MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
18 apr
Prove Libere 1 in
3 giorni
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
19 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
33 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
47 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
54 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
68 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
75 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
89 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
138 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
152 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
159 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
173 giorni
G
GP della Tailandia
10 ott
Gara in
180 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
194 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
201 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
215 giorni

Yamaha offre a Petronas di rimanere insieme fino al 2026

Razlan Razali, team principal del Team Petronas, ha rivelato in occasione della presentazione di essere in trattativa con la Yamaha per proseguire la partnership per altre cinque stagioni, fino al 2026.

Yamaha offre a Petronas di rimanere insieme fino al 2026

L'accordo tra Yamaha e Petronas scadrà al termine della stagione in corso, proprio come i contratti tra i costruttori e le squadre con la MotoGP, anche se la maggior parte dei marchi, tra cui la Yamaha stessa, hanno già rinnovato con la Dorna per il periodo compreso tra il 2022 ed il 2026.

Razlan Razali, team principal della Petronas SRT, durante un incontro online con i media avvenuto subito dopo la presentazione della squadra 2021, ha rivelato che sta già lavorando con la Yamaha per estendere la partnership, aggiungendo che esiste già una bozza di contratto fino alla fine del 2026, quindi di altri cinque anni.

"Ci hanno presentato una proposta per i prossimi cinque anni", ha detto Razali.

Petronas ha debuttato nella classe regina nel 2019, con Franco Morbidelli e Fabio Quartararo in sella a due Yamaha. In questo primo anno, la Casa di Iwata gli ha fornito materiale dell'anno precedente, proprio come aveva sempre fatto in passato con Tech 3.

Tuttavia, gli eccellenti risultati del rookie francese hanno fatto sì che Petronas spingesse con la Yamaha per ottenere materiale migliore, assicurando che nel 2020 Fabio potesse disporre di una M1 identica a quelle del team ufficiale affidate a Maverick Vinales e Valentino Rossi.

Alla squadra malese però non è andato troppo giù il modo in cui la Yamaha gli ha strappato Quartararo per questa stagione, portando allo scambio di sella con Valentino Rossi.

Leggi anche:

Questo, ma anche la lentezza con cui si sono trovati gli incastri necessari, oltre al fatto che Morbidelli dovrà correre nuovamente su una moto del 2019, ha portato tensione nei rapporti tra le due parti, con Razali che ha iniziato ad aprire alla possibilità di cercare un nuovo partner con cui lavorare dal 2022.

"Abbiamo affrontato questa situazione durante il nostro briefing di fine anno con Yamaha, nel mese di dicembre", ha spiegato Razali in riferimento all'escalation della tensione nella relazione. "Allo stesso tempo, ci hanno consegnato una proposta per continuare per i prossimi cinque anni".

Razali non ha nascosto di avere ancora qualche riserva riguardo al modo in cui viene gestito il rapporto.

"Abbiamo affrontato il fatto che ci sentiamo solo un cliente pagante e non un partner. Ci sentivamo come se fossimo quelli che volevano fare di più degli altri", ha criticato.

"Eravamo molto, molto, arrabbiati quando abbiamo perso il campionato Team e la Yamaha ha perso quello Costruttori. Sembrava che fossimo più sconvolti di loro", ha detto Razali, commentando la penalità legata all'utilizzo di valvole non omologate che è costata due titoli alla Casa giapponese.

"Ma abbiamo affrontato la situazione e sono contento che abbiano riconosciuto questo fatto, inoltre quello che ci hanno proposto oltre il 2022 è meglio di quanto abbiamo avuto negli ultimi due anni", ha aggiunto.

Leggi anche:

Uno dei motivi per cui Petronas è quasi obbligata a raggiungere un'intesa con Yamaha è che la Suzuki al momento non si è ancora mossa e non ci sono indicazioni che fornierà le moto ad un team satellite nel 2022.

Inoltre, l'atteso arrivo della VR46 in MotoGP, che dovrebbe subentrare ad Esponsorama Avintia, potrebbe essere un concorrente importante per Petronas, a meno che Lin Jarvis non convinca il marchio e la Dorna a dave il via libera a schierare sei M1 nel 2022.

Nel frattempo, Razali rimane fiducioso nella Yamaha, e spera di estendere ulteriormente la partnership tra le due parti.

"Stanno cercando di far crescere dei piloti anche in altri campionati, in Asia e in Giappone. Stanno guardando ai nostri giorni in Moto3 e Moto2, quindi vogliono davvero ottimizzare il rapporto per fare in modo di poter far crescere dei piloti all'interno della famiglia Yamaha", ha detto.

"Abbiamo parlato di tutto, il che è molto positivo, e sono molto felice. Speriamo che a maggio o a giugno si possa finalizzare questa nuova partnership con Yamaha per poter smettere di chiamarci squadra Indipendente o Satellite. Odio questi due termini", ha concluso.

Razlan Razali, Petronas SRT Yamaha

Razlan Razali, Petronas SRT Yamaha
1/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Las motos de Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Las motos de Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Las motos de Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Las motos de Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
21/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
22/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
23/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
24/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
25/25

Foto di: Petronas Yamaha SRT

condivisioni
commenti
Morbidelli: “Spero sia un anno bello per me e per Valentino”

Articolo precedente

Morbidelli: “Spero sia un anno bello per me e per Valentino”

Prossimo Articolo

Stigefelt: "Rossi non avrà meno pressione in Petronas"

Stigefelt: "Rossi non avrà meno pressione in Petronas"
Carica commenti
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021
Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco Prime

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Umori opposti nelle due squadre della Casa di Iwata: quella ufficiale ha iniziato il 2021 alla grande, con una vittoria a testa per Vinales e Quartararo. Il box Petronas invece sembra entrato in crisi, con appena 4 punti a testa per Morbidelli e Rossi. I giapponesi stanno puntando tutto sui Factory?

MotoGP
5 apr 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha

Martin conquista la prima pole in MotoGP nel GP di Doha, seconda gara del Motomondiale 2021. Disastro Valentino Rossi, solo 21°.

MotoGP
4 apr 2021
MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon Prime

MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon

La MotoGP avrà una sua versione di Drive to Survive su Amazon Prime nel prossimo futuro: una notizia accolta positivamente dai principali piloti della griglia, visto l'impatto della serie sulla Formula 1, con la speranza che sia uguale per le due ruote, che ne hanno un disperato bisogno.

MotoGP
4 apr 2021