Zarco: “Facciamo delle gare, non facciamo danza!”

Johann Zarco accetta la penalità che la Direzione Gara gli ha inflitto per il contatto con Pol Espargaro, ma riesce comunque a conquistare la terza posizione nel Gran Premio della Repubblica Ceca con la Ducati del team Avintia.

Zarco: “Facciamo delle gare, non facciamo danza!”

In un Gran Premio della Repubblica Ceca ricco di sorprese e sicuramente poco banale, Johann Zarco trova il podio, il primo dopo più di un anno. La sua ultima presenza sul podio risale infatti a Sepang 2018. Il francese ha salvato le sorti di una Ducati in estrema difficoltà a Brno, conquistando il terzo posto con la GP19 e dimostrando che la pole position conquistata ieri non era un caso.

Zarco tiene la terza posizione pur dovendo scontare una penalità inflitta dalla Direzione Gara per un contatto con Pol Espargaro al 14esimo giro che ha portato lo spagnolo nella ghiaia. Il pilota d’oltralpe deve fare un long lap penalty che gli costa 2.5 secondi, ma questo non gli impedisce di essere sul podio. Ducati non ci sta ma deve accettare la decisione presa. Ad ogni modo il pilota Avintia dà la sua versione dei fatti: “Pol mi ha superato perché era un po’ più rapido e provava chiaramente a riprendere Binder, questo lo motivava. Ma dopo qualche giro ha cominciato a commettere qualche errore. È andato un po’ largo alla prima curva, così ho provato a passarlo tenendo bene la mia traiettoria. Pensavo che mi avesse visto, ma a quanto pare non è stato così”.

“Ho provato a passare all’interno perché c’era spazio – prosegue Zarco – e penso di essere passato piuttosto bene pensando che mi vedesse. Ma in gara bisogna provare a fare delle cose e non si ha sempre tutto il tempo per passare. Lui frena sempre molto forte ed è rapido in curva, quindi non è facile sorpassarlo in frenata. Questo è anche il motivo per cui è andato largo alla prima curva. Anche questo fa parte delle gare, ci infiliamo appena vediamo che l’avversario va largo ed a volte ci si tocca. Bisogna ricordarsi che disputiamo delle gare, non facciamo i balletti! Quando ho visto che ero stato penalizzato non stavo combattendo con nessuno, ma ero concentrato sul riprendere Morbidelli. Mi sono detto di scontare subito la penalità per evitare di essere raggiunto e perdere concentrazione”.

A margine della penalità, Zarco conquista un podio che è indice di una grande prestazione. Il francese commenta la sua gara: “Partendo dalla pole, l’obiettivo era di iniziare davanti con una buona partenza ed essere primo o secondo per sfruttare la gomma nuova e provare una fuga. Ma sono partito male e ho perso posizioni. Ho sentito di avere un buon passo solo quando Morbidelli si stava già allontanando, ma lottando con gli altri nel gruppo non sono riuscito a prendere Franco subito. All’inizio ho faticato molto, ma con il passare dei giri il mio passo è migliorato. Quando ho scontato la penalità ho pensato che avrei perso il podio, invece non è passato nessuno, quindi mi sono concentrato sul passare Franco, ma poi ho dovuto difendermi dagli attacchi di Rins, che negli ultimi giri era risalito e provava a superarmi. Ho chiuso le porte ed è andata bene”.

Quella di Zarco è la miglior Ducati al traguardo ed il francese sta imparando a conoscere la moto, dopo l’esperienza drammatica in KTM lo scorso anno e l’approdo in Avintia a novembre: “Devo migliorare la partenza, questa sarò di grande aiuto nelle prossime gare. Non posso dire di aver imparato cose nuove, ma ho confermato le cose che devo fare perfettamente sulla moto per essere più forte ed avere un miglior controllo della gara. Oggi però è stata una buona giornata, nonostante la penalità sono salito sul podio e questo vuol dire molto per me”.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, secondo classificato Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, terzo classificato Johann Zarco, Avintia Racing
Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, secondo classificato Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, terzo classificato Johann Zarco, Avintia Racing
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
9/15

Foto di: MotoGP

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: terzo classificato Johann Zarco, Avintia Racing
Podio: terzo classificato Johann Zarco, Avintia Racing
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Vincere in Austria? Non ci stiamo capendo niente!"
Articolo precedente

Dovizioso: "Vincere in Austria? Non ci stiamo capendo niente!"

Prossimo Articolo

Rossi: "La KTM è la favorita anche in Austria"

Rossi: "La KTM è la favorita anche in Austria"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021