Yamaha ufficializza Morbidelli: il contratto è fino a fine 2023!

L'ufficialità era attesa per questo fine settimana, ma la sorpresa è che il pilota italiano si è già legato alla Casa di Iwata fino al 2023, quindi per altre due stagioni oltre a queste prime cinque gare che disputerà nel 2021. Una scelta che probabilmente lo libererà dalla pressione di dover fare subito risultati importanti al rientro da un infortunio abbastanza grave.

Yamaha ufficializza Morbidelli: il contratto è fino a fine 2023!

Finalmente è arrivata l'ufficialità: Franco Morbidelli è a tutti gli effetti un pilota del Factory Team Yamaha, nel quale prenderà il posto lasciato vacante da Maverick Vinales dopo la clamorosa separazione anticipata maturata nel mese di agosto. La novità più rilevante nell'annuncio fatto stamani dalla Casa di Iwata è la durata del contratto che legherà le due parti.

Era facile ipotizzare che l'accordo, che inizierà questo fine settimana dal Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, potesse andare in scadenza al termine della stagione 2022, allineando quindi il pilota italiano a quasi tutti gli altri top rider della griglia. In realtà, Franco si è già assicurato un contratto da pilota ufficiale anche per la stagione 2023.

Una scelta che probabilmente lo libera dalla pressione di dover fare dei risultati importanti già da subito per guadagnarsi la conferma, nelle ultime gare del 2021, che lo vedranno tornare in sella dopo un lungo stop dovuto ad un infortunio al ginocchio sinistro (menisco e legamento crociato anteriore), che lo ha anche costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico lo scorso 25 giugno, saltando quindi i Gran Premi di Olanda, Stiria, Austria, Gran Bretagna ed Aragon.

Nell'immediato comunque si tratta di una promozione importante per il vice-campione del mondo in carica, che potrà finalmente contare su una M1 factory a tutti gli effetti, dopo che nella prima parte di stagione aveva dovuto fare i conti con la "Spec B" 2019 che gli era stata messa a disposizione all'interno della Petronas SRT.

Leggi anche:

"Prima di tutto, vogliamo ringraziare Petronas Yamaha SRT per aver permesso a Franky di realizzare il suo sogno e di farlo passare al team Factory prima del previsto. In origine, avevamo previsto che Franky salisse dal 2022 in poi, ma a seguito di un improvviso cambio di formazione dei piloti a metà stagione, abbiamo avuto la possibilità di farlo arrivare in anticipo", ha detto Lin Jarvis, managing director Yamaha.

"In secondo luogo, voglio dare un caloroso benvenuto a Franky. È un talento eccezionale. Questo è stato ulteriormente evidenziato l'anno scorso quando si è assicurato il secondo posto in campionato e ha ottenuto cinque podi e tre vittorie sulla Yamaha satellite. Mostra il tipo di pilota che è: impegnato ad estrarre il meglio dalla YZR-M1 in ogni circostanza".

"Naturalmente, siamo entusiasti che Franky torni nel paddock e che stia abbastanza bene da ricominciare a correre. Dovrà trovare la sua forma gradualmente, in linea con i suoi miglioramenti fisici, in quanto è ancora in fase di recupero. Useremo il resto del 2021 per farlo ambientare nella squadra e per farlo sentire a suo agio sulla moto".

"Abbiamo già definito i nostri piani per il 2022 e il 2023, con Franky che riceverà il pieno appoggio della Yamaha Motor Company. Siamo certi che un pilota abile, calmo ed esperto come Franky rafforzerà il Yamaha Factory Racing MotoGP Team e godrà di grandi successi in futuro", ha aggiunto il manager britannico.

Dal canto suo, Morbidelli non ha nascosto la gioia per questo passo importante della sua carriera: "Sono molto contento e felice di affrontare questo fine settimana e questo attesissimo nuovo capitolo con il team Factory Yamaha. Ho cercato di recuperare il più possibile per la fase finale di questo campionato. Volevo fare il mio ritorno su una pista che conosco bene e su cui ho grandi ricordi, come Misano".

"Non vedo l'ora di saltare in moto e iniziare il mio viaggio con il Monster Energy Yamaha MotoGP Team. Naturalmente, ho bisogno e voglio ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile tutto questo, a partire da Ito-san, Lin, Maio, Sumi-san, la VR46 Riders Academy e tutte le altre persone che hanno reso possibile questa collaborazione", ha concluso.

Franco Morbidelli, Yamaha Factory Racing

Franco Morbidelli, Yamaha Factory Racing

Photo by: Yamaha

condivisioni
commenti
Morbidelli e Dovizioso pronti ad aprire "un nuovo capitolo"

Articolo precedente

Morbidelli e Dovizioso pronti ad aprire "un nuovo capitolo"

Prossimo Articolo

Yamaha: ufficiale l'ingaggio di Dovizioso per il team satellite

Yamaha: ufficiale l'ingaggio di Dovizioso per il team satellite
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021