Vinales: "Non mi divertivo così sulla moto da tanto tempo: oggi era o tutto o niente!"

condivisioni
commenti
Vinales:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
01 lug 2018, 14:41

Il pilota della Yamaha è tornato sul podio ad Assen, dopo una gara in cui finalmente è riuscito a battagliare per la vittoria praticamente fino alla fine.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales ha ottenuto il secondo podio della sua stagione dopo quello di Austin. Per trovare quello precedente bisogna tornare addirittura al GP d'Australia dell'anno scorso. Una gara che aveva avuto una sceneggiatura simile a quella di oggi, nella quale il catalano ha dimostrato di cavarsela alla grande in battaglia.

La stagione di Vinales è stata fin qui un ottovolante, in cui le sue sensazioni hanno avuto delle altalene incredibili anche all'interno dello stesso weekend. Tuttavia, già nell'ultima gara di Barcellona, il pilota di Roses si era dimostrato più costante, pagando solo una brutta partenza in gara.

Dopo le prove, il pilota della Yamaha ha affermato di aver trovato forse una soluzione per i problemi che lo avevano tormentato nei primi giri di gara. Ed oggi infatti, dopo un inizio discreto, è stato in grado di rimanere nel gruppo che ha lottato per la vittoria fino alla fine.

"All'inizio non ho perso posizioni e se fossi partito in prima fila avrei potuto provare a spingere" ha detto Vinales. "Penso che avrei avuto la possibilità di provare a scappare, perché mi sentivo molto forte. Infatti, a quattro giri dalla fine mi sono riuscito a riagganciare ai migliori, e questo vuol dire che avevo il ritmo giusto".

Leggi anche:

Per la prima volta nel 2018, Maverick è stato realmente coinvolto nella lotta per il gradino più alto del podio, anche se alla fine a spuntarla è stato Marquez.

"Ho avuto la possibilità di essere aggressivo e non mi divertivo così tanto sulla moto da parecchio tempo. Ho dato tutto: oggi era o tutto o niente!".

Vinales si è anche detto convinto che questo podio non è stato un risultato casuale, perché questo è uno dei circuiti più adatti alla Yamaha, ma avverte che c'è ancora parecchio lavoro da fare.

"Ovviamente siamo migliorati, ma questo l'avevo già detto dopo i test di Barcellona. Mi sentivo più forte con il pieno oggi. La squadra ha fatto un ottimo lavoro e un poco alla volta stiamo sistemando la moto. Stiamo arrivando, ora siamo ad un buon livello" ha concluso.

Prossimo articolo MotoGP
Rossi: "Con Lorenzo siamo stati fortunati! Il sorpasso di Dovi? Ci stava, ma non è stato intelligente"

Previous article

Rossi: "Con Lorenzo siamo stati fortunati! Il sorpasso di Dovi? Ci stava, ma non è stato intelligente"

Next article

Marquez: "Oggi bisognava essere il più intelligente della classe"

Marquez: "Oggi bisognava essere il più intelligente della classe"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Olanda
Sotto-evento Domenica, gara
Location Assen
Piloti Maverick Viñales
Team Yamaha Factory Racing
Autore Oriol Puigdemont
Tipo di articolo Intervista