Vinales: "Domenica ho sbagliato gomma. Dovrò stare attento"

Il pilota della Yamaha si è ripetuto in qualifica a Misano centrando la seconda pole di fila ma ha ripreso il suo team per evitare di sbagliare daccapo la scelta delle gomme in gara.

Vinales: "Domenica ho sbagliato gomma. Dovrò stare attento"

Anche questo sabato Maverick Vinales è stato il più rapido al termine della sessione di qualifiche del Gran Premio dell’Emilia Romagna di MotoGP conquistando la seconda pole consecutiva sul tracciato di Misano.

Domenica scorsa, però, il pilota spagnolo nonostante fosse partito dalla prima casella, non è stato competitivo soprattutto nei primi giri di gara ed ha accusato la squadra per la scelta errata della gomma posteriore essendo stato l’unico a montare la mescola dura.

“Quando lavori tutto il fine settimana e il responsabile dei pneumatici ti dice che la gomma dura è l'opzione migliore lo ascolti, anche se vedi che le altre Yamaha sono su una gomma diversa”, ha spiegato Maverick quando gli è stata chiesta questa scelta.

“Abbiamo commesso un errore e bisogna fare molta attenzione a questi dettagli, perché avevo un grande potenziale per la gara. Questo fine settimana ho lavorato molto con la gomma media e credo sia la scelta migliore. Devo lavorare di più con Michelin, perché a volte la loro opinione è diversa da quella del mio responsabile degli pneumatici. Non ho visto nessuno lavorare con la dura questo fine settimana”, ha dichiarato escludendo la scelta di quest’ultima mescola.

In seguito a quell'errore, è stato domandato a Maverick se aveva chiesto di cambiare il responsabile degli pneumatici.

“Non ho chiesto alcun cambio. Abbiamo un responsabile Michelin ma ne abbiamo anche uno della Yamaha e non credo che sia stato fatto un buon lavoro. Stiamo lavorando molto con Esteban Garcia (il suo capo meccanico ndr.) in modo che non ci sfugga nessun dettaglio”.

Nonostante al termine della gara di domenica scorsa Vinales non abbia voluto indicare nell’errata scelta di gomme la causa per il pessimo risultato, oggi per lo spagnolo è sembrato chiaro come il problema principale sia stato da addebitare all’errore nell’individuazione della mescola corretta.

“La spiegazione della brutta gara della scorsa settimana è stata la scelta delle gomme, non avevo aderenza, ma impariamo dagli errori e abbiamo lavorato molto con la mescola media in questo weekend. Abbiamo cambiato qualcosa sulla moto ed i tempi sul giro che abbiamo ottenuto sono buoni. La storia potrebbe cambiare domani rispetto allo scorso fine settimana. Ho lavorato duramente per far sì che ciò avvenga”.

Oltre che alle gomme, Maverick ha prestato attenzione anche all'assetto della moto pensando più alla gara che al giro veloce.

“Ho avuto problemi con il set-up in gara, quindi ho lavorato tutto il fine settimana con questo aspetto in mente. Senza benzina andavo bene, mentre con il serbatoio pieno non tanto, ma abbiamo migliorato alcune cose. Speriamo che funzioni, e se non dovesse funzionare ci riproveremo a Barcellona. Abbiamo fatto una ottima FP4 e adesso dobbiamo concretizzare in gara”.

Il pilota della Yamaha ha voluto concentrarsi sull'anteriore della moto, credendo che sia  impossibile risolvere i problemi al posteriore.

“Abbiamo lavorato sulla gomma anteriore e questa mattina abbiamo fatto un passo avanti positivo. Mi sento meglio con il serbatoio pieno, vedremo se riusciremo a confermarci in gara. Questa volta abbiamo lavorato più sul set-up di gara per tutto il weekend più che sul giro veloce”.

Se Maverick ha compiuto dei passi avanti, lo stesso può dirsi degli altri piloti in griglia.

“Tutti hanno lavorato duramente qui, soprattutto durante i test. Siamo tutti più vicini con 15 piloti che hanno girato in 1’31. Potrà essere una gara di gruppo”.

“Sono riuscito a girare in 1’32 molto presto e penso che domani potremo fare molti giri di fila con questo ritmo. Abbiamo lavorato in modo diverso questo fine settimana. Venerdì ho avuto qualche difficoltà, ma oggi mi sono sentito subito meglio quando sono andato in pista. Se domani non mi metto a lottare, penso di poter avere un buon ritmo di gara”.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Isaac Vinales, Kallio Racing

Isaac Vinales, Kallio Racing
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Devo guidare in modo innaturale e non ci riesco"

Articolo precedente

Dovizioso: "Devo guidare in modo innaturale e non ci riesco"

Prossimo Articolo

Quartararo: "Per me è difficile usare bene l'holeshot"

Quartararo: "Per me è difficile usare bene l'holeshot"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP dell'Emilia Romagna
Sotto-evento Q2
Piloti Maverick Viñales
Team Yamaha Factory Racing
Autore Germán Garcia Casanova
MotoGP: come si affronta il GP di Francia Prime

MotoGP: come si affronta il GP di Francia

La MotoGP si appresta a vivere il suo quinto fine settimana di gare del 2021. La pista di Le Mans ospita il Gran Premio di Francia: andiamo a scoprirne segreti e curiosità in questo nostro giro di pista virtuale

MotoGP
14 mag 2021
Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti” Prime

Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti”

Torna l'appuntamento con la rubrica del mercoledì firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano di come la ricerca medica si sia evoluta per andare ad assistere i piloti nelle fasi di guida, recependo dati telemetrici utili al fine di migliorare le performance

MotoGP
12 mag 2021
MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte Prime

MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte

I paurosi incidenti visti a Jerez hanno fatto scattare l'allarme tra i piloti per le velocità elevate raggiunte dalle MotoGP, ma convincere i costruttori a fare un passo indietro sembra davvero difficile.

MotoGP
7 mag 2021
Rossi: quanto è amaro dirsi addio Prime

Rossi: quanto è amaro dirsi addio

Valentino Rossi sta attraversando il più difficile avvio di stagione della carriera. Appena quattro punti in altrettante gare. Lontano dalla top15, il Dottore rischia di vivere una lenta stagione da incubo in attesa di ufficializzare una decisione che, onestamente, sarebbe stato bene intraprendere anni fa

MotoGP
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow Prime

Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow

Dopo un avvio di stagione da dimenticare, Jack Miller è riuscito ad ottenere la prima vittoria con Ducati a Jerez ed ha svelato come un grande aiuto psicologico sia arrivato dalla moglie del suo grande amico Cal Crutchlow.

MotoGP
4 mag 2021
Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo Prime

Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo

Tanti promossi e tanti bocciati al Gran Premio di Spagna di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com

MotoGP
4 mag 2021
Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale Prime

Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale

Sono almeno tre le svolte a cui abbiamo assistito a Jerez: quella della Desmosedici GP, che finalmente "gira" anche su una pista stretta. Quella della stagione di Jack Miller, che ha risposto con una vittoria ad un avvio di stagione deludente. E la trasformazione di Pecco Bagnaia in un top rider a tutti gli effetti, arrivata con la leadership in campionato.

MotoGP
3 mag 2021