Yamaha presenta la M1 2019: la nuova arma di Rossi e Vinales è neroazzurra!

condivisioni
commenti
Yamaha presenta la M1 2019: la nuova arma di Rossi e Vinales è neroazzurra!
Di:
04 feb 2019, 06:17

Valentino aveva anticipato che sarebbe stata una moto un po' interista ed effettivamente l'impatto sulla livrea di Monster Energy è importante. Sarà anche la moto del definitivo ritorno alla competitività per lui e Vinales?

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Motor Racing, YZR-M1

Quella di oggi a Jakarta era una presentazione importante per la Yamaha. Non solo la Casa di Iwata è chiamata a riscattare un 2018 da incubo, ma c'era anche la curiosità di vedere la nuova colorazione della M1, visto che dopo tante stagione la Movistar si è fatta da parte come main sponsor, cedendo il passo alla Monster Energy.

L'attesa quindi era mirata soprattutto a capire come sarebbe cambiata la livrea con l'arrivo del marchio della bibita energetica, che in realtà era già presente anche in passato, anche se non in maniera così importante.

E bisogna dire che la rottura con il passato è importante e conferma quanto aveva anticipato Valentino Rossi ai microfoni di Fabio Fazio una settimana fa, quando aveva detto che la nuova M1 è un po' interista.

Leggi anche:

Se in passato il colore dominante era il blu, ora sulle carene c'è molto spazio per il nero: il cupolino è nero, così come il codone, e anche lateralmente c'è una grande banda nera sulla quale è posizionata la M verde fluo del nuovo main sponsor (che compare anche su codone e cupolino).

C'è poi una rottura con il passato anche per quanto riguarda l'abbigliamento dei piloti, perché sono neroazzurre anche le tute del "Dottore" e di Maverick Vinales.

Ora quello che bisognerà capire a partire da mercoledì, a Sepang, è se questa sarà anche la moto competitiva che cercano i due piloti per il riscatto in pista. Non bisogna dimenticare che a cavallo tra il 2017 ed il 2018 c'è stata una striscia negativa di ben 25 gare senza vittorie e in Giappone vogliono sicuramente evitare che accada nuovamente una cosa del genere.

Anzi, vogliono tornare a lottare per la vittoria su ogni circuito del Mondiale e quindi nel reparto tecnico hanno lavorato molto duramente su quelli che erano i punti critici della M1: il motore e l'elettronica. Se lo avranno fatto nel modo giusto, lo scopriremo solo tra qualche giorno.

Prossimo Articolo
Mir: "Nessuno si aspetta grandi cose da un rookie, devo dimostrargli che hanno torto!"

Articolo precedente

Mir: "Nessuno si aspetta grandi cose da un rookie, devo dimostrargli che hanno torto!"

Prossimo Articolo

Fotogallery: ecco la Yamaha M1 2019 con la nuova livrea Monster Energy

Fotogallery: ecco la Yamaha M1 2019 con la nuova livrea Monster Energy
Carica commenti