MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
13 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
20 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
33 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
40 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
76 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
83 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
97 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
103 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
104 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
111 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
125 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
132 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Yamaha: forcellone e scarico nuovi nei test di Misano

condivisioni
commenti
Yamaha: forcellone e scarico nuovi nei test di Misano
Di:
29 ago 2019, 13:20

Sulle M1 stamattina hanno dato buoni riscontri un nuovo forcellone in carbonio ed un nuovo scarico. Rossi e Vinales però hanno avuto modo di provere anche la Spec 2 del Motore 2020 che ha esordito nei test di Brno.

La Yamaha mantiene le promesse fatte ai propri piloti e continua a lavorare con intensità allo sviluppo della M1 sia in chiave 2019 che pensando già al 2020. Nella prima mattinata dei test collettivi di Misano della MotoGP, infatti, si sono già viste delle novità rilevanti.

Valentino Rossi e Maverick Vinales hanno infatti a disposizione un nuovo forcellone in carbonio ed uno scarico evoluto. Soluzione che potranno venire buone già nell'ultima parte della stagione in corso. Tra le altre cose, i riscontri sembrano essere stati positivi, perché il "Dottore" ha chiuso la mattinata al secondo posto, a pochi millesimi dal miglior tempo della Yamaha Petronas di Fabio Quartararo, e lo spagnolo invece si è piazzato quarto.

 

Ma non è tutto qui, perché sul tracciato romagnolo è arrivata anche una seconda specifica del motore 2020 che aveva fatto il suo esordio in occasione dei test collettivi di inizio agosto a Brno. Anche in questo caso si tratta di una prova importante per capire se in Giappone è stata presa la direzione giusta per quanto riguarda lo sviluppo.

Prossimo Articolo
Test MotoGP Misano: Quartararo davanti a Rossi alla pausa

Articolo precedente

Test MotoGP Misano: Quartararo davanti a Rossi alla pausa

Prossimo Articolo

Lorenzo si ferma: "Va un pelino peggio che a Silverstone"

Lorenzo si ferma: "Va un pelino peggio che a Silverstone"
Carica commenti