Vinales: "La Yamaha sarebbe una scelta molto sensata"

condivisioni
commenti
Vinales:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 apr 2016, 18:01

Il pilota della Suzuki ha provato a dribblare le domande di mercato, ma poi ha ceduto di fronte alla possibilità di andare a dividere il box con Valentino Rossi. Tuttavia, continua a dire anche di essere concentrato sulla Suzuki.

Maverick Vinales, Team Suzuki Ecstar MotoGP
Maverick Vinales, Team Suzuki Ecstar MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP

Ci ha provato Maverick Vinales a scacciare le domande di mercato piloti durante la conferenza stampa del GP di Spagna di MotoGP, ma non è stato facile resistere al pressing delle domande dei giornalisti presenti nella sala conferenze dell'autodromo di Jerez de la Frontera.

Inizialmente infatti il pilota della Suzuki ha detto di essere concentrato esclusivamente sulla sua GSX-RR e nella ricerca del suo primo podio in MotoGP: "In questo momento io sono concentrato solo sulla Suzuki, perché per noi è importante ottenere un buon risultato in questa gara, che ci potrebbe essere favorevole. Dobbiamo lavorare bene fin da venerdì, perché credo che ad Austin il podio fosse possibile, ma devo fare meglio nella partenza e fare in modo di trovare il set-up perfetto".

Poi ha sottolineato la grande crescita che la Suzuki ha mostrato in queste prime gare del 2016: "Siamo cresciuti molto se guardiamo a dove eravamo all'ultima gara dell'anno scorso a Valencia. Continuiamo a progredire e quindi sono convinto che possiamo arrivare al livello di migliori, magari non subito, ma nelle prossime gare si".

Quando però gli è stata fatta una domanda precisa sulla possibilità di andare a dividere il box con Valentino Rossi, per di più sulla moto che attualmente pare la più competitiva del lotto, ha ceduto: "Onestamente entrambe le cose sarebbero incredibili. E' qualcosa che ho sempre sognato da bambino. La Suzuki è già un sogno per me, ma ovviamente devono esserci i risultati. La Yamaha sarebbe una scelta molto sensata, perché avere accanto Valentino potrebbe essere molto importante per la mia carriera. Inoltre dispone di una moto che è già al vertice. Renderebbe più semplice dare il 100% sulla moto".

Prossimo articolo MotoGP
In caso di gara asciutta c'è il rischio del cambio moto obbligatorio

Articolo precedente

In caso di gara asciutta c'è il rischio del cambio moto obbligatorio

Prossimo Articolo

Le alette finiscono al centro delle polemiche

Le alette finiscono al centro delle polemiche
Carica commenti