Vinales: "La Yamaha ha un pilota per vincere, deve dargli le armi per farlo"

Il catalano ha vissuto un'altra gara da dimenticare al Mugello e, nonostante sia partito in prima fila, non è riuscito a fare meglio dell'ottavo posto.

Vinales: "La Yamaha ha un pilota per vincere, deve dargli le armi per farlo"
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

I risultati di Maverick Vinales fanno le montagne russe da un anno a questa parte, ma nella gara di domenica lo spagnolo ha trovato una nuova nota negativa. Il pilota di Roses, infatti, era riuscito a qualificarsi in prima fila dopo aver dovuto fare la Q1, ma una brutta partenza gli ha impedito di fare meglio dell'ottavo posto.

"E' difficile capire anche per me, uno giorno sono primo e quello dopo sono 15esimo" ha riassunto Maverick. "Avevamo costruito davvero un ottimo weekend, facendo un salto impressionante tra la FP3 e la FP4. Questa mattina sembrava che avessi il passo per lottare per la vittoria, ma il feeling è sato davvero negativo in gara".

In un weekend in cui molti piloti hanno puntato il dito contro gli pneumatici asimmetrici portati dalla Michelin, Vinales non ha avuto rimproveri per l'azienda francese, ma ha puntato il dito contro la Yamaha per una situazione che dura ormai da un anno.

"Ho corso tante gare con un cattivo feeling. La moto ha perso molto grip in gara e non so davvero perché. La gomma non era difettosa. L'anno scorso ho avuto almeno sei gare con questo tipo di problemi, quindi la gomma non può essere una scusa. Non ci sono scuse".

Il catalano poi non ha utilizzato mezze misure, invitando la Yamaha a trovare delle soluzioni immediate.

"Qualcosa non va con la moto. Non funziona bene e sono arrivato vicino al podio pur partendo da molto lontano. Quando la moto lavorerà bene, sarò davanti, perché credo molto in me e nella mia guida. So quello che posso fare e basta chiedere alla Yamaha uno sforzo maggiore per darmi una moto competitiva, in grado di vincere, perché io sono qui per questo. E' difficile chiudere settimo quando pensi di poter lottare per le prime posizioni".

Vinales, che ora è terzo nel Mondiale, a 28 punti da Marquez, ha ribadito il suo impegno a lottare per il titolo per i colori della Casa di Iwata.

"Voglio davvero vincere e lottare per il campionato. Dalla gara di Barcellona dell'anno scorso però abbiamo sofferto, quindi è da molto tempo che la Yamaha deve capire le cose. Ora deve lavorare sodo, perché ha un pilota per vincere il campionato e deve dargli le armi per farlo. E in questo momento siamo lontani dall'averle".

condivisioni
commenti
Iannone: "Speravo nel podio, ma abbiamo patito il calo della gomma"

Articolo precedente

Iannone: "Speravo nel podio, ma abbiamo patito il calo della gomma"

Prossimo Articolo

Valentino: "Non è giusto giocarsi i contratti 2019 nelle prime tre gare"

Valentino: "Non è giusto giocarsi i contratti 2019 nelle prime tre gare"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento Domenica, gara
Location Mugello
Piloti Maverick Viñales
Team Yamaha Factory Racing
Autore Oriol Puigdemont
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

MotoGP
21 apr 2021
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021