Zarco: "Sarà interessante seguire Martin in gara..."

Il francese è stato l'autore della pole provvisoria fino a quando non è stato beffato allo scadere dal suo compagno di team. Zarco, adesso, spera di studiare Martin in gara domani.

Zarco: "Sarà interessante seguire Martin in gara..."

Una pole soltanto sfiorata e soffiata da sotto il naso dal suo compagno di team. Per Johann Zarco quanto accaduto oggi a Doha ha il sapore della beffa, ma il francese non può certamente dirsi deluso.

In occasione dell’ultimo tentativo, quando ormai sembrava impossibile strappare il miglior crono dalle mani di Maverick Vinales, Johann è riuscito a trovare un giro quasi perfetto, soprattutto negli ultimi due settori, per poi transitare sotto la bandiera a scacchi e fermare il cronometro sul tempo di 1’53’’263.

Zarco sembrava ormai pronto a celebrare la prima pole stagionale, ma ha dovuto soffocare la gioia quando il suo compagno di squadra, il rookie Jorge Martin, è riuscito a rifilargli un decimo di distacco e mettere le mani sulla prima pole in carriera.

 

Giunto in pit lane, il francese non ha mostrato alcuna delusione, anzi ha celebrato con un grande abbraccio il ragazzino spagnolo che oggi ha compiuto qualcosa di straordinario,.  

“Sono molto contento di partire dalla prima fila. Quando ho tagliato il traguardo pensavo di essere in pole, ma quando ho capito che era stato il mio compagno di team a fare la pole sono rimasto sorpreso in positivo. Per noi del team Pramac tutto ha funzionato alla perfezione con il primo e secondo tempo in qualifica”.

Nella giornata di oggi entrambi i piloti del team italiano hanno preferito non girare in occasione del terzo turno di libere a causa delle pessime condizioni della pista e del forte vento. La scelta sembra aver pagato visti i risultati in qualifica…

“Anche io, come Jorge, non ho girato nelle FP3 per non fare confusione con l’assetto. Il vento era molto forte e c’era molta sabbia in pista ed ho pensato che fosse meglio aspettare le FP4, dove poi sono andato bene”.

Dopo una ottima prestazione al sabato, adesso il grande punto interrogativo per il team Pramac è capire come si comporterà la Ducati in gara.

Zarco non è sembrato ottimista circa le possibilità di poter lottare per il successo, indicando in Maverick Vinales il favorito d’obbligo non solo per quanto accaduto domenica scorsa, ma anche alla luce del passo gara mostrato durante le prove.

Leggi anche:

“Abbiamo avuto una ottima velocità sul giro secco, ma credo che non abbiamo il passo per lottare per la vittoria. Vinales ha un ritmo migliore rispetto a noi al momento. Sicuramente partire dalla prima fila con una moto con questa potenza rappresenta un vantaggio, ma poi dovremo adattarci, soprattutto nei primi giri”.

“Sarà dura trovare qualcosa nel warm up in ottica gara, ma nel corso delle libere abbiamo trovato qualcosa di interessante. Forse non sarà la soluzione a tutti i nostri problemi, ma spero di poter avere un feeling migliore rispetto alla gara dello scorso weekend”.

Johann, infine, ha voluto spendere delle parole di elogio per il protagonista di giornata, il suo compagno di team Jorge Martin.

“Se domani partirà come ha fatto la settimana scorsa allora si troverà ancora in prima posizione alla prima curva. Vedremo come andrà, se avrà lo stesso feeling visto sino ad ora potrà fare dei bei giri e sarà interessante seguirlo. Non lo conosciamo troppo, ma se può andare così veloce vuol dire che non sta facendo follie. E’ un pilota solido anche se con poca esperienza in MotoGP”.

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
1/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
2/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
3/12

Foto di: Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
4/12

Foto di: MotoGP

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
5/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
6/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
7/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
8/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
9/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
10/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
11/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
12/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Martin: "La pole? Non ci credevo, l'obiettivo era il Q2!"
Articolo precedente

Martin: "La pole? Non ci credevo, l'obiettivo era il Q2!"

Prossimo Articolo

Vinales: “Oggi difficile conquistare la prima fila”

Vinales: “Oggi difficile conquistare la prima fila”
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021