Yamaha e Suzuki resteranno cinque settimane in Qatar

I vertici di Yamaha e Suzuki hanno informati i membri dei loro team che non potranno tornare a casa e dovranno rimanere in Qatar fino alla conclusione del secondo Gran Premio della stagione.

Yamaha e Suzuki resteranno cinque settimane in Qatar

Anche se la questa possibilità era già sul tavolo, è stato solo nelle ultime ore che i vertici di entrambi i marchi hanno optato per una decisione più consevativa, ma impopolare tra le loro truppe.

Uno dei tecnici della Ducati è risultato positivo all'arrivo all'aeroporto di Hamad, insieme ad altri due meccanici Avintia.

Nel caso della Honda, i membri giapponesi della Casa dell'Ala dorata avevano già progettato di rimanere in Qatar, date le difficoltà che il loro paese crea per i passeggeri provenienti dall'estero.

In totale, dovranno rimanere nell'Emirato per circa cinque settimane, fino alla conclusione della seconda gara della stagione, fissata per domenica 4 aprile. Un soggiorno che, inoltre, sarà condizionato da un rigido protocollo stabilità dalle autorità del paese e dai responsabili del campionato.

Leggi anche:

In questo protocollo speciale, tutti i membri del paddock sono molto limitati nei loro movimenti, al punto di essere confinati negli hotel.

Infatti, l'unico modo per uscire dalle strutture è andando in circuito, e sempre utilizzando il servizio navetta che è stato coordinato per questo scopo. Un sistema che, come previsto, genera anche situazioni particolari.

La cosa curiosa è che i piloti di Yamaha e Suzuki hanno carta bianca per tornare a casa dopo il secondo test, che termina venerdì della settimana prossima (12 marzo), prima di dover tornare a Losail giovedì 25 marzo.

Questo è qualcosa che, sulla carta, non ha molto senso data l'importanza dei piloti in questo sport. Nel caso in cui un tecnico risulti positivo, può sempre essere sostituito o isolato. Nel caso di un pilota, la sua sostituzione avrebbe un impatto molto più grande sulla squadra in questione, e probabilmente significherebbe iniziare il campionato del mondo con il piede sbagliato.

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
2/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
4/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
7/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
8/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Márquez, Team LCR Honda

Alex Márquez, Team LCR Honda
11/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
14/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
15/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
17/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
19/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
20/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing

Jorge Martin, Pramac Racing
21/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini
22/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
23/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
24/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
25/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
26/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Moto de Monster Energy Yamaha

Moto de Monster Energy Yamaha
27/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
28/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
29/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
30/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
31/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
32/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
33/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Detalle de la moto de pruebas del equipo Ducati

Detalle de la moto de pruebas del equipo Ducati
34/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
35/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
36/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
37/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Pol Espargaró: “Forzo finché una caduta non segna il limite”

Articolo precedente

Pol Espargaró: “Forzo finché una caduta non segna il limite”

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Valentino urla nel box, amo questa cosa"

Morbidelli: "Valentino urla nel box, amo questa cosa"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP del Qatar
Autore Oriol Puigdemont
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

MotoGP
21 apr 2021
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021