Yamaha e Suzuki resteranno cinque settimane in Qatar

I vertici di Yamaha e Suzuki hanno informati i membri dei loro team che non potranno tornare a casa e dovranno rimanere in Qatar fino alla conclusione del secondo Gran Premio della stagione.

Yamaha e Suzuki resteranno cinque settimane in Qatar

Anche se la questa possibilità era già sul tavolo, è stato solo nelle ultime ore che i vertici di entrambi i marchi hanno optato per una decisione più consevativa, ma impopolare tra le loro truppe.

Uno dei tecnici della Ducati è risultato positivo all'arrivo all'aeroporto di Hamad, insieme ad altri due meccanici Avintia.

Nel caso della Honda, i membri giapponesi della Casa dell'Ala dorata avevano già progettato di rimanere in Qatar, date le difficoltà che il loro paese crea per i passeggeri provenienti dall'estero.

In totale, dovranno rimanere nell'Emirato per circa cinque settimane, fino alla conclusione della seconda gara della stagione, fissata per domenica 4 aprile. Un soggiorno che, inoltre, sarà condizionato da un rigido protocollo stabilità dalle autorità del paese e dai responsabili del campionato.

Leggi anche:

In questo protocollo speciale, tutti i membri del paddock sono molto limitati nei loro movimenti, al punto di essere confinati negli hotel.

Infatti, l'unico modo per uscire dalle strutture è andando in circuito, e sempre utilizzando il servizio navetta che è stato coordinato per questo scopo. Un sistema che, come previsto, genera anche situazioni particolari.

La cosa curiosa è che i piloti di Yamaha e Suzuki hanno carta bianca per tornare a casa dopo il secondo test, che termina venerdì della settimana prossima (12 marzo), prima di dover tornare a Losail giovedì 25 marzo.

Questo è qualcosa che, sulla carta, non ha molto senso data l'importanza dei piloti in questo sport. Nel caso in cui un tecnico risulti positivo, può sempre essere sostituito o isolato. Nel caso di un pilota, la sua sostituzione avrebbe un impatto molto più grande sulla squadra in questione, e probabilmente significherebbe iniziare il campionato del mondo con il piede sbagliato.

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
2/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
4/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
7/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
8/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Márquez, Team LCR Honda
Alex Márquez, Team LCR Honda
11/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
14/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
15/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
17/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
19/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
20/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
21/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini
Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini
22/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
23/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
24/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
25/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
26/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Moto de Monster Energy Yamaha
Moto de Monster Energy Yamaha
27/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
Pol Espargaró, Repsol Honda Team
28/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
29/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
30/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
Danilo Petrucci, Red Bull KTM Tech 3
31/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
32/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3
33/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Detalle de la moto de pruebas del equipo Ducati
Detalle de la moto de pruebas del equipo Ducati
34/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
35/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
36/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
37/37

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Pol Espargaró: “Forzo finché una caduta non segna il limite”
Articolo precedente

Pol Espargaró: “Forzo finché una caduta non segna il limite”

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Valentino urla nel box, amo questa cosa"

Morbidelli: "Valentino urla nel box, amo questa cosa"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021