamo tutti i test PCR per poter accedere al paddock, non è obbligatorio per tutti. Questo è anche ciò che mi permette di essere paziente", si è giustificato.

Nel 2020, Zarco ha corso con una Ducati GP19 gestita dal Team Avintia, e quest'anno invece avrà a disposizione una GP21 con i colori Pramac, team nel quale si sente davvero a casa.

"Ho un ottimo feeling con la squadra. Anche nella pausa caffè stiamo insieme e scherziamo. Mi sento a casa, come quando ero in Tech3, dove ho riscoperto la possibilità di divertirmi. In pista eravamo concentrati sul lavoro, ma fuori ci siamo divertiti. Con Pramac è lo stesso. Ci sono state serate in cui non abbiamo cenato in pista e siamo stati in grado di farlo insieme in hotel ed è stata una cosa buona per creare un legame. Quando funziona tutto questo, va meglio anche nel box"

Sul fronte sportivo, il pilota transalpino non nasconde le sue ambizioni.

"Mi piacerebbe arrivare al livello raggiunto da Miller alla fine dell'anno scorso, quindi salire sul podio in diverse gare e lottare per vincere", ha detto.

"L'anno scorso ci sono stati molti vincitori diversi e questo mi fa pensare: perché non io? Il mio obiettivo è di stare vicino al podio e, se va tutto bene, pensare a vincere. Bisogna essere realisti e darsi tempo per progredire, anche se nei test abbiamo visto che posso stare tra i primi cinque. Possiamo puntare alla top 5 e se farò dei progressi, potrei salire sul podio. Poi c'è sempre il titolo, ma per il momento quello è ancora un sogno", ha aggiunto.

Come la maggior parte dei piloti di MotoGP, Zarco è del parere che Marc Marquez sarà sulla griglia fin dall'inizio del Mondiale 2021.

"Sarà qui per la foto di gruppo di giovedì. Ha già iniziato i test, sarà abbastanza in forma per fare tutto il fine settimana. Lo spero per lui, perché è stato fermo per molto tempo. Ha le capacità per ritrovare il ritmo rapidamente, se il suo braccio non gli darà fastidio. Ma anche se dovesse avere un po' di fastidio, penso che sarà comunque veloce", ha assicurato il pilota della Costa Azzurra.

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
1/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
2/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
3/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
4/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
5/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
6/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
7/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
8/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
9/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
10/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
11/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing Francesco Bagnaia, Ducati Team
Johann Zarco, Pramac Racing Francesco Bagnaia, Ducati Team
12/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
13/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
14/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
15/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
16/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
17/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
18/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
19/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
20/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
21/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
22/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
23/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
24/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
25/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
26/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
27/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
28/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
29/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
30/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
31/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
32/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
33/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
34/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
35/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
36/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
37/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
38/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
39/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
40/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
41/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
42/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
43/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
44/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
45/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
46/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
47/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
48/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
49/49

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP 2021: gli orari TV di Sky, DAZN e TV8 del GP del Qatar
Articolo precedente

MotoGP 2021: gli orari TV di Sky, DAZN e TV8 del GP del Qatar

Prossimo Articolo

Marc Marquez ha deciso: non correrà in Qatar

Marc Marquez ha deciso: non correrà in Qatar
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021