Zarco: "Pensare a come superare Lorenzo mi ha portato al limite"

Il pilota francese ha sprecato una delle sue migliori occasioni per vincere la sua prima gara in MotoGP ed ha ammesso di aver avuto un po' troppa fretta nel cercare di superare Jorge Lorenzo.

Zarco: "Pensare a come superare Lorenzo mi ha portato al limite"
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco sperava di riuscire a prolugare la striscia vincente della Yamaha nel GP di Francia, ottenendo la sua prima affermazione in MotoGP. Tuttavia, una brutta partenza e la successiva caduta hanno minato le speranze del pilota transalpino, che ha quindi messo fine ad una serie di 21 gare consecutive a punti.

Dopo aver conquistato la pole position, Zarco era indicato come uno dei favoriti, ma nelle prime fasi ha perso diverse posizioni. Con un bell'attacco alla chicane Dunlop è riuscito subito a riportarsi secondo, alle spalle di Lorenzo. E stare alle spalle del ducatista è stato quello che ha innescato la spirale che lo ha portato al ritiro.

"Devo analizzare con il team perché ho sbagliato" ha riconosciuto Zarco. "Non potevo permettere agli altri di starmi davanti, quindi ho dovuto dare il massimo e questo può portare a commettere degli errori".

Zarco ha dovuto fare i conti con Lorenzo che, fedele al suo stile, ha iniziato subito a spingere. Questo, unito alla grande accelerazione della Ducati, ha impedito al pilota della Yamaha Tech 3 di trovare il sorpasso, inducendolo all'errore che lo ha portato alla caduta.

"E' stata una gara difficile. Stavo dando il massimo. Ero dietro a Lorenzo e forse potevo essere un po' più veloce di lui, ma non riuscivo a superarlo perché la sua moto è molto forte in accelerazione. Ogni volta che ci ho provato, mi ha costretto a dare più del 100%. Se fossi stato da solo avrei avuto più ritmo, ma ho dovuto provare a passarlo e non avevo il margine per quel tipo di manovra".

Il due volte iridato della Moto2, consapevole del suo ritmo, ha cercato di scavalcare lo spagnolo nel più breve tempo possibile, pur riconoscendo che forse è stato un po' troppo precipitoso.

"Avrei dovuto essere più paziente e cercare di analizzare meglio la situazione. Pensare a come superare Lorenzo mi ha fatto andare al limite. Penso che avrei avuto il passo per raggiungere il podio, forse anche per vincere, ma non lo so".

Tuttavia, il 27enne spera di riuscire a raggiungere questa tanto attesa prima vittoria nelle prossime gare.

"Le corse sono così, oggi sono caduto due volte (una nel warm-up). Sto ancora sognando la mia prima vittoria. Forse è qualcosa di surreale, ma credo che possiamo progredire ancora" ha concluso Zarco, che ora è terzo nel Mondiale, a 37 punti dal leader Marc Marquez.

condivisioni
commenti
Joan Mir ha un precontratto firmato con la Honda per la MotoGP!

Articolo precedente

Joan Mir ha un precontratto firmato con la Honda per la MotoGP!

Prossimo Articolo

Iannone: "Peccato, avevamo delle possibilità di salire sul podio"

Iannone: "Peccato, avevamo delle possibilità di salire sul podio"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Francia
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Le Mans Circuit Bugatti
Autore Oriol Puigdemont
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021