VR46: dove sono i petroldollari di Aramco per la MotoGP?

La società saudita Aramco è stata annunciata come sponsor del team VR46 di Valentino Rossi, ma continuano ad esserci tanti dubbi intorno all'accordo.

VR46: dove sono i petroldollari di Aramco per la MotoGP?

Lo scorso aprile è stato annunciato che il Team VR46 sarebbe entrato in MotoGP dal 2022. La holding Tanal Entertainment, di proprietà del Principe saudita Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, ha inviato un comunicato alla stampa annunciando l'ingresso del gigante petrolifero Aramco - parte di un conglomerato di aziende del monarca - come title sponsor del team di Valentino Rossi.

All'epoca, la compagnia aveva negato l'accordo: "Aramco conferma di non aver firmato alcun accordo con il Team VR46 o qualsiasi altro affiliato della MotoGP. Questa nota è in riferimento al comunicato stampa di Tanal Entertainment rilasciato mercoledì 28 aprile, all'insaputa di Aramco. Aramco non ha mai avuto alcun accordo commerciale con Tanal Entertainment, il campionato MotoGP o qualsiasi squadra che vi partecipa.

Senza alcuna dichiarazione da parte della società per convalidare la sponsorizzazione, la VR46 ha sostenuto che l'accordo era regolarmente in atto, facendo riferimento all'approvazione da parte del Principe. Infatti, Abdulaziz bin Abdullah Al Saud stesso ha fatto riferimento ad esso quando è stato annunciato nel mese di giugno che la Ducati avrebbe fornito le moto alla squadra. Inoltre, il Principe aveva sottolineato anche il sogno di vedere il pilota di Tavullia in sella.

"Sarebbe fantastico se Valentino Rossi potesse correre nei prossimi anni come pilota del nostro Aramco Racing Team VR46 insieme a suo fratello Luca Marini, che sta già gareggiando quest'anno con la sponsorizzazione dei nostri marchi", ha detto il Principe nel comunicato.

Leggi anche:

Con il passare dei mesi, i dubbi però hanno continuato a crescere. Il CEO di Aramco, Amin Hassan Nasser, è stato ospite di Pramac al Gran Premio d'Olanda, ed ha chiarito che la sua azienda non aveva firmato alcun accordo con VR46, nè aveva intenzione di farlo.

Da parte sua, Rossi è stato sulla difensiva ogni volta che gli è stato domandato dell'affare Aramco/VR46: "Noi siamo in buona fede. Parlo spesso con il Principe e va tutto bene".

Tuttavia, Pablo Nieto, che agirà come team principal, ha rivelato che il nome del pilota che si unirà a Luca Marini nel 2022 sarebbe stato annunciato all'inizio di agosto in Austria. Tra le varie voci che erano circolate, legate alla vicenda Aramco, c'era stata anche quella che Valentino stesso si sarebbe unito alla squadra per attirare sponsor. Ma anche questa poi è stata smentita dai fatti, quando il "Dottore" ha annunciato il suo ritiro al Red Bull Ring.

Alla fine, siamo ormai arrivati alla fine di settembre e questo fine settimana la MotoGP sarà di scena ad Austin, ma non ci sono ancora notizie concrete riguardo alla sponsorizzazione (anche se il marchio Aramco è comparso anche nella entry list di Moto2 accanto alla VR46) o al secondo pilota, anche se con ogni probabilità sarà Marco Bezzecchi.

Rossi stesso qualche settimana fa ad Aragon è sembrato aprire alla possibilità che la VR46 il prossimo anno possa essere sulla griglia della classe regina senza Aramco.

"Non so esattamente quale sia la situazione con il Principe. Ci sono alcune criticità, ma fortunatamente non sono un mio problema. Io so solo quello che farà il team, per il quale stiamo lavorando duramente. Non so quali siano gli ultimi aggiornamenti, ma in ogni caso saremo sulla griglia della MotoGP il prossimo anno", ha assicurato il "Dottore".

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Ad Austin per continuare a migliorare sulla M1"

Articolo precedente

Dovizioso: "Ad Austin per continuare a migliorare sulla M1"

Prossimo Articolo

Marquez sarà ancora l'uomo da battere nella sua Austin?

Marquez sarà ancora l'uomo da battere nella sua Austin?
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021