Yamaha suggerisce che Vinales ha cercato di rompere il motore in Stiria

Il pilota Yamaha MotoGP Maverick Vinales è stato sospeso ed escluso dal Gran Premio d'Austria di questo fine settimana per aver cercato di danneggiare deliberatamente il motore della sua moto nel GP della Stiria, stando almeno a quanto sostiene la squadra.

Yamaha suggerisce che Vinales ha cercato di rompere il motore in Stiria

Dopo la gara di domenica scorsa al Red Bull Ring, nella quale Vinales è rientrato nella pitlane prima di tagliare il traguardo, dopo che il display della sua M1 gli ha mostrato il messaggio "pitlane", Maverick ha detto che stava "vivendo un grande momento" prima che la gara venisse interrotta con la bandiera rossa.

Tuttavia, dopo l'interruzione e al ritorno ai box, le cose sono cambiate per il #12.

"Hanno fermato la gara, siamo rientrati ai box e mi hanno cambiato la frizione e la gomma, ed è stata una storia completamente diversa", si era lamentato.

Il padre del pilota è andato oltre domenica ed ha accusato la Yamaha di aver sabotato la moto di suo figlio in un post sui social media: "Il silenzio è troppo!!!! Quello che è successo oggi è vergognoso! Fare queste cose al pilota perché se ne sta andando", ha scritto Angel Vinales.

Yamaha ha emesso una dura dichiarazione giovedì, sospendendo il pilota per la gara di questo fine settimana in Austria e accusandolo di aver a sua volta cercato di danneggiare la moto.

Motorsport.com può riferire la squadra sostiene che Vinales ha cercato di andare oltre il limitatore del motore della sua M1 sulla strada nella corsia dei box quando è entrato nella corsia box alla fine della seconda gara, senza tagliare il traguardo.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

La squadra sostiene la sua versione con i dati telemetrici della moto, che nonostante abbia un limitatore di giri, proprio per evitare che questo accada in maniera involontaria, può essere deliberatamente portata oltre il limitatore, come un tecnico ha spiegato a questo scrittore.

Le accuse ricordano un episodio tra Suzuki e John Kocinski nel 1993.

Il genio americano, nonostante i buoni risultati nelle prime quattro gare della 250cc di quella stagione - due podi e due quarti posti - non aveva un buon rapporto con i vertici della squadra, e ad Assen fece esplodere il motore della moto, rifiutando di salire sul podio. Da allora, non ha mai più corso per la Suzuki.

Per Vinales l'intera situazione è una continuazione di ciò che lo ha portato a rescindere il restante anno del suo contratto con Yamaha nel 2022.

Persone che hanno familiarità con la situazione hanno riportato a Motorsport.com che, dopo la prima partenza del Gran Premio della Stiria, Maverick è venuto ai box e ha detto che il motore funzionava bene, di non toccarlo.

Tuttavia, hanno cambiato la frizione e gli ingegneri hanno collegato il computer, toccando il motore, che si è spento sulla griglia prima del giro di riscaldamento della seconda partenza, costringendo lo spagnolo a partire dalla corsia dei box.

 

condivisioni
commenti
Clamoroso: Yamaha appieda Vinales per il GP d'Austria!

Articolo precedente

Clamoroso: Yamaha appieda Vinales per il GP d'Austria!

Prossimo Articolo

Ufficiale: al Red Bull Ring arriva una chicane per la MotoGP dal 2022

Ufficiale: al Red Bull Ring arriva una chicane per la MotoGP dal 2022
Carica commenti
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021