MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
18 apr
Prove Libere 1 in
5 giorni
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
21 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
35 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
49 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
56 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
70 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
77 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
91 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
126 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
140 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
161 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
174 giorni
G
GP della Tailandia
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
195 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
202 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
217 giorni

Zarco: “L’inizio in ritardo può giocare a mio favore”

Il pilota francese sta vivendo l'attuale sospensione delle gare a causa del coronavirus con una forza mentale che deriva direttamente dalle sue recenti esperienze, dopo una stagione 2019 incerta, in cui è stata messa alla prova la sua capacità di adattamento.

Zarco: “L’inizio in ritardo può giocare a mio favore”

Nonostante il suo debutto in gara con la Ducati è stato ritardato, Johann Zarco non vuole essere sopraffatto dall'ansia. Confinato a casa sua come tutti i francesi e costretto ad aspettare l'inizio del campionato, la cui data non è stata ancora stabilita, preferisce capire come questa situazione senza precedenti possa avvantaggiarlo. Il pilota transalpino infatti ha già vissuto degli eventi negli ultimi mesi che gli possono servire come esperienza.

“È un periodo strano, ma mi dico che può andare a mio vantaggio – spiega Zarco in un'intervista con Canal +, in Francia – Ho già vissuto l’esperienza di stare senza guidare o di dover conoscere una moto e adattarmi velocemente, è successo lo scorso anno quando sono salito sulla Honda in Australia. Chiaramente non ho fatto grandi cose, non sono salito sul podio, ma non sono nemmeno andato malissimo. Ero però nella categoria ‘corretta’, accettabile, e questa situazione si è evoluta rapidamente in 15 giorni. La situazione è quindi simili; ho firmato con la Ducati, non ho fatto i test a novembre e questo ha fatto sì che avessi una pausa di quasi tre mesi prima di andare in Malesia. Anche lì nessun risultato eclatante il primo giorno, ma le cose sono migliorate in Qatar”.

Zarco prosegue con calma. “Questo mi dà fiducia. Mi dico che se l’interruzione è lunga, forse mi perderò meno degli altri. Posso solo sperare che questo possa andare a mio vantaggio, che le cose si sistemino più rapidamente degli altri e non appena riprenderemo le gare potrò migliorare visibilmente. Quindi spero sempre di andare in quella direzione”.

Leggi anche:

Johann Zarco appare così sereno perché si stava preparando ad iniziare questa stagione con uno stato d'animo un po’ diverso da quello dei suoi colleghi. Ritorna infatti da una parentesi con KTM che ha portato conseguenze potenzialmente molto gravi sulla sua carriera: "Sono in una situazione in cui devo adattarmi alla moto e farmi vedere, per meritare una moto nel 2021. Dobbiamo ricordare il periodo difficile dell'anno scorso, quando c'era già un grosso rischio di non correre. Ma comunque ho una buona moto e sono ancora in buone condizioni”.

Questa moto gli è stata offerta da Ducati, che lo ha inserito nel team Avintia per questa stagione con il supporto diretto del costruttore. Alcuni sono preoccupati per l'impatto che un inizio posticipato del campionato potrebbe avere sul mercato piloti, perché quasi tutti i contratti scadono alla fine della stagione. Ma il francese assicura di non pensarci per momento, è sempre determinato a convincere Borgo Panigale del suo valore quando alla fine riprenderà il campionato.

"Non me lo chiedo nemmeno ha detto quando gli è stato chiesto se una stagione in ritardo potrebbe avere un impatto negativo sul suo futuro – Non ho ancora capito se ritardare questo inizio di stagione o avere meno tempo per mettermi alla prova può essere complicato per me nel 2021. Ho piena fiducia in Ducati, sono già felice di aver fatto il loro conoscenza e guidato la moto. Vedo che dentro di me brucia ancora così tanto questo desiderio di poter vincere che confido che possa portarmi cose buone".

"L'equilibrio è buono, mentalmente e fisicamente. Quindi mi dico che la Ducati può darmi tempo, non si affretteranno a nulla. Attualmente non sto discutendo del 2021 con nessuno. L'ideale sarebbe restare con la Ducati, se posso far bene bene con loro, ma non dovremmo nemmeno chiudere le porte ad altre possibilità. Ora però non è il momento, ci troviamo più in una situazione di sopravvivenza che a negoziare un contratto".

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
1/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
2/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
3/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
4/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
5/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
6/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
7/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
8/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing

Johann Zarco, Avintia Racing
9/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Video, Brivio: "Suzuki vuole un ciclo lungo con Rins e Mir"

Articolo precedente

Video, Brivio: "Suzuki vuole un ciclo lungo con Rins e Mir"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "In Qatar saremmo stati veloci"

Dovizioso: "In Qatar saremmo stati veloci"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Johann Zarco
Team Avintia Racing
Autore Léna Buffa
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021
Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco Prime

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Umori opposti nelle due squadre della Casa di Iwata: quella ufficiale ha iniziato il 2021 alla grande, con una vittoria a testa per Vinales e Quartararo. Il box Petronas invece sembra entrato in crisi, con appena 4 punti a testa per Morbidelli e Rossi. I giapponesi stanno puntando tutto sui Factory?

MotoGP
5 apr 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha

Martin conquista la prima pole in MotoGP nel GP di Doha, seconda gara del Motomondiale 2021. Disastro Valentino Rossi, solo 21°.

MotoGP
4 apr 2021
MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon Prime

MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon

La MotoGP avrà una sua versione di Drive to Survive su Amazon Prime nel prossimo futuro: una notizia accolta positivamente dai principali piloti della griglia, visto l'impatto della serie sulla Formula 1, con la speranza che sia uguale per le due ruote, che ne hanno un disperato bisogno.

MotoGP
4 apr 2021