Vinales fa reset, cambia gruppo di lavoro e anche numero: ecco la sua Yamaha con il 12

condivisioni
commenti
Vinales fa reset, cambia gruppo di lavoro e anche numero: ecco la sua Yamaha con il 12
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
19 nov 2018, 12:36

Il pilota spagnolo vuole mettersi alle spalle il 2018 e da domani sarà al lavoro con un nuovo capo tecnico ed il 12 sul cupolino. Ad Esteban Garcia chiede soprattutto di fare più gruppo rispetto a quanto non abbia fatto in passato con Ramon Forcada.

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales sembra intenzionato a fare un vero e proprio reset nel 2019. Fatta eccezione per la bellissima ed inattesa vittoria di Phillip Island, quella 2018 è stata una stagione da dimenticare per il pilota della Yamaha, che quindi ha deciso di cambiare tanto in vista del prossimo anno.

Da qualche mese ormai si sa che l'anno prossimo non ci sarà più Ramon Forcada accanto a lui nel box della Casa di Iwata, con il ruolo di ingegnere di pista che sarà preso da Esteban Garcia. Ma a riprova del fatto che Maverick sembra non volersi portare dietro nulla di questo 2018, lo spagnolo ha deciso di cambiare anche numero, rinnegando il suo storico 25 per passare al 12, la sua data di nascita.

La speranza, quindi, sembra quasi che questo nuovo numero sul cupolino possa portare ad una "rinascita" anche in pista. Non a caso, Vinales non ha aspettato troppo per posizionarlo sulla sua M1 e posare fiero per la prima foto di rito con il numero nuovo.

Dopo la gara di ieri a Valencia, che dopo la pole position si è conclusa con una caduta alla curva 13, che gli ha impedito di attaccare il terzo posto del compagno Valentino Rossi nel Mondiale, il pilota di Roses ha inoltre parlato delle aspettative legate al suo nuovo gruppo di lavoro.

"Spero che Esteban mi capisca e mi sappia dare ciò di cui ho bisogno. La vittoria di Phillip Island non ci ricompensa per tutta la sofferenza patita nel corso dell'anno. Quest'anno però mi servirà molto in vista del futuro" ha detto, parlando chiaramente in termini di esperienza.

Come ha detto più volte nel corso dell'anno, la voglia di cambiare il gruppo di lavoro era legata soprattutto alla voglia di migliorare l'ambiente. Un concetto che ha ribadito ancora una volta: "Il mio obiettivo principale per il prossimo anno è di trovare un buon ambiente e di essere più vicino al mio gruppo, piuttosto che di trovare un assetto alla moto" ha detto.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo Articolo
Jorge Lorenzo inizia l'avventura in Honda: ecco il suo arrivo al box HRC a Valencia

Articolo precedente

Jorge Lorenzo inizia l'avventura in Honda: ecco il suo arrivo al box HRC a Valencia

Prossimo Articolo

Test Valencia: Michelin porta delle nuove mescole posteriori per migliorare la costanza

Test Valencia: Michelin porta delle nuove mescole posteriori per migliorare la costanza
Carica commenti